Come bucare il granito

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno dei materiali maggiormente utilizzati in campo edile e nel mondo dell'arredamento è sicuramente il granito. Esso è di fatto una roccia, fra le più diffuse al mondo, che permette di realizzare pavimenti, piani di lavoro e davanzali per finestre o terrazzini, di una tenuta formidabile. Il granito infatti, una volta raccolto, viene lavorato da imprese con operai altamente specializzati e reso fruibile per chi avesse voglia di utilizzarlo per arredare casa propria (e non solo). Una delle "pecche" di tale materiale è che spesso si potrebbe aver bisogno di forarlo per effettuare particolari tipologie di lavori, sicuramente un passaggio non facile, data la premessa in cui vi abbiamo spiegato che solitamente lavorazioni su questa roccia vengono effettuate da persone specializzate nel farlo. Tuttavia oggi il nostro intendo è quello di proporvi una guida che vi faciliti il compito di bucare il granito, sperando di esservi fortemente utili in tal senso. Allora non perdiamo tempo e mettiamoci a lavoro!

26

Occorrente

  • Lastra di granito.
  • Trapano.
  • Punta di diamante.
  • Acqua.
36

Pianificare il lavoro

Il granito è una roccia molto dura. Proprio per questo che è necessario utilizzare degli attrezzi specifici per potergli applicare dei fori e tagliarlo. Innanzitutto, per svolgere questa operazione nel massimo della sicurezza, è opportuno indossare dei guanti, una mascherina e un paio di occhiali. Successivamente, si può iniziare il lavoro. Il primo passo consiste nel delimitare la zona da forare. Si può utilizzare del nastro adesivo sul limitare della parte. Con una penna sarà possibile disegnare il punto esatto del foro.

46

Utilizzare il trapano per forare

A questo punto, si deve prendere il trapano e lo si deve regolare in base alle proprie necessità. In particolare, vi si deve inserire la punta apposita per lavorare il granito. Si tratta di una punta di diamante. Si deve puntare il trapano sul segno fatto in precedenza con la penna sul granito e si può azionare. La pressione inizialmente deve essere molto leggera. Prestare molta attenzione a mantenere il trapano ben saldo per prevenire incidenti.

Continua la lettura
56

Migliorare il lavoro

Con la punta di diamante è preferibile formare un angolo di 90°. Per rendere l'operazione di foratura più agevole, si può anche muovere la punta su e giù all'interno e all'esterno del granito. La foratura del granito tenderà a surriscaldare molto la punta del trapano. Quindi si consiglia di gettare dell'acqua di tanto in tanto sia sulla punta che sul foro. Questa procedura oltre ad evitare il surriscaldamento della punta eviterà anche la produzione di polvere, e quindi di poter procedere il lavoro con maggior serenità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Indossare guanti, occhiali e mascherina.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire con il marmo

Il marmo è sempre stato sin dai secoli antichi un materiale pregiato, dal costo elevato. Vuoi per la disponibilità nelle cave, per la bellezza e la durabilità nel tempo è sempre stato un valido materiale per costruzioni e sculture. Ha quindi diversi...
Materiali e Attrezzi

Come perforare la ceramica smaltata

Prima di effettuare qualsiasi lavoro in casa è opportuno informarsi sui materiali da trattare e sugli strumenti da utilizzare per evitare di causare danni irreparabili. Uno dei materiali più delicati da lavorare è senza dubbio la ceramica smaltata;...
Materiali e Attrezzi

Come intagliare la pietra leccese

La pietra leccese è di origine calcarea risalente a circa 21 milioni di anni fa; infatti, la compattezza, il colore e la struttura, sono dovute ai suoi componenti base (silicio e granito), le cui principali varietà sono la dorata pallida, la bianca...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere il fimo per le proprie creazioni

Il fimo, chiamato anche argilla polimerica, è una specie di plastilina sintetica induribile a base di polivinile polimero di cloruro (PVC). Essa tipicamente non contiene minerali argillosi, ma viene aggiunto un liquido di particelle secche fino al raggiungimento...
Materiali e Attrezzi

Come dipingere una scala a chiocciola

Se abbiamo una scala a chiocciola in legno o in ferro, possiamo dipingerla utilizzando materiali e prodotti specifici per ogni tipologia. Per il legno infatti ci sono delle aniline naturali, mentre per il ferro delle ottime vernici acriliche, oggi disponibili...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere una smerigliatrice

Tra i tanti utensili utili in casa per piccoli lavori di riparazione o di bricolage di qualsiasi genere sia legno, ferro o semplicemente resina e fimo, troviamo la smerigliatrice. Si tratta di un utensile a motore, corredato sui due lati di perni filettati....
Materiali e Attrezzi

Come riparare il marmo scheggiato

Il marmo viene spesso scelto per il suo valore estetico e per i suoi colori tenui; inoltre, le venature uniche di questa pietra naturale possono aggiungere eleganza e stile a qualsiasi ambiente od oggetto della casa. Il marmo è comunemente utilizzato...
Materiali e Attrezzi

Come forare alla perfezione con il trapano

Forare alla perfezione con il trapano può sembrare un'operazione facile, ma bisogna prestare molta attenzione, ed essere il più precisi possibile, prendere visione del lavoro da fare, le giuste misure da prendere attentamente e, soprattutto non arrecare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.