Come cercare gli asparagi selvatici

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Gli asparagi selvatici sono dei germogli che crescono spontaneamente in tutta l'area mediterranea. Nascono da una pianta spinosa appartenente alla famiglia delle Liliacae. Gli asparagi puntano fuori in primavera e hanno un gusto forte e amarognolo. Vengono utilizzati in cucina per realizzare dei gustosissimi piatti. In questa guida daremo utili consigli su come cercare gli asparagi selvatici. Vi aiuteremo a distinguere gli asparagi selvatici da altre piante simili.

28

Occorrente

  • coltello, guanti e bastone.
38

Cosa sono


Gli asparagi selvatici sono dei germogli che vanno dal verde al rossastro. Crescono in luoghi incolti, quindi è opportuno ricercarli in terreni dismessi e sottoboschi. Sono reperibili ad una latitudine che varia dagli 0 ai 1300 metri. Gli asparagi selvatici spuntano fuori a seconda della latitudine dall'inizio primavera fino all'estate per i luoghi montuosi. La pianta da cui generano è un rovo di dimensioni variabili.
Andare a cercare gli asparagi selvatici è una buona attività fisica. Inoltre sono ricchi di proprietà benefiche per l'organismo. Contengono asparagina che è un potente diuretico e vitamina C ed E. Conviene però non approfittarne per non sovraccaricare i reni.

48

Trovare la pianta

Come prima cosa, dovete trovare la pianta degli asparagi selvatici. Trovata la pianta, spostate il rovo fino a poter vedere da dove origina. Per spostare la pianta munitevi di guanti o usate un bastone per non pungervi. Gli asparagi selvatici nascono alla base della pianta. Quindi trovata la pianta è molto probabile che riuscite a raccoglierne due o tre. In un luogo adatto è possibile riuscire a raccogliere in un'oretta un bel mazzo. Per individuare gli asparagi selvatici dovete stare molto concentrati. Infatti si mimetizzano molto bene con l'erba e le foglie del sottobosco. Focalizzate la vostra attenzione su gli arbusti verdi che nascono dal terreno. Diventa davvero complicato individuare gli asparagi selvatici in zone con erba molto fitta.

Continua la lettura
58

Come tagliarli

Trovati gli asparagi selvatici, tagliateli con un coltello o semplicemente con le mani. State attenti a tagliarli nel punto di transizione tra la parte legnosa e la parte morbida. Non tagliateli troppo radenti al suolo perché la parte legnosa è poco succulenta e molo dura da mangiare. Allo stesso tempo evitate di tagliarli troppo corti così da buttare parte del raccolto. Raccolti gli asparagi selvatici, andate alla ricerca di una nuova pianta e di nuovi asparagi selvatici.

68

Come cucinarli


Un bel mazzo di asparagi selvatici permette di cucinare svariati piatti, da un risotto ad una frittata a piatti più elaborati. Una volta lavati e sminuzzati è possibile conservarli in frigo per circa una settimana. Si possono anche congelare per usarli nei periodi invernali quando risulta molto difficile reperirli.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Stare attenti a non confondere gli asparagi con i germogli del pungitopo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Difendere l'orto dagli animali selvatici

Chi possiede un orto, che si tratti di un grande terreno coltivabile con verdura ed ortaggi per una grande distribuzione oppure di un piccolo orto domestico a conduzione familiare, sa bene quanto l'attacco degli animali selvatici, curiosi ed affamati,...
Giardinaggio

10 piante da giardino per attirare gli uccelli selvatici

Le piante da bacca sono una fonte di sostentamento per gli uccelli selvatici del nostro territorio, specie in inverno quando procacciarsi il cibo risulta più difficile. Se abbiamo un giardino o un terrazzo, perché non piantare qualche arbusto per attirare...
Giardinaggio

Come coltivare gli asparagi in giardino

Crearvi un piccolo orto è un'esperienza che dovreste provare almeno una volta nella vita. Il piacere di curare e successivamente mangiare un ortaggio nato grazie alle vostre attenzioni dedicate alla terra, è un qualcosa che vi porterà indietro nel...
Giardinaggio

Come coltivare l'asparago ornamentale

L'Asparagus densifloras, nome scientifico dell'asparagina o asparago ornamentale, appartiene alla famiglia delle Liliacee. La pianta di asparagus non è solo il delizioso germoglio che tutti noi gustiamo ma è anche un'apprezzata pianta che conosciamo...
Giardinaggio

Mese di Maggio: i principali ortaggi da raccogliere

A maggio sono presenti diversi ortaggi da poter coltivare e raccogliere, che variano in base al periodo in cui sono stati piantati. Gli ortaggi presentano infatti, esigenze differenti sia per quanto riguarda la semina, le temperature e la raccolta. Ecco...
Giardinaggio

Come realizzare un'asparagiaia

L'asparago (conosciuto anche con il nome scientifico Asparagus Officinalis), ortaggio saporito e versatile in cucina, è una pianta erbacea con rizoma costituito da molte radici (dette zampe) da cui nascono i carnosi germogli commestibili (turioni). La...
Giardinaggio

Come realizzare l'innesto di rose

In questa guida vedremo come realizzare l'innesto di rose. L'innesto consiste nel saldare ad una pianta, detta portainnesto, una parte di un altro vegetale in modo da formare una sola entità. Innestare una rosa non è poi così difficile, è necessario...
Giardinaggio

Come coltivare la salicornia

La salicornia o asparago di mare è una pianta poco conosciuta che cresce spontaneamente in prossimità del mare, sulla spiaggia e nelle zone paludose. Appartiene alla famiglia delle Chenopodiacee e si presenta come una pianta grassa. In Italia cresce...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.