Come chiudere un rubinetto d'arresto

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I rubinetti d'arresto servono per chiudere l'afflusso dell'acqua nelle tubature di un locale. Altro non sono che normali rubinetti, realizzati per lo più utilizzando come materiale l'ottone. Come del resto per tutte le cose, anche questi elementi, necessitano di una manutenzione più o meno regolare, in modo da garantire sempre un buon funzionamento in caso di necessità. Di seguito vediamo alcuni consigli su come chiudere un rubinetto d'arresto.

26

Occorrente

  • Andare alla ricerca del rubinetto d'arresto principale
  • girare la leva o la rotella in senso orario
36

Modelli di rubinetti d'arresto

Come indicato nel passo di apertura, il rubinetto d'arresto è un importantissimo elemento praticamente presente in ogni impianto idrico. In genere viene posizionato a monte di un impianto e in caso di necessità si può intervenire chiudendolo. In questo modo si va ad impedire al flusso dell'acqua in entrata, di continuare ad affluire nell'impianto, permettendoci di effettuare tutte quelle manutenzioni o riparazioni che altrimenti non sarebbero fattibili con l'acqua circolante. Esistono vari modelli di rubinetti d'arresto: a leva o a rotella in metallo. Al suo interno il rubinetto è provvisto di una valvola che prende il nome di sfera o farfalla a seconda della sua forma. Una volta girata la leva nel senso orario, la sfera si chiude impedendo così all'acqua di continuare a scorrere nelle tubazioni.

46

Posizionamento

Questo per quanto riguarda le abitazioni in genere i rubinetti d'arresto presenti sull'impianto sono tre: uno a monte che blocca l'acqua generale, uno che interviene solo nei locali bagno e uno posizionato invece nei locali cucina. In questo modo, in caso di necessità, è possibile intervenire là dove sia necessario senza per questo privare dell'acqua gli altri locali. Mentre invece se si tratta di locali a vano unico, come ad esempio uffici, garage ecc, il rubinetto d'arresto è unico posizionato a monte dell'impianto stesso.

Continua la lettura
56

Ricerca del rubinetto

Vediamo ora come comportarci in caso di necessità. Il primo passo è quello di andare alla ricerca del rubinetto d'arresto, una volta trovato, non dobbiamo far altro che chiudere l'apposita leva in senso orario. Prima però di intervenire procedendo con la riparazione, è opportuno fare una serie di altre manovre in modo di avere la certezza che l'impianto sia completamente vuoto. Quello che dobbiamo fare è semplicemente aprire tutti i rubinetti presenti nei locali, far scorrere l'acqua, attendere che il flusso cali. In genere se l'impianto è piccolo tutto si svolge nel giro di pochi minuti. Solo quando l'acqua smette completamente di gocciolare dai rubinetti in questione, si ha la possibilità di intervenire con la massima tranquillità.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di fare qualsiasi tipo d'intervento idraulico accertarsi di aver chiuso il rubinetto d'arresto
  • Aprire tutti i rubinetti presenti nel locale facendo così vuotare l'impianto dall'acqua presente nelle tubature
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come cambiare il filtro di un rubinetto d'arresto

Il rubinetto d’arresto svolge un ruolo fondamentale in un impianto idrico. Permette, infatti, di interrompere il flusso d’acqua in caso di perdite e danni. La corretta manutenzione del rubinetto d’arresto è essenziale per il funzionamento dell’impianto....
Bricolage

5 trucchi veloci se il rubinetto d'arresto perde acqua

All'interno e all'esterno delle abitazioni, può capitare che la rubinetteria sia soggetta a guasti di varia entità. Qualora si rompa la valvola di chiusura interna in maniera completa, sarà necessario intervenire con una sostituzione, utilizzando...
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto a vitone

Cambiare un rubinetto d'arresto a vitone non è un'operazione troppo complicata, e quindi se volete potete farlo da voi, senza bisogno di chiamare l'idraulico, e quindi risparmiare sul prezzo. In questa guida vi spiego come vi dovete comportare nel caso...
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto a sfera

I rubinetti, o valvole d'arresto, per chiamarli con il loro nome moderno, servono per aprire o chiudere l'acqua. Sono utilizzati negli scaldabagni, nelle caldaie o nei bagni separati. Svolgono, dunque, una funzione di intercettazione dell'acqua. Se si...
Bricolage

Come cambiare un rubinetto d'arresto incassato

i cosiddetti rubinetti d'arresto, detti anche valvole d'arresto servono, molto semplicemente, per aprire o chiudere il flusso dell'acqua in varie occasioni. Sono infatti utilizzati in diversi dispositivi, come ad esempio lo scaldabagno, una caldaia, ma...
Bricolage

Come cambiare la valvola di un rubinetto d'arresto

Il rubinetto d'arresto è una parte del sistema idrico di un'abitazione. È deputato alla chiusura della mandata, ovvero dell'ingresso dell'acqua dall'acquedotto. È situato in genere a monte del contatore, ma può essere posto anche in altri locali all'interno...
Bricolage

Come sbloccare un rubinetto d'arresto a sfera

Nel campo dell'idraulica, i rubinetti a sfera sono solitamente considerati di lunga superiori di quelli a farfalla poiché danno una migliore portata di acqua e sono più rapidi e maneggevoli nelle manovre di apertura e chiusura. Sono inoltre i più adatti...
Bricolage

Come verniciare un rubinetto

La casa rappresenta il luogo dove riponiamo i nostri pensieri, ma soprattutto dove ci si può rilassare. Le stanze vengono arredate in base al proprio gusto personale. Infatti bisogna scegliere il proprio stile. Quando vi sussiste un problema inerente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.