Come cambiare il manico del rastrello

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Col tempo e l'intensità dei lavori gli attrezzi da giardinaggio come vanghe, zappe e rastrelli dal manico in legno, possono rompersi. In genere, si formano delle fessure che portano in seguito alla formazione di pericolose schegge. Si distinguono due tipologie di rastrello: quello a ventaglio e quello con la barra dentata di ferro. Il primo ha i denti ricurvi e viene impiegato solitamente per raggruppare le foglie oppure il fieno. Quello con la barra dentata di ferro, invece, si adopera per rompere le zolle del terreno. Ovviamente, pur essendo molto robusto, il rastrello è soggetto ad usura. Non disperare. Non dovrai necessariamente comprarne uno nuovo. Potrai cambiare il pezzo, senza rinunciare al tuo rastrello. Ma vediamo come fare.

27

Occorrente

  • rastrello, manico nuovo, cacciavite, coltellino, raspa, pialla, penna, trapano, colla
37

Per cambiare il manico di un rastrello non rivolgerti a personale esperto. Non spendere neppure denaro per acquistarne uno nuovo. I passaggi per la sostituzione sono semplici ed eseguibili in poco tempo. Dovrai infatti estromettere il vecchio manico dal manicotto in metallo oppure in ferro. Con un cacciavite, preferibilmente a punta piatta, rimuovi la vite che regge la barra dentata. Acquista il pezzo presso un qualsiasi ferramenta. In tal senso, rispetta la circonferenza e le dimensioni. Opta per un manico in legno di acero oppure di frassino (materiali molto più resistenti e longevi). Per farlo rientrare nel manicotto procurati un coltellino, una raspa ed una pialla.

47

Lascia un segno sul manico nuovo ed assottiglia eventualmente il diametro con il coltellino. Ovviamente, vai a levigare le eventuali imperfezioni, con la raspa oppure la pialla. Durante questa fase, effettua un'attenta ispezione dell'interno del manicotto. Prima di inserire il nuovo manico, verifica la presenza di eventuali pezzettini di legno. Quindi, estraili con uno scalpello ed un martello. A manicotto pulito, inserisci a questo punto il nuovo manico del rastrello. Impiega un'adeguata pressione per spingerlo in profondità. Metti un segno per il foro di entrata della vite, preferibilmente con diametro più piccolo di quella originale.

Continua la lettura
57

Realizza il foro e quindi rimuovi l'eventuale segatura formatasi. Fai entrare completamente il nuovo manico in legno all'interno del manicotto. Magari sbattilo più volte a terra. A questo punto, allinea perfettamente i due fori ed inserisci la vite al suo posto. Avvitala con il cacciavite a testa piatta, ed hai finito. Cambiare il manico di un rastrello è una procedura molto semplice. Potrai procedere in egual modo anche con altri attrezzi da giardinaggio, come zappe oppure vanghe. Ricordati la manutenzione regolare dei tuoi attrezzi da giardinaggio. In tal senso, dureranno di più e senza crearti problemi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per mantenere sempre funzionale il manico, spennellalo (quando non ci sono rotture) con dell'olio di lino almeno una volta all'anno.
  • Per distaccare facilmente la parte metallica a tenaglia riscaldala con una fonte di calore, per permettere la dilatazione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come cambiare colore ai fiori

Con l' inizio della bella bella stagione cresce in noi la voglia di abbellire e rendere più accogliente la nostra casa con piante e fiori, magari giocando sugli accostamenti di colore. È possibile inoltre dar vita a delle composizioni cromatiche, creando...
Giardinaggio

Come cambiare colore ad un tulipano

Non bisogna essere necessariamente dei maghi esperti per fare questo esperimento. Ma è semplicemente un simpatico gioco della natura che potra' rendervi più piacevole l'arredamento di casa in quanto ogni giorno potrete avere dei fiori sempre diversi....
Giardinaggio

Come cambiare la testina al decespugliatore

Il decespugliatore è un attrezzo utilizzato maggiormente per i piccoli lavori di manutenzione del giardino. Essendo soggetto a frequenti urti, la testina dopo un certo periodo può usurarsi. La testina si compone, in genere, di diversi elementi, che...
Giardinaggio

Come cambiare l'olio al tosaerba

In questa guida parleremo del tosaerba, ma più nello specifico di come fare per cambiare l'olio al tosaerba. Partiamo con il dire cos'è un tosaerba e a cosa serve. È uno strumento che viene molto utilizzato soprattutto nelle campagne dove sono molto...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Farro

Il farro è uno dei cereali più diffusi, e per coltivarlo si adottano tecniche molto semplici e senza l'uso di particolari macchinari. A livello industriale è necessario un aratro, ma per la coltivazione in un fazzoletto di terra dell'orto di casa,...
Giardinaggio

Come cambiare la barra della motosega

Siete potatori, boscaioli o giardinieri? Che lo siate per professione o per hobby, sicuramente utilizzerete la motosega e saprete sicuramente che a lungo andare la barra su cui scorre la catena, a forza di sfregare sul legname, tra tronchi, rami e via...
Giardinaggio

Come livellare il terreno

Prima di coltivare qualsiasi pianta in giardino, o se bisogna installare una piscina, è necessario il terreno sia ben livellato. Se il terreno è relativamente livellato, degrada più lentamente e non occorre poi livellare eventuali strutture che verranno...
Giardinaggio

Come posare un bordo di paletti in legno

Quando si avvicina la bella stagione e, si ha voglia di trascorrere del tempo all'aria aperta, nulla è più piacevole che godersi il sole primaverile nell'intimità del proprio giardino. Coloro che hanno il pollice verde poi, sanno quanto può essere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.