Come cambiare un rubinetto d'arresto a vitone

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Cambiare un rubinetto d'arresto a vitone non è un'operazione troppo complicata, e quindi se volete potete farlo da voi, senza bisogno di chiamare l'idraulico, e quindi risparmiare sul prezzo. In questa guida vi spiego come vi dovete comportare nel caso che vi capiti di avere in casa un rubinetto rotto di questo tipo.

27

Occorrente

  • un piccolo cacciavite, del grasso, una guarnizione di gomma.
37

Prima di tutto dovete sapere che a seconda delle condizioni del vitone, esso si può riparare facilmente e rimettere esattamente al suo posto: basta che sia revisionabile, quindi dovete riuscire a capire da voi se questo è il caso del vostro rubinetto o no. Ricordatevi sempre, prima di iniziare qualsiasi tipo di lavoro idraulico, di chiudere il contatore dell'acqua. Al contrario di quello che si potrebbe credere, non è necessario chiudere il contatore generale dell'acqua in tutto il palazzo: basta soltanto chiudere il vostro fino al termine dei lavori, che comunque non dovrebbero, di norma, durare piu di due o tre ore.

47

Solitamente i rubinetti d'arresto a vitone apparentemente sono fatti come gli altri, ed al loro interno è presente un vitone con il premistoppa. Prima di aggiustarlo smontate le parti esterne della sua manopola, quindi smontate il vitone e controllate se per caso sono presenti incrostazioni di calcare. In questo caso, eliminatele con un apposito prodotto anticalcare, lasciandolo in loco per almeno un'ora.

Continua la lettura
57

Cercate di cambiare solo il vitone, se è possibile, in modo da non essere costretti a rompere le piastrelle e chiamare il muratore per la riparazione. Se non è possibile riavvitare il vitone originale in quanto è troppo rovinato dal calcare, prendetene un altro che sia della stessa identica misura e avvitatelo al posto di quello vecchio, cospargendolo di grasso in modo che giri meglio. Se invece volete riparare il rubinetto totalmente, procedete così: estraete con una chiave l'intero gruppo, vitone compreso, e rimuovete la manopola. Di solito il gruppo è trattenuto da una vite, che serve a tenere fermo l'albero calettato. Lo trovate sulla sommità del rubinetto: guardate bene perché a volte è un po' nascosto.

67

Dopo avere tolto la manopola, cercate il gruppo sul quale è montato il vitone. Adesso rimuovete il cappuccio, che di solito è incastrato. Quando trovate la guarnizione, che di solito è tenuta ferma da un piccolo dado cieco, svitatela con un piccolo cacciavite e sostituitela con una nuova, tenendo conto che le misure non saranno uguali in quanto con l'usura la gomma si dilata. Per inserire la guarnizione nuova, sceglietela che abbia la medesima misura del piattello. Sostituite anche il premistoppa, svitando il dado che trovate nella parte posteriore del vitone. Per rimontare il tutto, procedete facendo l'operazione inversa. Adesso il vostro rubinetto è perfettamente funzionante!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto a sfera

I rubinetti, o valvole d'arresto, per chiamarli con il loro nome moderno, servono per aprire o chiudere l'acqua. Sono utilizzati negli scaldabagni, nelle caldaie o nei bagni separati. Svolgono, dunque, una funzione di intercettazione dell'acqua. Se si...
Bricolage

Come cambiare il filtro di un rubinetto d'arresto

Il rubinetto d’arresto svolge un ruolo fondamentale in un impianto idrico. Permette, infatti, di interrompere il flusso d’acqua in caso di perdite e danni. La corretta manutenzione del rubinetto d’arresto è essenziale per il funzionamento dell’impianto....
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto incassato

i cosiddetti rubinetti d'arresto, detti anche valvole d'arresto servono, molto semplicemente, per aprire o chiudere il flusso dell'acqua in varie occasioni. Sono infatti utilizzati in diversi dispositivi, come ad esempio lo scaldabagno, una caldaia, ma...
Bricolage

Come cambiare la valvola di un rubinetto d'arresto

Il rubinetto d'arresto è una parte del sistema idrico di un'abitazione. È deputato alla chiusura della mandata, ovvero dell'ingresso dell'acqua dall'acquedotto. È situato in genere a monte del contatore, ma può essere posto anche in altri locali all'interno...
Bricolage

Come chiudere un rubinetto d'arresto

I rubinetti d'arresto servono per chiudere l'afflusso dell'acqua nelle tubature di un locale. Altro non sono che normali rubinetti, realizzati per lo più utilizzando come materiale l'ottone. Come del resto per tutte le cose, anche questi elementi, necessitano...
Bricolage

5 trucchi veloci se il rubinetto d'arresto perde acqua

All'interno e all'esterno delle abitazioni, può capitare che la rubinetteria sia soggetta a guasti di varia entità. Qualora si rompa la valvola di chiusura interna in maniera completa, sarà necessario intervenire con una sostituzione, utilizzando...
Bricolage

Come sbloccare un rubinetto d'arresto a sfera

Nel campo dell'idraulica, i rubinetti a sfera sono solitamente considerati di lunga superiori di quelli a farfalla poiché danno una migliore portata di acqua e sono più rapidi e maneggevoli nelle manovre di apertura e chiusura. Sono inoltre i più adatti...
Bricolage

Come verniciare un rubinetto

La casa rappresenta il luogo dove riponiamo i nostri pensieri, ma soprattutto dove ci si può rilassare. Le stanze vengono arredate in base al proprio gusto personale. Infatti bisogna scegliere il proprio stile. Quando vi sussiste un problema inerente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.