Come cambiare la guarnizione del lavandino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La guarnizione del lavandino funziona silenziosamente sotto il lavello e il suo compito è quello di evitare che fuoriesca l'acqua dalle tubature. La parte visibile dello scarico del lavandino, chiamata "flangia", è collegata sotto con un pezzo di tubatura rettilinea, chiamata "cordiera". Nella parte superiore della cordiera, appena sotto lo scarico, c'è la guarnizione, che è tenuta in posizione da una grande noce chiamata "dado stipite". Nella seguente guida, passo dopo passo, vi indicheremo proprio come cambiare la guarnizione del lavandino.

26

Tirare la filatura dai tubi

Prima di iniziare, è necessario chiudere l'acqua con l'apposita chiavetta che potete trovare sotto al lavello stesso. Ciò contribuirà ad impedire a chiunque di aprire il rubinetto accidentalmente. Ruotate la manopola in senso antiorario per chiudere l'alimentazione dell'acqua. Per evitare un eventuale fuoriuscita di acqua durante questa operazione, mettete un secchio o qualsiasi altro contenitore, sotto alla tubatura. Allentate i giunti con le pinze e tirate la filatura dai tubi. Fate molta attenzione, in quanto il tubo principale sarà pieno di acqua stagnata e male odorante.

36

Estrarre la guarnizione

Allentate il dado stipite con le pinze, situato appena sotto la fuga. Se dovesse risultare chiuso ben stretto, cospargete alcune gocce di lubrificante (anche l'olio da cucina va bene), sul dado e lasciate riposare per qualche minuto. In questo modo, il dado stipite sarà più facile da svitare. Estraete la guarnizione di gomma, che si trova appena sotto lo scarico. Se vi risulta marcia, potrebbe essere necessario anche solo raschiarla con una spatola togliendo solo le parti danneggiate e pulite la parte inferiore dello scarico. È consigliato rimuovere gli eventuali detriti o tracce di muffa; lasciate asciugare il tutto. Infine, inserite la nuova guarnizione, acquistata negli appositi negozi di ricambi per idraulici.

Continua la lettura
46

Procedere alla sostituzione

Terminato tutto il procedimento, Infilate il dado stipite facendolo scorrere fino in fondo e stringete con le pinze. Bisogna pulire la filettatura sul tubo di ingresso e la cordiera e sigillare con un nastro dell'idraulico. Aprite di nuovo l'acqua con la chiavetta e aprite il rubinetto per assicurarvi che non ci siano eventuali perdite. Tenete la punta del mastice contro il bordo del lavandino ad un angolo di 45 gradi, al fine di garantire che il mastice sia applicato in modo ordinato. Applicate infine il mastice in lungo e premerlo delicatamente con le mani contro il lavandino.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come rendere idrorepellente un lavandino in gasbeton

Il gasbeton, nome commerciale del calcestruzzo aerato autoclavato, è un materiale da costruzione preconfezionato, noto soprattutto per la sua leggerezza e la sua resistenza, in particolare alle elevate e basse temperature. Fra i molti prodotti che è...
Bricolage

Come Installare Un Tritarifiuti Nel Lavandino

Il tritarifiuti è uno degli apparecchi poco presenti nelle case degli italiani. In commercio ne esistono di diversi modelli, che si distinguono in base alla potenza. Si tratta di apparecchi altamente efficienti, silenziosi, provvisti di sistemi anti-corrosione;...
Bricolage

Come applicare una guarnizione al telaio di una porta

Senza dubbio avere gli infissi prestanti significa molto. Infatti anche se il vostro edificio o la vostra abitazione in generale, è stata realizzata ormai tanti anni fa, il punto critico è rappresentato comunque dagli infissi. Anche se i muri che definiscono...
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto a vitone

Cambiare un rubinetto d'arresto a vitone non è un'operazione troppo complicata, e quindi se volete potete farlo da voi, senza bisogno di chiamare l'idraulico, e quindi risparmiare sul prezzo. In questa guida vi spiego come vi dovete comportare nel caso...
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto a sfera

I rubinetti, o valvole d'arresto, per chiamarli con il loro nome moderno, servono per aprire o chiudere l'acqua. Sono utilizzati negli scaldabagni, nelle caldaie o nei bagni separati. Svolgono, dunque, una funzione di intercettazione dell'acqua. Se si...
Bricolage

Come controllare le guarnizioni del frigorifero

Sostituire la guarnizione del frigorifero è un'operazione che rientra senz'altro tra quelle che sono appannaggio degli appassionati del fai-da-te. Affinché il frigorifero possa raffreddare sufficientemente, contenere i consumi nei limiti previsti dalla...
Bricolage

Come cambiare il filtro di un rubinetto d'arresto

Il rubinetto d’arresto svolge un ruolo fondamentale in un impianto idrico. Permette, infatti, di interrompere il flusso d’acqua in caso di perdite e danni. La corretta manutenzione del rubinetto d’arresto è essenziale per il funzionamento dell’impianto....
Bricolage

Come cambiare colore ad un mobile laccato

I mobili laccati sono i più difficili da tinteggiare nel caso si voglia cambiare colore; infatti la laccatura, contrariamente ad altri sistemi di colorazione o lucidatura, forma uno spessore simile ad un materiale plastico. La lacca infatti contiene...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.