Come ammorbidire una cintura in pelle

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le cinture in pelle sono un classico: che siano in cuoio, in pelle o in tessuto, di vari colori,. Sportive o trendy, per uomo, donna o bambino, ne esistono veramente per tutti i gusti. La scelta quindi appare varia e per niente facile. Inoltre per chi preferisce risparmiare, c'è sempre il materiale sintetico: si tratta di prodotti di buona fattura, ma non paragonabili al pellame. Per coloro che invece amano la vera pelle, si saranno di certo accorti che con il trascorrere del tempo anche questo materiale tende pian piano ad irrigidirsi. Vediamo quindi insieme, passo dopo passo, come poter ammorbidire una cintura in pelle.

25

Acquistate il materiale necessario

Sempre più presenti nel guardaroba sia dell'uomo che della donna, qualora vogliate rimetterne a nuovo qualcuna che nel corso degli anni ha perduto la sua naturale morbidezza, è possibile ottenere degli ottimi risultati seguendo insieme alcuni semplici passi. Recatevi innanzitutto al supermercato o in farmacia e procuratevi un flaconcino di alcool isopropilico, molto usato come sgrassatore, detergente o diluente. Basta versarne una piccola quantità su un batuffolo di cotone e passarlo nella parte inferiore dell'accessorio in questione: in breve tempo il liquido verrà assorbito. Se il pellame risulta essere particolarmente rigido, è necessario ripetete l'operazione più volte.

35

Rimuovete i residui di vasellina

A questo punto, con la punta dei polpastrelli, distribuite un po' di vaselina su tutta la lunghezza esterna della cinta e ponetela per circa una decina di minuti accanto ad una fonte di calore o in prossimità di una finestra dalla quale possa filtrare la luce del sole. Una volta trascorso il tempo necessario, passate un foglio di carta assorbente da cucina sulla superficie per asportare i residui della vaselina e poi passatevi un panno morbidissimo di lana. Questa piccola accortezza assolve a due funzioni: ottenere un notevole ammorbidimento dell'accessorio e contemporaneamente renderlo lucido e ben levigato.

Continua la lettura
45

Passate l'olio di cocco biologico

In alternativa si può benissimo provare con l'olio di cocco biologico. È possibile applicarlo con le dita sul pellame eseguendo ripetuti massaggi. In questo modo le fibre appariranno più morbide. Ricordatevi però che tale operazione renderà più scuro il colore originale dell'oggetto trattato. È bene sottolineare che in commercio sono disponibili prodotti adeguati per il trattamento del pellame e per il buon mantenimento di selle e finimenti per cavalli: spesso si tratta di lozioni che contengono una grossa quantità di glicerina purissima, perfetta per rendere soffici le pelli indurite. Buon lavoro.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La vaselina protegge la pelle dall'acqua, quindi potrete anche usarla per le vostre scarpe e borse nuove.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come creare una cintura in lana

Siete in cerca di nuove idee semplici e originali per realizzare i vostri accessori di lana con le vostre mani? Nella seguente guida, passo dopo passo, descriveremo la procedura per la realizzazione di una bellissima cintura di lana, creata con un attrezzo...
Cucito

Come fare una cintura a maglia

Arriva l'inverno e la voglia di indumenti caldi e confortevoli. Per rallegrare gli outfit di questa stagione, è perfetta una coloratissima cintura a maglia. Puoi indossarla con i jeans, i leggins o anche con un vestitino aderente. La particolarità di...
Cucito

Come realizzare una cintura di stoffa

Nei negozi di abbigliamento e pelletteria possiamo trovare cinture di tutti i tipi, da posare morbidamente sui fianchi o da strizzare sotto il seno per un vitino da vespa. Cinture che ricorrono a materiali spesso semplici e a lavorazioni non particolarmente...
Altri Hobby

Come applicare le borchie a una cintura

La cintura è un accessorio usato per reggere gonne e pantaloni. Ma viene anche impiegata come elemento decorativo. Questo aspetto riferisce sempre alla tendenza del momento. Quindi, finita una moda, spesso si smettono di indossare, perché viene definita...
Bricolage

Come aggiustare la fibbia di una cintura

Scommetto che almeno una volta vi è capitato di dover indossare quel paio di pantaloni o jeans, ma avete perso qualche chilo e vi stanno troppo grandi. Per questo la cintura è il giusto rimedio. Accidentalmente la cinta è rotta ma per il vostro outfit...
Cucito

Come creare una cintura con delle vecchie cravatte

Se abbiamo delle vecchie cravatte che ci dispiace buttare perché di seta o firmate, esiste un modo originale per riciclarle. Con questo accessorio da uomo, si può infatti creare una cintura, aggiungendo una chiusura ed alcuni dettagli. A tale proposito,...
Cucito

Come Eseguire Una Cintura A Coulisse Ai Ferri

La cintura a coulisse, chiamata anche a scanalatura, è quel cordoncino che si utilizza per chiudere in vita pantaloni e giubbotti, ma che a volte può servire anche per abbellire gli orli delle maniche e i colli. Se ti piace lavorare a maglia, ti insegneremo...
Altri Hobby

Come creare una cintura con le conchiglie

In questa guida vedremo come creare una cintura con le conchiglie. Raffinate, eleganti e colorate; indossare un accessorio di questo tipo vuol dire portare con sé un po' d'estate e rivivere anche nelle giornate più grigie il mare, il sole e quel pizzico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.