Come cogliere i fichi d'India

Tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

I fichi d'india, sono la manifestazione fisica del proverbio "L'abito non fa il monaco" e per quanto quest'affermazione possa sembrare stonata, contiene in sé la spiegazione.
Questa pianta di origini messicane (ma largamente diffusa in tutto il bacino mediterraneo) ha tanto da insegnarci, perché nel pieno della sua naturalezza e semplicità è portatrice di speranza, tenacia e caparbietà. Dovete sapere che i fichi d'india, crescono in condizioni proibitive, in terreni aridi, in Sicilia anche in mezzo alla "sciara", ma ciò nonostante, si riproducono senza sosta, dando vita a meravigliosi, colorati e succulenti frutti. Nonostante l'aspetto simpatico e colorato rimangono minacciosi a causa degli aculei. Gli aculei, come per il resto della pianta, sono una forma di protezione, infatti l'intera pianta è ricoperta da una cuticola cerosa che limita la traspirazione e rappresenta una barriera per i parassiti. Esistono anche particolari fichi d'india senza spine che prolificano particolarmente in Sicilia e in Puglia. La fioritura comincia in primavera con vistosi fiori gialli e in genere verso la fine di agosto la pianta regala meravigliosi frutti dai colori vivaci ed energici quali rosso, bianco, giallo e arancio. Cogliere i fichi d'india è però impegnativo, e richiede particolare attenzione.

28

Occorrente

  • Coppo, Pinze lunghe da scaffalature, secchio pastica, guanti spessi ,occhiali protettivi.
38

Quando si possono cogliere

Scegliete una giornata uggiosa e senza un filo di vento. Prestare attenzione alle spine durante la raccolta del frutto è molto importante poiché il fico d'india è dotato di aculei fini e leggiadri che potrebbero staccarsi e andarvi negli occhi causando gravi danni. Procuratevi dei guanti molto spessi, un secchio in plastica o una cesta rivestita con del nylon doppio, per evitare di spargere le spine dopo la raccolta, e magari un paio di occhiali protettivi.

48

come iniziare il lavoro

Indossate anche dei vestiti adatti, e delle scarpe da trekking, perché crescendo in terreni impervi il rischio di distorsione alle caviglie è dietro l'angolo. Poiché queste piante possono anche raggiungere i tre metri di altezza, dovete dotarvi di un attrezzo chiamato coppo che in Sicilia è largamente diffuso. Il coppo ha un manico di legno lungo e che nella sommità assume una forma di cono aperto da entrambi i lati ma con diametro differente, per catturare fichi d'india di diverse dimensioni.

Continua la lettura
58

qualche consiglio utile

Quindi infilate il coppo nel frutto e date un piccolo strappo, ruotando in posizione orizzontale, a questo punto ponete nel secchio. Potete anche dotarvi di quelle pinze lunghe utilizzate dai commercianti per afferrare gli oggetti riposti nelle parte alta degli scaffali, in questo caso la manovra risulta più agevole. Una volta raccolti non abbassate la guardia, le spine sono estremamente volatili e s'infilano dappertutto, per questo sarebbe sconsigliabile pulirli nel posto e cercare invece di maneggiarli il meno possibile.

68

Una raccolta facile

Se l'utilizzo del coppo vi sembra difficile è disponibile un'evoluzione del prodotto. L'utensile, seppur diverso, si chiama sempre coppo (probabilmente per il simile funzionamento) e consiste in un asta, un cono con delle lame nell'estremità più larga e da un filo che collega il meccanismo delle lame del cono con l'asta. Quindi infilare il frutto nel cono, tirare il filo in modo che le lame si chiudano e taglino il frutto e rilasciare il filo quando si vuole liberare il frutto dal cono. Una volta raccolti i fichi d'india dovete riporli in una bacinella d'acqua a temperatura ambiente e lasciarli a bagno per un'ora e un quarto circa. Dopo questo periodo di tempo le spine si dovrebbero essere ammorbidite e dovreste riuscire a staccare le spine più facilmente (consiglio l'uso dei guanti durante l'esecuzione).

78

Perche scegliere questa frutta

Anche se i fichi sono frutti stagionali, sono disponibili tutto l'anno in forma asciutta e sono molto nutrienti in quanto contengono vitamine A, B e minerali come fosforo, calcio, ferro e manganese. Ecco alcuni vantaggi di scommesse di fichi che non sapevate: La pectina, una fibra solubile presente nei fichi, è vantaggiosa per il sistema digestivo. Questa fibra solubile aiuta a eliminare il colesterolo accumulato nel corpo. L'ipertensione può verificarsi quando c'è più assunzione se il livello di sodio e bassi livelli di potassio nel corpo. I fichi, tuttavia, sono bassi in sodio e hanno un alto livello di potassio e quindi, aiutano nella prevenzione dell'ipertensione. I fichi secchi hanno omega-3 e omega-6 acidi grassi insieme al fenolo. Questi sono utili per prevenire le malattie cardiache coronariche. I fichi sono anche una fonte di calcio, che è utile per il rafforzamento delle ossa. Poiché i fichi sono ricchi di potassio, aiutano a regolare lo zucchero nel sangue.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliete una giornata uggiosa e non ventosa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Sbucciare I Fichi D'India

Mangiare frutta tutti i giorni è importantissimo per il nostro organismo perché risulta una preziosa fonte di vitamine e sali minerali. Per sfruttare queste sue proprietà è necessario scegliere sempre quella fresca, biologica e di stagione. L'estate...
Giardinaggio

Come raccogliere i fichi d'india con il coppo

Il fico d'India è una pianta originaria del Messico che appartiene alla famiglia delle Cactaceae. Il frutto del fico d'India ha un notevole valore nutrizionale in quanto è ricco di calcio, fosforo, vitamina C e sali minerali. I frutti oltre ad essere...
Giardinaggio

Come cogliere le rose

Le rose sono senza ombra di dubbio le regine dei fiori. Sono le piante più raffinate, le più ricche di simbolismo, e chi ama il giardinaggio non può non conoscere il loro straordinario mondo vegetale: la loro cura, la loro crescita e il loro arricchimento...
Giardinaggio

Come cogliere i fiori di zucca

Lo zucchino si presenta in numerose specie, tra cui le più importanti sono quello genovese, lo striato d’Italia, il black–jack e il diamant. Appartiene alla famiglia delle cucurbitaceae e, tutti questi esemplari, indipendentemente dalle varietà,...
Giardinaggio

Come propagare la pianta del fico d'India

Il fico d'India, nome scientifico Opuntia ficus indica, è una pianta Succulenta frugale. Originaria del Messico, è presente anche nel bacino del Mediterraneo, in America, Africa, Australia ed Asia. Si contraddistingue per il suo aspetto un po' curioso....
Giardinaggio

Come coltivare il fico d'india

Il fico d'India è una pianta originaria delle aree centrali del continente americano ed è da sempre apprezzata per le sue proprietà nutrizionali, essendo ricca di minerali, calcio, fosforo, ferro e vitamina C. È inoltre un ottimo integratore alimentare...
Giardinaggio

Fico d'india: come coltivarlo in giardino

Il fico d'India è una pianta che cresce allo stato selvatico dappertutto, e i suoi frutti, oltre che deliziosi sono anche particolarmente belli, tali da poterli coltivare in un giardino per arricchirlo ulteriormente di colori. Questa pianta si rivela...
Giardinaggio

Come moltiplicare il fico d'India

Il fico d'India è una pianta succulenta della famiglia delle Cactaceae, originaria del Messico ma naturalizzata in tutto il bacino del Mediterraneo e nelle zone temperate di America, Africa, Asia e Oceania. È una tipica pianta arido-resistente che richiede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.