Come annaffiare le piante quando si è in vacanza

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Se è arrivato il momento della partenza per le vacanze e non avete ancora trovato il modo di provvedere alla cura delle vostre piante da appartamento durante l'assenza chiedendo ad amici o vicini di casa, avete due possibilità: affidare le piante ad un vivaio che offre il servizio di ricovero oppure seguire questa semplicissima e pratica guida che vi spiegherà come annaffiare le piante quando si è in vacanza.

26

Innanzitutto raggruppate tutte le piante e sistematele in un luogo molto luminoso. Cercate di evitare i raggi diretti del sole che brucerebbero le foglie, quindi tieni le piante lontane dalle finestre che potenziano l'intensità dei raggi. Se sarete assenti soltanto pochi giorni basterà infilare nel terreno il collo di una bottiglia di plastica riempita d'acqua. Questa fornirà acqua alle piante in maniera graduale evitando ristagni che farebbero marcire le radici. Una buona abitudine è quella di lasciare dei recipienti riempiti d'acqua vicino ai vasi cosicché l'acqua, evaporando, crei un ambiente umido.

36

Un metodo per chi non è appassionato di fai-da-te. Potete provare ad acquistare il gel idroretentore, come l'Aqua Gel, composto per il 97% da acqua demineralizzata, Questo prodotto si presenta in flaconcini da inserire nel terreno esattamente come nel metodo della bottiglia rovesciata. Una volta inserito nei vasi si trasformerà nuovamente in acqua, che verrà poi assorbita dalle radici della vostra pianta. Un'altra soluzione è quella di prendere delle bacinelle d'acqua, sistemare delle strisce di stoffa in modo che una parte della stessa stia dentro la bacinella piena d'acqua e l'altra stia all'interno della terra. In questo modo la pianta resterà sempre umida e non si seccherà.

Continua la lettura
46

Se sarete assenti per un periodo superiore ai 10 giorni, potete prendere una bottiglia d'acqua da un litro, praticare dei fori sul tappo e metterla rivolta al contrario nel vaso. Poi effettua un altro buchetto nella parte opposta, in questo modo l'acqua verrà rilasciata lentamente. In alternativa potete mettere della ghiaia assorbente nei sottovasi e versarvi sopra l'acqua, così le piante riceveranno l'acqua lentamente ma per un lungo periodo.

56

Infine, con qualche soldo in più si possono studiare degli appositi sistemi di irrigazione a goccia muniti di un programmatore in grado di stabilire in modo personalizzato la quantità esatta e la frequenza delle irrigazioni giornaliere. Questo sistema sicuramente è il più efficace e riutilizzabile di tutti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come annaffiare e concimare correttamente le piante di casa

Oggi abbiamo deciso di proporre una guida, del tutto interessante e molto utile, nei confronti dei lettori che amano avere nel proprio appartamento delle piante, che donano colore, vivacità e profumo, a tutti gli ambienti. In particolare vogliamo approfondire,...
Giardinaggio

Come e quando annaffiare le piante grasse

L'hobby del giardinaggio richiede una serie di conoscenze e competenze fondamentali per la vita delle proprie piante. Esistono infatti diverse tipologie di vegetali che necessitano di attenzioni specifiche. Quello che andremo a vedere in questa guida...
Giardinaggio

Come annaffiare gli alberi di melo

Il melo è una delle piante fruttifere maggiormente conosciute, coltivata nelle regioni temperate: sono alberi resistenti e riescono a raggiungere i 10 metri di altezza, hanno bisogno di molta acqua per produrre i loro frutti e il loro ambiente non deve...
Giardinaggio

5 consigli per non far morire le piante durante le vacanze

Le piante fanno parte della nostra vita e pur se dedichiamo ad esse tutte le nostre attenzioni, arriva un momento in cui decidiamo di fare una vacanza ed entriamo nel panico al pensiero: "come faccio con le mie piante?". Alcuni avranno la fortuna...
Giardinaggio

Come realizzare un autoinnaffio per le piante

Durante l'anno dedichiamo alle nostre piante moltissima attenzione quotidiana e durante l'estate, se non abbiamo nessuno che possa passare a casa nostra, rischiamo di vedere svanire il nostro lavoro in pochi giorni a causa della impossibilità di innaffiarle.Ecco...
Giardinaggio

Cura delle piante grasse: 5 consigli utili

Le piante grasse, note anche come "piante succulente" sono famose per la loro capacità di adattamento ad ogni tipo di habitat, anche agli appartamenti, dove possono crescere rigogliose e dare soddisfazioni anche alla più scettica padrona di casa, grazie...
Giardinaggio

5 regole essenziali per curare le piante grasse

Le piante grasse sono le piante d'appartamento più diffuse. Non solo per le loro forme un po' particolari, ma anche per i colori vivaci e, soprattutto, riescono a sopravvivere anche in ambienti molto caldi. Inoltre, per curare le piante grasse non è...
Giardinaggio

Come propagare le piante grasse

Le piante grasse rappresentano la soluzione "green" più adatta per chi vuole un giardino o un terrazzo sempre verde e curato e che non abbia bisogno di molti interventi di manutenzione. Ma occorre far sviluppare le piante nel modo migliore, mediante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.