Come collegare un'elettroserratura

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Quante volte apriamo la nostra porta di casa o il cancello del giardino premendo un pulsante o un tasto nel citofono? Quanti di noi conoscono il meccanismo che provoca l'apertura e sanno come intervenire in caso di guasto o sostituzione della serratura elettrica? In realtà non c'è niente di magico o difficile, con un po' di attenzione chiunque può sostituire una elettroserratura o collegarne una nuova, naturalmente seguite bene la guida e non tralasciate nessun particolare per la fretta o la voglia di finire.
Vediamo quindi passo per passo come collegare un'elettroserratura, i vari modelli, quella collegata al citofono o quella collegata ad un pulsante e il meccanismo di un'elettroserratura.

28

Occorrente

  • Elettroserratura e citofono
  • Elettroserratura, trasformatore 220V/12V, pulsante
  • Qualche attrezzo elettrico (pinze, girative, forbice, nastro isolante)
38

Modelli di elettroserratura

In fig. 1 vediamo uno dei tipi più comuni di elettroserratura (del tipo solitamente installato nel nostro portoncino di casa o sul cancello del giardino) e anche se non ne abbiamo nella nostra casa o in giardino, sicuramente ne abbiamo visto qualche volta un modello simile.
Un'elettroserratura di questo tipo serve per aprire a distanza la nostra porta (o cancello o qualsiasi altra cosa) utilizzando la corrente elettrica (di solito in bassa tensione) e un pulsante. Spesso il pulsante di apertura è integrato nel nostro citofono altre volte è un pulsante a parete, dipende dagli usi e dal tipo di installazione.
Leggiamo quindi nel secondo passo qual è il complicato meccanismo dell'elettroserratura.

48

Il meccanismo dell'elettroserratura

Concettualmente l'ettroserratura non è un meccanismo molto complicato (Fig. 2): è fatta come una qualsiasi altra serratura con un più un meccanismo interno elettromeccanico (azionato cioè con la corrente elettrica, di solito a 12 o a 24 Volt). In pratica un elettromagnete, quando viene alimentato dall'energia elettrica, sblocca la chiusura, ne più ne meno che se avessimo infilato e girato la chiave di apertura. In questa guida vedremo due casi: come collegare una elettroserratura ad un citofono esistente e come installare una elettroserratura collegata ad un pulsante.

Continua la lettura
58

Elettroserratura collegata al citofono

Elettroserratura collegata al citofono (Fig. 3). Prima di tutto bisogna verificare se la tensione d'uscita del consenso d'apertura del citofono corrisponde alla tensione di funzionamento dell'elettroserratura (di solito o 12 o 24 Volt). Quando siamo sicuri di questo basterà aprire lo scatolotto del citofono e trovare la morsettiera d'uscita (controllate le istruzioni) a cui collegare i fili che vanno all'elettroserratura. A questo punto nel nostro portoncino o cancello bisogna collegare i due fili che arrivano dal citofono ai morsetti all'interno della serratura (di solito sono già cablati e sono presenti due spezzoni di filo pronti al collegamento). Richiudiamo il tutto e facciamo una prova: premendo il pulsante d'apertura del citofono magicamente si aprirà la nostra porta.
Vediamo ora quella collegata ad un pulsante.

68

Elettroserratura collegata ad un pulsante

Elettroserratura collegata ad un pulsante (Fig. 3). In questo caso il lavoro è un pochino più complicato, ma comunque alla portata di chiunque con un po di manualità. Abbiamo detto che l'elettroserratura funziona a bassa tensione per cui non possiamo collegarla direttamente alla nostra linea elettrica di casa perché questa funziona a 220 Volt: abbiamo bisogno di un trasformatore elettrico. In un qualsiasi negozio di materiale elettrico troviamo quanto ci occorre: se l'elettroserratura è a 12 Volt ci serve un trasformatore da 220 V a 12 Volt, se è a 24 Volt ci occorre un trasformatore da 220 V a 24 V. A questo punto possiamo installare il tutto. Per prima cosa colleghiamo il trasformatore alla rete elettrica di casa (sarà presente una morsettiera con 4 contatti: due sono l'ingresso a 220 Volt e due sono l'uscita a bassa tensione, 12 o 24 V). Uno dei contatti d'uscita a bassa tensione va collegato al pulsante di apertura e questo a sua volta a uno dei fili dell'elettroserratura. Da quest'ultima partirà il restante filo che andrà collegato direttamente al morsetto rimasto libero nel trasformatore. In pratica ogni colta che premeremo il pulsante si aprirà la porta a cui è collegato.
Purtroppo per questa guida è tutto.
Spero vi sia potuta essere d'aiuto.
In caso abbiate ancora qualche dubbio rivolgetevi ad uno specialista o leggete i link allegati di seguito.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di fare qualsiasi lavoro sull'impianto elettrico di casa ricordarsi di staccare sempre la corrente dall'interrutore principale o dal contattore
  • Se non siete sicuri di qualche passaggio della guida chiedete consiglio a qualcuno più esperto di voi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come collegare il citofono di casa al campanello della doccia

Capita spesso che mentre ci si sta rilassando sotto la doccia, si senta all'improvviso il suono del citofono, e bisogna fare una corsa per andare a rispondere e vedere chi è. Dato che questa operazione può essere pericolosa per la propria salute, poiché...
Casa

Come disattivare il citofono

Il citofono è un sistema elettronico in grado di fornire uno strumento utile per garantire la sicurezza della propria casa, fornendo un mezzo di comunicazione tra l'abitazione e l'ingresso principale nonché tra i vari piani dello stabile. Se si prevede...
Casa

Come disattivare il citofono di casa

Anche se di vecchia generazione, si trovano ancora parecchi citofoni nelle case. Questi apparecchi sono spesso dotati di una tecnologia obsoleta, e non sono certo belli da vedere. In questa guida vedremo come disattivare il citofono di casa, in modo da...
Bricolage

Come montare un citofono senza fili nel box

Ci sarà sicuramente capitato, di trovarci nel box per effettuare un lavoro e di voler avere la possibilità di utilizzare il nostro citofono per poter comunicare con l'interno della nostra abitazione. Tuttavia la maggior parte delle abitazioni non sono...
Altri Hobby

Come realizzare un alimentatore a 12 Volt

L'alimentatore ha il compito di fornire elettricità a tutti quei dispositivi che non si possono collegare alla presa di corrente. Trasforma la tensione della presa, normalmente a 220 Volt, in energia più bassa. Tuttavia per modificare la tensione alternata...
Giardinaggio

Come montare i faretti a incasso per il giardino

I faretti ad incasso per il giardino, sono apparecchi specifici di illuminazione per l'esterno; oltretutto, sono versatili e presentano luci che possono essere sottoposte ad intemperie. Possono essere utilizzati per illuminare percorsi, aiuole, alberi,...
Casa

Come montare una presa a 12 volt nel garage

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter montare una presa a 12 volt, nel proprio garage e grazie al metodo del fai da te. Iniziamo subito con il dire che se anche noi possediamo un garage, ci potrà essere molto...
Casa

Come realizzare un piccolo impianto luce a led

Le luci a led sono molto funzionali, sia per le loro dimensioni contenute, che per il loro design neutro, abbinabile a qualsiasi genere di ambiente e di arredamento. Un altro buon motivo per creare un impianto luce di questo tipo, è la portata luminosa,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.