Come avvitare su una superficie di legno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Senza dubbio, il legno è uno dei materiali più utilizzati sia in casa che fuori, dal momento che ben si abbina non solo a qualsiasi tipo di arredamento, ma anche a qualsiasi tipologia di necessità. Utilizzare delle viti, in particolare, per il legno offre notevoli vantaggi rispetto ad altri tipi di fissaggi. Infatti si possono facilmente levare e staccare i pezzi qualora se ne presenti l'occasione. Oltretutto, la filettatura delle viti si ancora saldamente alle fibre del legno e, permette quindi un assemblaggio molto robusto con uno sforzo, si può proprio dire, davvero minimo. Non è complicato effettuare un'operazione di questo tipo e i risultati sono davvero soddisfacenti. Attraverso questa guida vi verrà indicato come avvitare su una superficie di legno.

27

Occorrente

  • svasatore
  • trapano
  • cacciavite
  • viti
37

Iniziamo con il dire che esistono parecchi tipi di viti da legno; a testa piatta o bombata, in acciaio dolce. Le misure variano tra i 15 e i 50 millimetri di lunghezza. È necessario, quindi, avere ben chiara la tipologia che fa maggiormente al caso nostro, per effettuare un lavoro preciso e perfetto. Per applicare una vite, dobbiamo, come prima cosa, praticare un piccolo foro di invito, profondo circa la metà della lunghezza della vite, usando un punteruolo per legni teneri, oppure un succhiello o un trapano (a patto che questo sia dotato di una punta molto sottile).

47

Una volta praticato il foro, dobbiamo procedere con l'inserimento della vite e, cominciare ad avvitarla con un cacciavite di misura adatta al taglio che si trova sulla testa della vite stessa. Il cacciavite deve essere impugnato saldamente sull'estremità del manico, facendolo poggiare sul palmo della mano destra mentre, con la sinistra, si mantiene la lama in posizione corretta facendo in modo che possa ruotare tra le dita appena socchiuse. Naturalmente poi ognuno può impugnarlo come crede, ma questa è la procedura più corretta.

Continua la lettura
57

Tuttavia, se la vite ha difficoltà ad entrare, meglio non insistere, ma piuttosto estrarla, strofinare la parte filettata con un po' di sapone asciutto, e poi rimetterla in sede. Se questo accorgimento non dovesse ancora bastare, occorrerà allargare leggermente il foro di invito. Se vogliamo applicare delle viti che risultino invisibili dobbiamo, con uno svasatore o una punta di diametro clicoidale, allargare la parte superiore del foro di invito, in modo che, nel momento in cui andremo a serrare la vite, la testa della stessa entri nella svasatura. Termineremo, a questo punto, il lavoro ricoprendola con del semplicissimo stucco, per renderla invisibile.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Consigli per avvitare un bullone senza la chiave inglese

Quando dobbiamo avvitare un bullone e non abbiamo a disposizione una chiave inglese, è necessario trovare una soluzione alternativa, senza però danneggiare la testa che lo renderebbe inutilizzabile. A tale proposito in questa lista ci sono alcuni consigli,...
Bricolage

Come sagomare l'impiallaccio di una superficie

I lavori di bricolage per molti rappresentano un vero e proprio tabù. In realtà basta avere un pizzico di impegno, un po' di sana iniziativa e la predisposizione verso i lavori manuali per ottenere davvero dei risultati davvero inaspettati. Ovviamente...
Bricolage

Come forare una superficie di ceramica

Dispiace sempre dover forare la ceramica, ma a volte bisogna farlo. Capita quando installiamo un lavandino, fissiamo una lampada alla parete del bagno o cucina e così via. La ceramica esiste in commercio con spessori differenti che ne determinano maggiore...
Bricolage

Come pulire e riempire le giunzioni di una superficie lastricata

Se abbiamo appena rivestito una superficie lastricata con piastrelle, è importante riempire le giunzioni non prima di averle pulite, in modo che lo stucco utilizzato successivamente, aderisca perfettamente e garantisca poi il top dal punto di vista...
Bricolage

come tinteggiare una superficie con la tecnica della cenciatura

Tinteggiare casa è un lavoro che con un po' di pazienza possiamo eseguire da soli, senza dover spendere grandi cifre per un imbianchino. Quando poi si è acquisita tecnica, si possono sperimentare anche metodi diversi dai classici pennelli e rulli. Per...
Bricolage

Come colorare con ossidi e pigmenti in polvere una superficie smaltata

Se in soffitta abbiamo trovato un vecchio vassoio smaltato oppure un piatto particolarmente decorato, possiamo colorarlo utilizzando invece delle tradizionali tempere o altre vernici acriliche, dei prodotti naturali ricavati dall'ossidazione di diversi...
Bricolage

Come eliminare la vernice dal legno

Alla base di ogni buona verniciatura, c'è sempre la preparazione della superficie la quale, se non viene adeguatamente predisposta, si può facilmente deteriorare. Il sistema più rapido per eliminare la vernice dal legno, è quello di utilizzare la...
Bricolage

Come eliminare le bolle nelle superfici in legno

La mobilia delle nostre case può essere di vario tipo. I legni che si impiegano per realizzare una cassettiera, un armadio, un tavolo o una credenza possono provenire da piante differenti. Quando abbiamo a che fare con le superfici in legno, uno dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.