Come capire se un dipinto antico ha subito restauri

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le modifiche significative, nell'arte, possono compromettere il valore di un'opera e, proprio per questo, quando si ha intenzione di maneggiare un manufatto antico e di valore, bisogna prestare particolare attenzione e capire se ha subito restauri. Per sapere come capire se un dipinto antico ha subito restauri, a volte basta solo adottare qualche piccolo trucchetto che, in questa guida, vi mostrerò.

26

Occorrente

  • Lampada di Wood
  • Occhiali protettivi
36

Siccome con l'occhio nudo o con la lente di ingrandimento, è comunque difficile riuscire a fare una prima supposizione, soprattutto se l'artista è stato particolarmente in gamba, si può utilizzare la lampada di Wood. Quest'ultima ha la peculiarità di emettere raggi ultravioletti evidenziando le zone del dipinto che hanno subito restauri, infatti è la base su cui si fondano molte opinioni da parte di critici d'arte.

46

Per capire se un dipinto antico ha subito restauri con la lampada di Wood, si deve appoggiare il dipinto su un tavolo o su una parete, lasciare la stanza al buio e accendere "la luce che indaga" (così definirono la lampada di Wood alcuni critici d'arte) mantenendo una distanza dal manufatto di circa 10 cm e indossando una mascherina o degli occhiali protettivi. Una volta fatto questo si può cominciare a farla muovere, facendola scorrere in senso orizzontale o verticale, molto lentamente. I raggi ultravioletti della lampada metteranno in evidenza le pitture sovrapposte che nulla hanno a che vedere con la realizzazione originale del dipinto, di solito si riconoscono perché le zone trattate risultano più scure, spesso di colore nero e comunque facilmente identificabili. Al contrario, i dipinti che non hanno subito modifiche per mano successiva, devono risultare omogenei e piuttosto brillanti. Lo stesso vale per la firma del pittore, che si deve amalgamare bene con il resto della pittura.

Continua la lettura
56

Siccome la caseina, la gommalacca, la craquelure e altre tecniche per il restauro a volte sono così sottili da non essere facilmente individuabili neanche dalla lampada di Wood, per essere sicuri che un dipinto antico non abbia subito restauri, si può optare per una Riflettografia IR Standard oppure per una radiografia digitale. Per i più precisi si può anche procedere con il carbonio 14, la struttura stratigrafica o l'analisi dei pigmenti volendo, sicuramente queste sono le forme più scientifiche ed esaustive per sapere se un dipinto antico ha subito modifiche, ma mentre con la lampada di Wood si può essere autodidatti, con le seconde bisogna recarsi da un esperto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I raggi UV sono dannosi per la vista, per questo quando si usa la lampada di Wood occorre usare degli occhiali protettivi o tenerla accesa il meno possibile.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come incorniciare un dipinto su tela

Al giorno d'oggi fortunatamente sono sempre di più le persone che si intendono di arte e restauri, o per lo meno sono in aumento. Spesso anche chi non è afferrato su questo argomento si ritrova in situazioni ove è costretto a cavarsela da solo, a causa...
Bricolage

Come recuperare un lume antico a petrolio

Se in cantina troviamo un antico lume a petrolio oppure ne acquistiamo uno in un mercatino dell'antiquariato, possiamo intervenire con alcuni semplici restauri e renderlo di nuovo funzionale. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su...
Bricolage

Come realizzare un dipinto marino

Grazie a questo articolo o guida, che dir si voglia, si riuscirà ad imparare come realizzare in pochi passi, un dipinto marino, in maniera tale, da poter avere in casa, il mare, le conchiglie ed anche i pesci. Iniziamo subito con il dire che la risoluzione...
Bricolage

Come smontare la cornice di un dipinto

La rimozione della cornice di un quadro è un'operazione necessaria prima di procedere al restauro, o alla pulitura, del dipinto. Si tratta di un intervento non particolarmente complesso ma abbastanza delicato, che viene effettuato anche nel caso in cui...
Bricolage

Come copiare un dipinto

Senza ombra di dubbio, non tutti siamo nati per diventare pittori famosi e di grande talento, ma non è necessario esserlo per dilettarsi nel disegno. Se è nelle nostre intenzioni copiare il dipinto di un grande maestro dell'arte, non solo sarà semplice...
Bricolage

come realizzare un dipinto astratto in acrilico con la tecnica del nastro e dell'intaglio

Gli acrilici garantiscono gli stessi effetti espressivi dei colori ad olio ma, rispetto ad essi, sono costituiti da una lunga serie di vantaggi. Innanzitutto sono molto versatili e si stendono con estrema facilità su diversi tipi di materiali. Inoltre...
Bricolage

Come restaurare un pianoforte antico

Il pianoforte, è uno strumento musicale davvero importante per i grandi musicisti. Avere un bel pianoforte in casa sia per chi è capace di suonarlo sia per chi ne apprezza e ne ascolta la musica è da sempre piaciuto a tutti. Se avete ereditato o acquistato...
Bricolage

Come Realizzare Patine Oro Antico E Rame

Non è un compito molto difficile ma con la nostra guida sicuramente riuscirete ad imparare come realizzare patine oro antico e rame. Se desideriamo conferire ad un oggetto l'aspetto antico, possiamo tentare di realizzare patine oro antico e rame, dando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.