Come attaccare il pizzo chiacchierino al tessuto

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il pizzo chiacchierino può essere una raffinata e delicata decorazione per ogni articolo in tessuto e per ogni tipologia di stoffa. Un bordo in pizzo chiacchierino, ad esempio, può rendere speciale un semplice asciugamano per gli ospiti da esporre in bagno con eleganza, oppure può diventare il tocco di classe per un lenzuolo, una tovaglia, un centrotavola o una tenda. Dopo aver realizzato a mano una decorazione in pizzo chiacchierino, è importante procedere in modo corretto per attaccare il pizzo al tessuto, in modo da ottenere un lavoro preciso. Ecco una guida semplice e veloce per scoprire come attaccare con cura il pizzo chiacchierino al tessuto.

26

Occorrente

  • Filo di cotone sottile
  • Ago
  • Forbici
36

Per attaccare in modo preciso ed elegante una decorazione oppure un bordo di pizzo chiacchierino al tessuto di una tovaglia, una tenda oppure un asciugamano, la prima cosa da fare consiste nell'imbastire accuratamente il pizzo chiacchierino al tessuto. Per imbastire il pizzo chiacchierino, è necessario eseguire il lavoro a circa 1 cm dal margine del tessuto, lavorando sul diritto, con l'aiuto di un filo di cotone molto sottile. Successivamente, bisogna attaccare il pizzo chiacchierino sul tessuto a rovescio, fissandolo con un punto turco, e rimuovere il bordo di tessuto avanzato con un paio di forbici.

46

Il punto turco è molto semplice da realizzare, lavorando da destra a sinistra, ed il risultato finale di questo tipo di cucitura può essere molto preciso e quasi del tutto invisibile. In alternativa, per imbastire il pizzo chiacchierino ed attaccarlo correttamente al margine del tessuto, è possibile anche effettuare un punto cordoncino, molto utilizzato nell'arte del ricamo, lavorando da sinistra a destra ed introducendo la punta dell'ago nel tessuto a partire dalla superficie superiore del tessuto stesso, verso il basso.

Continua la lettura
56

Infine, per ultimare l'operazione di assemblaggio del pizzo chiacchierino al bordo del tessuto, è necessario effettuare una seconda cucitura sul pizzo utilizzando, questa volta, un punto obliquo. Il punto obliquo è uno dei principali metodi utilizzati nell'arte dell'uncinetto e la sua rifinitura ricoprirà del tutto la cucitura dell'imbastitura. Il punto obliquo può essere eseguito semplicemente lavorando una riga alla volta, senza tornare indietro bensì tagliando l'estremità finale del filo di cotone alla fine di ciascuna riga. Per ottenere un lavoro preciso e soprattutto pulito, è fondamentale nascondere la fine di ogni cucitura sotto il pizzo chiacchierino.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come attaccare un pizzo al macramè

Che meraviglia il pizzo! Sottile e impalpabile come un velo, oppure con i tipici ricami del raffinatissimo macramè, romantico e stupendo in tutti i colori possibili. È elegantissimo in bianco, avorio e rosa chiarissimo, ed è modernissimo anche in tinte...
Cucito

Come applicare il pizzo al tessuto

Se sei alla ricerca di un'idea per trasformare un capo sciatto e demodè in un capo unico ed originale, dovresti pensare alla possibilità di applicare del pizzo.Tornato di gran moda per impreziosire colletti dal sapore bon-ton e romantici shorts. Il...
Cucito

Come fare un centrino a chiacchierino

Siete appassionati del chiacchierino o desiderate imparare questa fantastica tecnica? Forse già sapete che quest'arte consente di realizzare tantissimi prodotti, tra i quali pizzi, merletti, collane, tovaglie e tutto ciò che può dettare la vostra fantasia....
Cucito

Come chiudere un lavoro a chiacchierino

Il chiacchierino è un'antica tecnica mediante la quale è possibile realizzare pizzi e merletti. Negli ultimi anni sta ritornando in voga poiché tale arte, a differenza di quanto erroneamente supposto, è molto facile da imparare grazie anche alla presenza...
Cucito

Come realizzare un centrino con la tecnica del chiacchierino

Il chiacchierino rappresenta una tecnica che viene utilizzata per realizzare graziosi lavori a mano, come ad esempio centrini, pizzi, merletti, tovaglie o addirittura collane. Molto in voga a metà del secolo scorso, questa tecnica è divenuta oggi un...
Cucito

Come cucire un pizzo sangallo

Il pizzo sangallo prende il nome dalla città svizzera di San Gallo divenuta, a partire dal XIX secolo, una esportatrice internazionale di questi tipi di ricami. Chi intende visitare questa splendida cittadina non dovrà infatti mancare di fare una capatina...
Cucito

Come applicare il pizzo alla gonna

Ogni donna ama vestirsi bene, con eleganza e con charme, ma non è facile adeguare lo stile spendendo poco e che stia bene indossato. Abbiamo in commercio diversi tipi di tessuti e di abbigliamento, magari come una bella gonna con delle applicazioni in...
Cucito

Come cucire i profili in pizzo

Il pizzo: fresco, malizioso, delicato, fragile. Un bordo in pizzo piace sempre ed è alla moda. Impreziosisce ed ingentilisce qualsiasi capo, rendendolo unico ed estremamente versatile. Fa la sua bella figura sulle tasche o sui bordi dei jeans, sui profili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.