Come ammorbidire il filo nella lavorazione a maglia circolare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Siete appassionati di maglia circolare? Se siete esperti in questo tipo di lavorazione, saprete sicuramente quanto sia complesso lavorare col filo rigido, ragione per la quale è importante ammorbidirlo. Tuttavia si tratta di un processo da effettuare nel modo più adeguato per non creare danni e far sì che un filo rovinato non incida sulla qualità del prodotto finale. Se siete alla ricerca di qualche consiglio su come ammorbidire il filo nella lavorazione a maglia circolare, eccovi nel posto giusto. Di seguito qualche trucchetto per riuscire in pochi istanti nell'intento.

27

Occorrente

  • Acqua calda; vapore; asciugacapelli
37

Ammorbidire con acqua calda corrente

Il primo metodo per ammorbidire il filo per la lavorazione a maglia circolare, è quello di utilizzare l'acqua calda. Aprite dunque il rubinetto e mettete, sotto il getto dell'acqua corrente, il filo in questione. Utilizzate un asciugamano per proteggere l'ago, in modo tale che non lo danneggi. Chiudete il rubinetto solamente quando il filo è morbido abbastanza. Ve ne accorgerete facilmente semplicemente tastando il materiale di cui si compone. A lavoro ultimato, non resta che lasciare asciugare quanto basta per poter iniziare i vostri lavori a maglia circolare.

47

Ammorbidire col getto di vapore

Per ammorbidire il filo potete ricorrere anche al vapore, senza bagnarlo eccessivamente. Mettete a bollire una pentola d'acqua calda sul fornello. Se avete una stufa, potete tranquillamente poggiare il tegame sulla sua superficie, ammesso che sia omologata per poterlo fare. Appena l'acqua bolle, spegnete il fornello e tenete il filo a contatto col vapore, proteggendo però le vostre mani per evitare spiacevoli ustioni. Lasciate il filo ad ammorbidire per almeno cinque minuti, al termine dei quali avrete raggiunto il vostro obiettivo. Il procedimento è semplice e l'acqua può essere riutilizzata per cucinare un bel piatto di pasta. In questo modo non si incorre in sprechi e si ottiene comunque un ottimo risultato.

Continua la lettura
57

Ammorbidire con l'asciugacapelli

Questa soluzione non è propriamente economica, ma quando non si ha a disposizione dell'acqua calda, può venire incontro. Proteggendo l'ago con un asciugamano, o togliendolo direttamente da supporto, proseguite come segue. Disponete il filo su una superficie solida, come ad esempio un tavolo. Fate in modo che sul tavolo non siano presenti materiali che potrebbero sciogliersi col calore, come ad esempio gli incerati. Accendete l'asciugacapelli impostando la temperatura più elevata ed orientate il getto d'aria sul filo per la lavorazione a maglia circolare. Andate vanti e indietro con l'apparecchio, procedendo sino a quando il materiale non appare morbido al tatto. Non procedete oltre per evitare di rovinare il filo. Buona lavorazione con i vostri lavori a maglia circolare!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Affidatevi agli esperti per migliorare la vostra tecnica di lavorazione a maglia circolare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare la mezza maglia alta, la maglia alta e la maglia altissima

Sempre più persone sono appassionate al mondo del taglio e cucito. In questo manuale vi spiegherò in quale modo dovete muovervi per riuscire a realizzare una serie di tecniche a mezzo punto con estrema facilità e rapidità. Vi aiuterò a scoprire come...
Cucito

Come eseguire un punto a maglia rasata in tondo

Se siete appassionate di lavoro a maglia ed amate sferruzzare con le amiche, avrete di sicuro sentito parlare del punto a maglia rasata in tondo. Questo tipo di lavorazione permette di eseguire la maglia lavorando in una modalità differente da quella...
Cucito

Lana pon pon: tecniche di lavorazione base

La lana è per eccellenza il materiale più usato e adatto per realizzare degli splendidi maglioni, da poter mettere durante i mesi più freddi dell'anno. Esistono alcune lane più pregiate di altre e questo dipende molto dalla loro lavorazione. Conoscerne...
Cucito

Come scegliere i ferri per lavorare a maglia

Se avete deciso di iniziare un hobby come quello del lavoro a maglia, dovete acquistare gli strumenti di base e cioè i ferri. Scegliere i ferri per lavorare a maglia è un'operazione indispensabile per eseguire una lavorazione a trama larga o a trama...
Cucito

Come chiudere una maglia tubolare

Molte donne amano lavorare a maglia e si impegnano nella riuscita dei loro lavoretti, nonostante non sia un'operazione del tutto semplice. Di certo dopo aver realizzato un capo o altra lavorazione a maglia, vi sentirete davvero soddifatte per esserci...
Cucito

Come fare la maglia tubolare

Questa lavorazione che andrò a spiegare in questa guida, è la lavorazione tubolare. Essa necessita di una diversificazione sul lavoro iniziale delle maglie, ma non solo! Come immaginerete, vi è anche un metodo differente di conclusione. Questo tipo...
Cucito

Come rivestire una bottiglia a maglia

Se intendiamo decorare la tavola o l'ambiente cucina con delle bottiglie di vetro come ad esempio quelle del vino, siano esse vuote o piene, possiamo farlo rivestendole con del filo di cotone o di lana, opportunamente lavorata a maglia. Nei passi successivi...
Cucito

Come eseguire il punto maglia coste a forellini

Tra i vari tipi di lavorazione a maglia oltre a quelli tradizionali, troviamo il punto coste, la cui tecnica in sintesi si può spiegare alternando dei punti diritti a quelli al rovescio, e si utilizza spesso quando si tratta di creare delle particolari...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.