Come cambiare il sifone di un lavandino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con i tanti problemi legati alla crisi economica, risparmiare qualche soldino per le riparazioni domestiche non fa male a nessuno. Se abbiamo un lavandino che presenta delle perdite dovute al sifone, anziché chiamare un idraulico per sostituirlo, possiamo riparare il guasto autonomamente, è sufficiente un minimo di pratica nel fai da te, e la disponibilità di alcuni semplici attrezzature.
Vediamo dunque, con questa guida, come cambiare il sifone di un lavandino.

26

Occorrente

  • Sifone
  • Chiave inglese
  • Pinze
  • Stoppa
  • Grasso al silicone
36

Acquisto dell'occorrente

Per cambiare il sifone di un lavandino, prima di iniziare a smontare quello vecchio, dobbiamo controllarne la sua dimensione e forma, così da poterci recare presso un negozio che vende ricambi ed acquistarne uno nuovo, completo di accessori e di tutto l'occorrente per l'assemblaggio, della corretta forma.
Per quando riguarda i nuovi ricambi per i sifoni, è bene sottolineare che, rispetto al passato dove si utilizzavano raccordi e tubazioni metalliche, oggi questi sono tutti in PVC ed il fissaggio avviene semplicemente ad incastro con guarnizioni e silicone.

46

Disinstallazione del vecchio sifone

Possiamo dunque iniziare il lavoro smontando il vecchio sifone, tramite delle pinze ed una chiave inglese onde evitare che durante lo sforzo si allentino anche le giunture fisse del lavabo. Una volta rimosso il vecchio sifone, diamo una ripulita alle filettature, eliminando anche la stoppa utilizzata in precedenza. La pulizia delle filettature dobbiamo farla con dell'alcool in maniera molto accurata, altrimenti potremmo riscontrare problemi con l'installazione del nuovo sifone del lavandino. Soltanto adesso, possiamo preparare il nuovo sifone, corredandolo delle rispettive guarnizioni, e fissare il pezzo che va collegato agli scarichi di ogni singola vasca del lavandino.

Continua la lettura
56

Installazione del nuovo sifone

Prima di procedere con l'avvitatura, sulla filettatura conviene applicare del grasso a base di silicone così da evitare di intaccare i fili, con il rischio di spanarla irrimediabilmente, trattandosi comunque di materie plastiche. Dopo aver atteso una mezz'ora, giusto il tempo che il collante faccia un minimo di presa, possiamo procedere con la posa delle altre tubazioni annesse al sifone. In particolare dobbiamo inserire, sempre ad incastro o tramite avvitatura con filettatura, i vari tubi a forma di gomito. Terminata l'installazione è buona norma procedere ad una stretta finale di tutte le giunture, prima di passare al collaudo del sistema. Dobbiamo infatti verificare che non risultino perdite durante la fase di scarico del lavandino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è solo a scopo informativo.
  • Cerca di fare le cose con calma e segui attentamente ogni passo della guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come sostituire un sifone del lavello che perde

La cucina è forse uno degli ambienti domestici più vissuti. Molte volte è questo il luogo dove oltre alla colazione, al pranzo, alla cena e agli spuntini, si trascorre il tempo a conversare, a guardare un film, a sistemare qualcosa, a volte perfino...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare la catena della motosega

La motosega è un attrezzo munito di propulsore a combustione interna a due tempi. Nella maggior parte dei casi, la sua alimentazione si concretizza tramite un mix di olio e benzina. Non mancano, tuttavia, modelli in grado di funzionare con un motore...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare la pietra focaia dello zippo

L'accendino zippo nasce attorno al 1932, nella città di Bradford negli Stati Uniti d'America. Venne creato per prendere in giro un accendino austriaco che non ottenne lo stesso successo. Il suo nome nasce dalla moda che in quegli anni imperversava per...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare il disco della smerigliatrice

Se avete una smerigliatrice elettrica dotata quindi di un apposito disco, quando quest'ultimo si consuma va ovviamente sostituito. L'operazione non è affatto difficile, ma tuttavia richiede alcune accortezze sia per quanto riguarda lo smontaggio che...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare le spazzole di un tassellatore

Il tassellatore elettrico è un'oggetto multifunzionale e molto semplice da adoperare. Serve per lavoretti 'fai da te', ma è utile anche per lavori più complicati quali demolizioni, scrostatura, ecc. È uno strumento in grado di martellare e perforare...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare l'olio della motosega

La motosega è un attrezzo fondamentale per andare a tagliare tronchi e rami presenti nel nostro giardino, proprio perché riesce a farci raggiungere questo fine, in un tempo limitatissimo, attraverso dei tagli netti. Di fondamentale importanza è tenere...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare il cavo del freno della bicicletta

La bicicletta tra le tante funzionalità ha ovviamente un impianto frenante, che si compone di un cavo che viene teso nel momento stesso che si aziona l'apposita pinza situata sul manubrio. Spesso capita tuttavia che bisogna sostituirlo in quanto si...
Materiali e Attrezzi

Come cambiare il motore del trapano

L'utensile che trova maggiore impiego sia in ambito professionale che domestico è sicuramente il trapano. Grazie a questo attrezzo, infatti, è possibile effettuare diverse lavorazioni sia che ci si trovi a lavorare in piccoli laboratori amatoriali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.