Come collegare due tubi flessibili

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tubo flessibile, per intenderci quello che viene utilizzato nelle condutture d’acqua, sotto il lavello, nella doccia, nei sanitari, è posto in pressione dal passaggio del fluido ed è perciò soggetto a usura. Si deve preventivare una sostituzione periodica, soprattutto in funzione dell’utilizzo frequenze del sanitario in questione. Una cadenza quinquennale, mediamente, potrebbe essere regolare per non provocare sorprese o allagamenti nella vostra casa. Alle volte, invece, la manutenzione richiede l'impiego di spezzoni di tubi flessibili o semplicemente di allungare quello esistente. In questa guida, vi illustrerò come collegare due tubi flessibili nella maniera corretta. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • tubi flessibili
  • raccordo
  • cartone rigido
  • nastro di teflon
36

Innanzitutto, la rottura dei tubi flessibili, potrebbe provocare danni ingenti per la fuoriuscita dell’acqua, soprattutto se “l’incidente” avviene in un momento in cui non siete in casa o vi state riferendo ad una abitazione non di uso frequente, come una seconda casa fuori porta. Se dovesse quindi capitare questa grave inconveniente, l’unico sistema per fermare la fuoriuscita, è quella di bloccare la valvola generale della casa che solitamente si trova localizzata sotto il contatore dell’acqua. Infatti, chiudere il rubinetto non basta, perché l’erogazione a monte rimarrebbe comunque attiva e farebbe defluire l’acqua lungo il tubo ugualmente.

46

Se l’esigenza però, è di impiegare due spezzoni di tubi flessibili da recupero, che magari avete avanzato in qualche precedente intervento, potete utilizzare un raccordo dal diametro idoneo ad incastrare nelle due estremità i “tranci” di tubi. E’ possibile procurarselo presso qualsiasi ferramenta o negozio di bricolage, ed il costo è davvero contenuto. In alternativa, se volete procedere con il fai da te, potete realizzarlo in casa con del cartone rigido o con della plastica, duttile a sufficienza per regolarne il diametro, costituendo una sorta di fascetta attorno ai tubi.

Continua la lettura
56

Successivamente, se avete l'assoluta certezza che il tubo vada nascosto dietro un mobile incassato o sotto un contro-soffitto, potete anche operare una soluzione un po’ meno fine, quale un piccolo taglio su uno dei due tubi flessibili per poterlo poi incastrare nell'altro, risultandone la bocca di ingresso più stretta. Arrivati a questo punto, una generosa quantità di nastro di teflon isolante impedirà la fuoriuscita dell’acqua dalla fessura di collegamento. Buon lavoro!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come dipingere i tubi in acciaio flessibili

I motivi per decidere di dipingere un tubo in acciaio sono molti. Anzitutto alcuni tubi devono sopportare alte temperature per molto tempo, oppure quelli esterni sono soggetti alle intemperie. Più semplicemente vogliamo dipingere i tubi con lo stesso...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare i tubi flessibili in PVC

Il cloruro di polivinile, conosciuto con la corrispondente sigla "PVC", è un materiale adoperato principalmente nel campo edilizio, in particolare per la creazione di tubi, finestre, pavimenti e in alcuni casi anche per la realizzazione di fibre tessili....
Materiali e Attrezzi

Come collegare i tubi in rame ai tubi in polietilene

Se abbiamo un impianto idraulico realizzato con delle tubazioni in rame ed intendiamo sostituire una parte danneggiata, oppure decidiamo di creare una nuova diramazione, è importante sapere come collegare i suddetti tubi a quelli in polietilene. In riferimento...
Materiali e Attrezzi

Consigli per curvare i tubi in rame

Se abbiamo deciso di installare una condotta idrica per irrigare ad esempio il giardino, ed intendiamo utilizzare dei tubi in rame, sorge il problema su come piegarli per creare le opportune curve o gomiti. Tuttavia ci sono alcune tecniche ben precise,...
Materiali e Attrezzi

Come curvare i tubi multistrato

I tubi multistrato sono senza dubbio gli elementi più usati dagli idraulici perché consentono di realizzare un impianto in breve tempo e senza ricorrere a lavori particolarmente difficili o elaborati. Occorre tuttavia intervenire sui tubi nel modo più...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una poltroncina con tubi di cartone

L'arredamento di un appartamento moderno ed originale deve possedere, senza dubbio, una buona dose di creatività e fantasia. Ecco perché questa guida propone un progetto realizzabile a mano, in poco tempo e quasi a costo zero, dall'elevato valore creativo...
Materiali e Attrezzi

Come fare la piegatura dei tubi di rame

I tubi di rame sono spesso utilizzati per la realizzazione di impianti idrici o per i discendenti e le canaline dei tetti. In commercio esistono numerosi modelli di giunti che consentono di effettuare qualsiasi tipo di collegamento ad angolo, tuttavia...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere i tubi per la stufa a legna

Il focolare domestico porta con sé un retaggio antico, carico di folklore e tradizioni. Anche se oggi buona parte della sua essenza è andata dispersa, resta ancora quel desiderio atavico di riunirsi difronte al calore di una fiamma viva. Per chi non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.