Come cambiare la guarnizione del lavandino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La guarnizione del lavandino funziona silenziosamente sotto il lavello e il suo compito è quello di evitare che fuoriesca l'acqua dalle tubature. La parte visibile dello scarico del lavandino, chiamata "flangia", è collegata sotto con un pezzo di tubatura rettilinea, chiamata "cordiera". Nella parte superiore della cordiera, appena sotto lo scarico, c'è la guarnizione, che è tenuta in posizione da una grande noce chiamata "dado stipite". Nella seguente guida, passo dopo passo, vi indicheremo proprio come cambiare la guarnizione del lavandino.

26

Tirare la filatura dai tubi

Prima di iniziare, è necessario chiudere l'acqua con l'apposita chiavetta che potete trovare sotto al lavello stesso. Ciò contribuirà ad impedire a chiunque di aprire il rubinetto accidentalmente. Ruotate la manopola in senso antiorario per chiudere l'alimentazione dell'acqua. Per evitare un eventuale fuoriuscita di acqua durante questa operazione, mettete un secchio o qualsiasi altro contenitore, sotto alla tubatura. Allentate i giunti con le pinze e tirate la filatura dai tubi. Fate molta attenzione, in quanto il tubo principale sarà pieno di acqua stagnata e male odorante.

36

Estrarre la guarnizione

Allentate il dado stipite con le pinze, situato appena sotto la fuga. Se dovesse risultare chiuso ben stretto, cospargete alcune gocce di lubrificante (anche l'olio da cucina va bene), sul dado e lasciate riposare per qualche minuto. In questo modo, il dado stipite sarà più facile da svitare. Estraete la guarnizione di gomma, che si trova appena sotto lo scarico. Se vi risulta marcia, potrebbe essere necessario anche solo raschiarla con una spatola togliendo solo le parti danneggiate e pulite la parte inferiore dello scarico. È consigliato rimuovere gli eventuali detriti o tracce di muffa; lasciate asciugare il tutto. Infine, inserite la nuova guarnizione, acquistata negli appositi negozi di ricambi per idraulici.

Continua la lettura
46

Procedere alla sostituzione

Terminato tutto il procedimento, Infilate il dado stipite facendolo scorrere fino in fondo e stringete con le pinze. Bisogna pulire la filettatura sul tubo di ingresso e la cordiera e sigillare con un nastro dell'idraulico. Aprite di nuovo l'acqua con la chiavetta e aprite il rubinetto per assicurarvi che non ci siano eventuali perdite. Tenete la punta del mastice contro il bordo del lavandino ad un angolo di 45 gradi, al fine di garantire che il mastice sia applicato in modo ordinato. Applicate infine il mastice in lungo e premerlo delicatamente con le mani contro il lavandino.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come installare un sifone a bottiglia

Quando c'è da eseguire qualche piccolo grande lavoretto domestico, non sempre è necessario ricorrere ad un esperto. La semplice chiamata ad un fabbro, un idraulico o un elettricista, può arrivare a costare anche 30 o 40 euro, senza contare il costo...
Casa

Come sostituire un rubinetto danneggiato

Molto spesso la nostra abitazione nel corso del tempo necessita di piccoli lavoretti di manutenzione. Esistono svariati ambiti nei quali agire per rinnovare o aggiustare alcuni elementi fondamentali della nostra casa. In questa guida ci focalizzeremo...
Casa

Come sbloccare lo scarico del lavandino

Quando un lavandino è bloccato e proprio non si riesce a liberarlo dall'intasamento nonostante le continue pressioni con la ventosa conviene chiamare un idraulico che venga a ripararlo. Tuttavia, con l'attuale crisi economica, risparmiare un po' di denaro...
Casa

come recuperare qualcosa nello scarico del lavandino

Sarà capitato un po a tutti che, un oggetto sia andato a finire accidentalmente nello scarico del lavandino. Tante sono le ragioni affinché possa verificarsi questo tipo d'incidente, le più probabili: quando abbiamo troppa fretta o perché non abbiamo...
Casa

Come sbloccare un sifone

All'interno dello scarico del lavandino, malgrado le dovute attenzioni, facciamo cadere tutta una serie di materiali tra cui resti di cibo e carta. Alcune volte la forza dell’acqua riesce comunque a trascinarli via, ma altre volte questo non accade...
Casa

Come aggiustare il rubinetto miscelatore

Spesso capita che all'improvviso nel rubinetto miscelatore ci siano delle perdite, che possono essere di lieve o alta gravità. Come tutti ben sappiamo chiamare l'idraulico anche per una semplice riparazione da mezz'ora ha un suo costo abbastanza elevato....
Casa

Come montare un lavabo semincasso

Il lavabo semincasso è quel tipo di lavandino che sfrutta in parte un piano d'appoggio e permette di risparmiare spazio e aggiungere un tocco di stile moderno al bagno. Per montarlo, bisogna stare molto attenti a non rovinare il piano che potrebbe essere...
Casa

Come montare un sifone flessibile per il lavandino del bagno

Gli intoppi idraulici in bagno sono davvero gli inconvenienti domestici più fastidiosi e, spesso, richiedono investimenti di denaro non previsti né tanto meno desiderati. Anche a voi piacerebbe saper sistemare il lavandino del bagno in maniera autonoma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.