Come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Collegare il tubo dell'acqua alla grondaia può essere utile per molteplici scopi. Ad esempio può essere importante per drenare l'acqua e farla scorrere verso una zona adibita per tale scopo; un altro fine può essere quello di utilizzare l'acqua che fuoriesce dal pluviale per impiegarla diversamente, in maniera tale da riciclarla. In entrambi i casi l'obiettivo è quello di immagazzinare l'acqua all'interno di un barile, o di un serbatoio, per poi riusarla all'occorrenza, ad esempio nel proprio giardino. Questo secondo caso è quello che interessa il caso specifico di questa guida e si può agire incanalando il tubo mediante un deviatore fissato sul pluviale. Vediamo dunque come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia; di seguito tutti i dettagli del progetto.

27

Occorrente

  • Deviatore dell'acqua adatto al tubo prescelto; cesoie per lamiera o seghetto circolare; serbatoio di raccolta
37

Il primo passo è quello di rimuovere la grondaia, in maniera tale che sia semplice affrontare, in tutta comodità, tutti gli step successivi. Una volta estratta, posizionatela su un lato e passate alla fase successiva. Acquistate un deviatore dell'acqua, che potete reperire in un qualsiasi negozio di ferramenta ed articoli per la casa, e collegatelo al lato della grondaia utilizzando delle viti per lamiera. Aiutatevi con un avvitatore elettrico, in modo da velocizzare le operazioni descritte. Per praticare il foro entro cui verrà fisato il deviatore potete invece utilizzare delle cesoie per la lamiera o un seghetto circolare.

47

A questo punto non resta che fissare al deviatore il tubo dell'acqua, che può essere anche la pompa solitamente utilizzata per annaffiare il giardino, oppure un tubo in plastica più grosso. Fissatelo in maniera tale che non si muova: se necessario date un giro di filo di ferro tra la bocchetta del deviatore e la gomma. Avete così collegato il tubo, che dovrà condurre ad un serbatoio per la raccolta dell'acqua. Si consiglia di posizionare quest'ultimo nelle vicinanze del pluviale, in maniera che l'acqua defluisca senza particolari problemi anche nel caso in cui la pressione non sia elevata.

Continua la lettura
57

Collegate quindi l'altra estremità del tubo al vostro serbatoio, che potrà essere munito di rubinetto indipendente, in maniera da prelevare l'acqua quando necessario. In alternativa si può fissare un secondo tubo al serbatoio, in maniera tale da trasportare l'acqua anche a distanza ed impiegarla per annaffiare le piante. Si tratta di una soluzione ecologica che punta al riuso delle acque piovane che altrimenti andrebbero perdute e che, invece, costituiscono una preziosa risorsa. In questo modo non si correrà il rischio di restare senza acqua nei periodi di siccità.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate un serbatoio di medie dimensioni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come installare una grondaia senza giunture

Installare personalmente le grondaie presso la nostra abitazione è possibile, a patto però che vengano rispettate determinate regole. Se da un lato questo procedimento ci porta a risparmiare notevolmente dal punto di vista economico, dall'altro dobbiamo...
Materiali e Attrezzi

Come riparare un tubo in PVC flessibile rotto

Uno dei problemi più fastidiosi che potrebbe colpire un'abitazione è la rottura di una tubatura. Nello specifico, il tubo in PVC (polivinilcloruro), disponibile sia nella versione liscia che corrugata, è uno dei materiali che risente maggiormente di...
Materiali e Attrezzi

Come collegare due tubi flessibili

Il tubo flessibile, per intenderci quello che viene utilizzato nelle condutture d’acqua, sotto il lavello, nella doccia, nei sanitari, è posto in pressione dal passaggio del fluido ed è perciò soggetto a usura. Si deve preventivare una sostituzione...
Materiali e Attrezzi

Come calcolare il volume di un liquido in un tubo

L'utilità di calcolare il volume è quella di svolgere la misurazione tridimensionale di una determinata quantità. Se parliamo di oggetti solidi allora si parla del calcolo tridimensionale di una superficie, cioè della quantità che un corpo all'interno...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare un tubo in ferro zincato

Nel corso degli anni moltissime cose che siamo abituati a vedere quasi perfette all'interno della nostra casa possono deteriorarsi e perdere quella freschezza che avevano acquisito nei primi anni di vita. Molto spesso si ricorre allo stratagemma che consiste...
Materiali e Attrezzi

Come installare un tubo corrugato

Occuparsi di una casa non è mai una questione semplice e vi sono tantissime cose di cui dovrete tenere conto. Non si tratta solo di scegliere l'appartamento migliore, ma anche di abbellirlo, curarlo e migliorarlo il più possibile. La casa è il nido...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare le catena per pluviali

Utilizzare le catene per pluviali è una pratica comune e diffusa e può consistere in un'ottima aggiunta al sistema di drenaggio e distribuzione dell'acqua dal tetto. La catena presenta alcuni vantaggi rispetto al classico tubo pluviale, rispetto al...
Materiali e Attrezzi

Come collegare i tubi in rame ai tubi in polietilene

Se abbiamo un impianto idraulico realizzato con delle tubazioni in rame ed intendiamo sostituire una parte danneggiata, oppure decidiamo di creare una nuova diramazione, è importante sapere come collegare i suddetti tubi a quelli in polietilene. In riferimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.