Come Cambiare Il Flessibile Della Tua Doccia In Caso di Rottura

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il più delle volte, ci troviamo nelle nostre case a fare i conti con piccole scocciature che, in quel momento, ci sembrano davvero insormontabili, soprattutto per il fatto che molti di noi non hanno grande dimestichezza con il fai-da-te. In particolare, nella presente guida, spiegherò come cambiare il flessibile della tua doccia in caso di una eventuale rottura. Come vedrai nei passi seguenti, questa operazione può, in alcuni casi, risultare molto semplice e ti eviterà di spendere inutilmente dei soldi per chiamare un'esperto del settore che eseguirà per te la riparazione. Iniziamo!

27

Occorrente

  • Flessibile nuovo
  • Pinza
37

Innanzitutto, non c'è assolutamente da vergognarsi, anche perché nessuno nasce predisposto a determinate cose. La manualità in alcuni lavoretti arriva, infatti, dopo tanti anni di dura pratica. Il bagno poi è sicuramente fra le zone della casa più soggette a problemi, soprattutto quando ti ritrovi a camminare in delle vere e proprie pozze d'acqua. Ciò avviene nel momento in cui si rompe qualche flessibile collegato ai canali d'acqua presenti nel tuo bagno. Normalmente, quando avviene la rottura del flessibile del lavandino, è consigliabile chiamare un idraulico, poiché fornito degli attrezzi giusti e di tanta esperienza, anche perché con la rottura di quel tipo di flessibile ti potresti trovare con l'intera casa sommersa di acqua.

47

Nel caso di rottura del flessibile della doccia, comunemente chiamato cordella, potrai dilettarti ad aggiustarlo da solo, in quanto si tratta di un'operazione molto semplice. Per prima cosa, dovrai acquistare un flessibile per doccia, in commercio lo si trova al massimo al costo di 4 euro, recandoti presso uno qualunque negozio di bricolage o presso una ferramenta. Dopo aver fatto ciò, all'attaccatura fra flessibile e canale dell'acqua, cerca di svitare il dado che collega le due parti; dovresti tranquillamente riuscire solo con l'ausilio delle tue mani.

Continua la lettura
57

Tuttavia, se questo risulta molto stretto, potresti aiutarti con una pinza. Successivamente, fai la stessa cosa nella parte finale del flessibile, ossia quello attaccato alla doccia. Eliminato il flessibile rotto, procedi a fissare il nuovo flessibile come accennato in precedenza, solo che invece di svitare, dovrai avvitare. Seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, riuscirai finalmente a sostituire da solo il flessibile della tua doccia, mentre per tubazioni più complesse è sempre meglio rivolgersi ad un esperto. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sostituire un tubo flessibile

Capita spesso che dietro al nostro lavandino, al bidet, o allo scaldabagno elettrico, ci siano delle perdite. Spesso la causa è data da un tubo flessibile, che a causa dell'età il più delle volte, perde una parte delle sue proprietà meccaniche e inizia...
Casa

Come sostituire un flessibile dello scaldabagno

Capita spesso che il flessibile che allaccia lo scaldabagno elettrico all'impianto idraulico di casa si buchi e quindi occorre sostituirlo. Certo chiamare un idraulico comporta una spesa anche se non eccessiva. Se vi siete precedentemente cimentati in...
Casa

Come montare un sifone flessibile per il lavandino del bagno

Gli intoppi idraulici in bagno sono davvero gli inconvenienti domestici più fastidiosi e, spesso, richiedono investimenti di denaro non previsti né tanto meno desiderati. Anche a voi piacerebbe saper sistemare il lavandino del bagno in maniera autonoma...
Casa

Come rimuovere una colonna doccia

Se nella nostra stanza da bagno abbiamo installato una colonna doccia, ed intendiamo rimuoverla per eliminarla definitivamente oppure sostituirla con una ex novo, è importante eseguire il lavoro con accortezza per evitare di danneggiare le piastrelle...
Casa

Come creare un doccia effetto pioggia col faidate

Se vi piacerebbe decisamente avere nella vostra doccia un bel getto a pioggia ad ampia copertura, che massaggi dolcemente le vostre spalle e sia nel contempo funzionale ed economica, con una spesa irrisoria e con un minimo di abilità manuale nel faidate,...
Casa

Come montare la cabina doccia

Chi di noi non ha una casa di recente costruzione e/o ristrutturazione, si sarà trovato nelle condizioni di dover cambiare la cabina doccia, soprattutto se sono trascorsi molti anni dalla sua installazione. Non è lavoro da tutti, ma per chi ha un po'...
Casa

Come sostituire il deviatore della doccia

Il deviatore è quell'elemento del rubinetto che ci da la possibilità di arrestare l'uscita dell'acqua da un rubinetto, per deviarla appunto ad un'altra uscita. Questo sistema è largamente utilizzato quando, all'interno di un bagno di dimensioni ridotte,...
Casa

Come montare un miscelatore termostatico per la doccia

Fare la doccia, per alcune persone non serve solo per curare la propria igiene personale, ma è anche qualcosa di molto rilassante. Ci sono però degli eventi non molto piacevoli, come quando in inverno nel bel mezzo di una doccia calda, avete un getto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.