Come arieggiare e scarificare il prato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

L'aerazione e la scarificazione del prato consiste nella realizzazione di fori sulla sua superficie. Questo processo favorisce l'aerazione del terreno, il quale rilascerà il biossido di carbonio e assorbirà l'aria ricca di ossigeno fresco. L'aerazione serve anche a stimolare e favorire la crescita delle radici. Un prato dovrebbe essere aerato almeno una volta all'anno. Questa procedura viene eseguita puntellando il prato con una forchetta da giardino, scavando in profondità nella superficie del terreno; o, in alternativa, si può utilizzare un aeratore meccanico, capace di spingere i denti d'acciaio fino a 125 mm nel prato. Ma ora vediamo più nel dettaglio come arieggiare e scarificare il prato.

24

Innanzitutto si deve assolutamente sapere che se questo tipo di suolo diventa più spesso di circa 1 cm, comincia a soffocare l'erba, provocandone quindi l'essiccamento, quindi per evitare che questo accada si dovrà assolutamente far arieggiare e scarificare l'erba in primavera oppure alla fine della bella stagione, all'inizio del mese di settembre generalmente.

34

Per fare ciò, occorrerà procedere smuovendo la terra utilizzando un semplice attrezzo dentato o dotato di lame, in modo tale da eliminare il feltro. Per arieggiare invece, si potrà tranquillamente utilizzare un arieggiatore o un attrezzo speciale per fare alcuni buchi nel terreno. Questo procedimento andrebbe effettuato alla fine dell'inverno in modo da preparare il terreno per la nuova stagione. Successivamente si dovrà scarificare l'erba, togliere, quindi, il feltro, in modo tale da far aerare meglio le radici e rivitalizzare il manto erboso. In caso il prato non fosse mai stato arieggiato lo strato potrebbe risultare ben ancorato alle radici, a costituire quasi un tessuto unico.

Continua la lettura
44

Ovviamente non è consigliabile utilizzare un rastrello scarificatore, in quanto ciò richiederebbe un grosso dispendio di energia e l'efficacia risulterebbe comunque limitata. Questo, infatti, è un attrezzo da impiegare soltanto per i piccoli prati. Gli scarificatori elettrici, invece, non richiedono uno sforzo eccessivo anche se il cavo di alimentazione limita il loro raggio d'azione. Il consiglio, in ogni caso, è quello di utilizzare gli scarificatori a benzina perché sono più adatti soprattutto per l'impiego professionale. In seguito alla scarificazione, è bene pulire accuratamente il manto erboso per eliminare ogni eventuale residuo di detriti rimasto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scarificare i semi

Chiunque possegga un giardino o un piccolo cortile in cui seminare, per coltivare frutta, verdura, ortaggi, si sarà sicuramente interessato al tema della germinazione, cercando di renderla più veloce e naturale possibile. Questa guida, infatti, fornirà...
Giardinaggio

Come far crescere rigoglioso il tuo prato

Un prato bello e rigoglioso è il miglior modo di "arredare" il proprio giardino. Crescere un prato non è difficile, e curarlo è un modo salutare di rilassarsi nel tempo libero. Un bel manto erboso uniforme regala luce ed allegria agli spazi all'aperto....
Giardinaggio

10 consigli pratici per un prato perfetto

Sognate da sempre un prato come quelli che si vedono nei giardini delle case inglesi o americane? Avete provato più volte a far crescere nel vostro giardino un prato verde e brillante ma non avete ottenuto i risultati sperati? Allora questa è proprio...
Giardinaggio

5 consigli per mantenere il prato in autunno

La stagione autunnale è quella più indicata per riportare il terreno alle condizioni ideali, per farlo riprendere dallo stress estivo e per prepararlo all'inverno nel migliore dei modi. Con il riscaldamento del terreno dovuto alle temperature dell'estate,...
Giardinaggio

Come liberare il prato dai lombrichi

In questa guida, pratica e veloce, vogliamo dare una mano concreta, ai nostri lettori a capire come e cosa fare per poter liberare il prato del proprio giardino da lombrichi, che molto spesso tendono a popolare e rendere inutilizzabile il terreno e le...
Giardinaggio

Come evitare le malattie del prato

Un bel prato, verde e rigoglioso, è senza dubbio un segno distintivo per un giardino curato e gradevole. Avere un prato sano e bello può richiedere, però, una manutenzione costante ed intensa. Il prato, infatti, rischia talvolta di manifestare i sintomi...
Giardinaggio

5 modi per coltivare il prato

Il prato è uno dei fattori principali quando decidiamo di acquistare la nostra casa. Infatti avere un prato ci permette di provare quella bellissima sensazione di camminare a piedi nudi sull’erba, per sentire la freschezza che sale dai nostri piedi...
Giardinaggio

Manutenzione e cura del prato

Accanto a tutte le piante c'è sempre un prato più o meno folto e sparso per il terreno. In realtà anche questo come tutti gli altri vegetali è in grado di riprodursi. Ma ovviamente per mantenerlo perfetto va curato. La crescita dipende dalle attenzioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.