Come calibrare uno sfigmomanometro aneroide

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il termine "sfigmomanometro" indica quello strumento usato per la misurazione della pressione arteriosa. Nasce nel 1800 e da quel momento diventa fondamentale per tutti i medici. Lo sfigmomanometro consente loro di tenere sotto controllo la pressione e la salute dei pazienti. Il primo sfigmomanometro era al mercurio. Con il tempo, conosciuta la pericolosità del mercurio, viene sostituito dallo sfigmomanometro aneroide. Trattandosi di un misuratore, di tanto in tanto necessita di manutenzione. Questa guida contiene tutte le informazioni su come calibrare uno sfigmomanometro aneroide.

28

Occorrente

  • Sfigmomanometro
  • Manometro
  • Connettore ad Y
38

Controllare l'integrità ed il funzionamento

Innanzitutto verifichiamo il funzionamento globale dello sfigmomanometro. Controlliamo l'integrità di tutte le sue parti e la presenza di perdite o danni. Queste si concentrano principalmente sul tubo dello sfigmomanometro. Ruotiamo la valvola dello sfigmomanometro. In questo modo controlleremo anche i suoi movimenti. Calibrare uno sfigmomanometro con movimenti anormali significherebbe tarare erroneamente lo strumento.

48

Svitare la lampadina

Con una mano prendiamo il tubo di gomma, quello posizionato vicino alla pompetta. Con l'altra mano svitiamo molto lentamente la lampadina dello sfigmomanometro. Si tratta di uno strumento molto delicato, per questo motivo procediamo sempre con molta cautela e con le dovute attenzioni.

Continua la lettura
58

Collegare manometro e sfigmomanometro

Arrivati a questo punto, inseriamo il connettore ad Y nell'estremità del tubo dello sfigmomanometro per connetterlo al manometro. Successivamente posizioniamo la lampadina nel connettore ad Y. Poi apriamo la valvola fino a sgonfiare del tutto la pompetta dello sfigmomanometro. Teniamo gli occhi sul manometro, strumento che serve per la lettura della pressione dello sfigmomanometro. Per calibrare correttamente lo strumento deve apparire lo stesso valore sul manometro e sullo sfigmomanometro, cioè 0 mmHg.

68

mm

Chiudiamo lentamente la valvola della pompetta fino ad arrivare a 200 mmHg. I livelli dello sfigmomanometro e del manometro devono risultare più uguali possibili. Annotiamo, in caso, eventuali differenze. Ecco il momento più difficile. Diminuiamo il livello della pompetta di circa 2 mmHg al secondo. Stando molto vicino a questo dato riusciremo a calibrare accuratamente lo sfigmomanometro. Appena viene raggiunto il valore di 100 mmHg, controlliamo il valore. Se la differenza supera oppure è pari a 2 mmHg rivolgiamoci all'assistenza. In caso contrario, cioè se non si manifesta alcuna discrepanza, avremo calibrato con successo lo sfigmomanometro.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Procediamo con estrema cautela trattandosi di uno strumento di misurazione molto delicato
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come calibrare una sonda di temperatura

Quando si parla di sonda di temperatura si fa riferimento ad un accessorio che rientra nell'ambito delle caldaie. Il funzionamento regolare della caldaia, ossia la sua capacità di fornire acqua calda e alimentazione continuata ai riscaldamenti, è assicurato...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare un metal detector

In questa bella guida, vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter calibrare per bene ed in modo preciso, un metal detector, in modo tale da poterlo eseguire quando ne avremo veramente bisogno. I rivelatori di metalli, meglio conosciuti...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare un termometro per la carne

Un termometro per la carne è uno dei cosiddetti termometri alimentari, ed è utilizzato appunto per misurare la temperatura della carne, così da poterla cuocere perfettamente. Uno strumento molto utile sopratutto per cotture e arrosti particolari che...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare uno spettrofotometro ad infrarossi

Ogni strumento scientifico, per funzionare, necessita di una corretta e dettagliata manutenzione. Ciò accade con lo spettrofotometro ad infrarossi, che permette di determinarne le condizioni, prima di utilizzarlo su un campione specifico. Il primo controllo...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare un misuratore di portata

Un misuratore di portata è uno strumento che serve per calcolare la massa volumetrica dei liquidi, ed è simile a quello che vediamo girare nel contatore dell’acqua, oppure in una colonnina dei distributori di carburante, indipendentemente se si...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare un conduttimetro

ll conduttimetro, meglio conosciuto con il nome di conducimetro, è un tipo di strumento che ha come funzione quella di misurare la conduttività elettrica di un materiale oppure di una soluzione. La capacità che possiede in sè un materiale nella conduzione...
Materiali e Attrezzi

Come calibrare una bussola magnetica

L'uso della bussola è fondamentale in mare aperto o in vasti spazi, dove non possiamo avere punti di riferimento, così come in presenza di riferimenti per localizzarsi goniometricamente rispetto a essi. Utilizzata insieme ad un orologio ed un sestante...
Materiali e Attrezzi

Consigli di calibrazione di una bussola analogica

Se abbiamo una bussola vecchio tipo ovvero analogica, quindi con il classico ago magnetico, è importante affinché funzioni correttamente calibrarla, e per fare ciò è necessario trattarla praticamente come un orologio; infatti, ci sono alcuni piccoli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.