Come calcolare il consumo elettrico di un motore

Tramite: O2O 20/02/2016
Difficoltà: media
17

Introduzione

Qualsiasi motore elettrico ha sia un consumo che un costo. Per poter conoscere in maniera approfondita e dettagliata le caratteristiche tecniche dei motori elettrici, e andare a stabilire il consumo a chilometro dei veicoli quali motocicli, scooter, automobili, ecc., è necessario leggere con molta attenzione la targhetta acclusa al motore. Solamente in questo modo, infatti, potremmo comprendere e conoscere tutti i suoi requisiti per poter andare a calcolare quello che è il consumo elettrico. In questa guida vedremo, appunto, come possiamo calcolare, in maniera molto semplice, il consumo elettrico di un motore.

27

Occorrente

  • pinza amperometrica, voltometro.
37

Innanzitutto bisogna conoscere l'unità di misura del consumo, che viene espresso in ampere, ed è possibile andarlo a misurare utilizzando la pinza amperometri-ca. Per quanto concerne la tensione, ossia i Volt che sostengono il motore, invece, bisogna andare a utilizzare il voltometro per ottenere la misurazione. Ancora, per conoscere la potenza elettrica è necessario applicare questa formula: P=? 3. U. I cos 0,9 (valore medio). L'unità di misura usata è il Kw, mentre per il consumo energetico useremo il Kwh.

47

La potenza di un motore è data dalla coppia motrice per i giri del motore stesso, in base a questo abbiamo la seguente formula: W = (Nm x r pm x 2 ?) : 60, ossia: watt uguale a newton-metri per i giri dell'albero per due volte pi greco diviso 60. L'equivalente del consumo del motore elettrico si ottiene, invece, andando a effettuare il seguente calcolo RI ^ 2 = VI = V ^ 2R cioè si moltiplica la resistenza per l'intensità di corrente al quadrato, uguale al voltaggio di intensità, uguale ancora al voltaggio al quadrato diviso la resistenza, il tutto moltiplicato per il rendimento totale. In questo modo, dopo aver effettuato tutti i precedenti calcoli, otterremo il valore della potenza meccanica.

Continua la lettura
57

Il calcolo della potenza dei motori implica tutta una serie di differenti fattori: prima di tutto bisogna conoscere il rendimento dei vari componenti, come, per esempio, il rendimento della camera a scoppio, il rendimento volumetrico, il rendimento delle demoltiplicazione del cambio. Per poter ottenere tutte queste informazioni bisogna far girare il motore elettrico, per mezzo della ruota del veicolo, al massimo, poiché solo attraverso questo procedimento si potrà andare a fare una stima della potenza erogata, per cui se ne ricaverà, appunto, la potenza. È proprio attraverso la ruota, infatti, che viene scaricata tutta la potenza a terra, e che vince gli attriti dovuti al rotolamento della stessa sul suolo. Per questo motivo le comparizioni dovrebbero essere eseguite anche dall'attrito delle ruote.

67

Conoscere bene le dinamiche e i consumi energetici del nostro veicolo ci aiuterà sicuramente a stabilire, con un'approssimativa certezza, il tempo di autonomia dello stesso, e fino a quando ci possiamo allontanare, o fin dove possiamo arrivare prima di esaurire completamente la nostra ricarica. Solo in questo modo, infatti, avremo il tempo necessario per recarci a una nuova colonnina per fare il pieno di energia e riprendere il nostro viaggio in tutto comfort e tranquillità.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Sostituzione cuscinetti motore elettrico

Per far si che un motore continui a funzionare nella maniera più corretta possibile, che sia quello di una macchina o semplicemente di un attrezzo da lavoro, alle volte è necessario effettuare un po' di manutenzione. Individuare il guasto e sostituire...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare il motore del trapano

L'utensile che trova maggiore impiego sia in ambito professionale che domestico è sicuramente il trapano. Grazie a questo attrezzo, infatti, è possibile effettuare diverse lavorazioni sia che ci si trovi a lavorare in piccoli laboratori amatoriali,...
Materiali e Attrezzi

Come ingrassare i cuscinetti di un motore

Se intendiamo pulire a fondo un qualsiasi motore elettrico, oltre alla pulizia esterna tipo la rimozione di ruggine e sporco, è necessario lubrificare la parte interna e soprattutto i cuscinetti a sfera, che sono fondamentali per il corretto funzionamento...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un avvitatore elettrico

Molti esperti del fai da te realizzano mobili, oggetti e progetti con le loro mani. I più esperti però sono in grado di realizzare dei progetti fai da te ben più ambiziosi che prevedono anche la costruzione di utensili atti alla costruzione di oggetti....
Materiali e Attrezzi

Come dimensionare la sezione di un cavo elettrico

Un cavo elettrico tipico contiene un filo che è spesso avvolto da un rivestimento esterno. La larghezza del filo determina il carico che può reggere in modo sicuro. Gli ispettori misurano i diametri dei fili per accertarsi che siano sicuri per l'uso...
Materiali e Attrezzi

Come leggere uno schema elettrico

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di schema elettrico. Nello specifico, come avrete potuto già comprendere tramite la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi Come leggere uno schema elettrico.Saper leggere...
Materiali e Attrezzi

Consigli nella scelta del martello elettrico

Per scegliere un martello elettrico, specialmente se non si è esperti nel campo, è bene farsi consigliare da personale qualificato. Potrebbe sembrare una sciocchezza, ma ci sono vari tipi di martelli elettrici in commercio e ciascuno di essi è più...
Materiali e Attrezzi

Come trovare la fase in un impianto elettrico

Ogni ambiente ospita impianti di diverso tipo e tra i più importanti troviamo quello elettrico. Il primo apparecchio che si incontra nell'impianto è il contattore istallato dall'azienda che fornisce l'elettricità. Questo è seguito da un interruttore...