Come collegare una lampada ad alogenuri metallici

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Molto spesso quando dobbiamo eseguire alcuni piccoli interventi nelle nostre case, sopratutto se non siamo degli esperti con il fai da te, preferiamo rivolgerci a tecnici esperti che eseguiranno il lavoro alla perfezione ma pagando in alcuni casi cifre elevante. Se vogliamo evitare di spendere soldi inutilmente ma non sappiamo come fare per eseguire con le nostre mani il lavoro che ci interessa, tutto quello che dovremo fare sarà ricercare su internet una guida che ci spieghi passo dopo passo tutte le operazione da eseguire per poter effettuare correttamente l'intervento desiderato. Nei passi successivi di questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire a collegare correttamente una lampada ad alogenuri metallici. Questa particolare lampada non è altro che una evoluzione della lampada ai vapori di mercurio e si differenzia da quest'ultima proprio per il tipo di gas contenuto al suo interno.

25

Occorrente

  • lampada ad alogenuri metallici, cavi elettrici
35

Per poter sostituire una lampada ad alogenuri metallici bisognerà per prima cosa staccare l'alimentazione elettrica dal circuito in cui si sta per installare la nuova lampada. Il circuito alimentatore di tensione può essere di 240 o 120 volt in corrente alternata (VAC). Appendere la lampada utilizzando il metodo di fabbrica fornito dal produttore; esistono diversi tipi di supporti e ogni costruttore ha il proprio metodo per appendere la lampada ad un soffitto alto. Rimuovere il connettore del filo svitando il coperchio con il cacciavite e posizionare la piccola vite in un luogo sicuro per non perderla.

45

Tirare tutti i cavi del trasformatore dal connettore dalla scatola. È da notare la piccola stampa sui fili che identifica le tensioni: nella maggior parte dei casi, il filo con la scritta "240 VAC" sarà già spellato e pronto per il collegamento. Spellare gli altri fili di un centimetro: il nero, il bianco e il verde. Non spellare ancora il filo della tensione per la lampada. Collegare i fili unendoli insieme con le pinze e poi coprire la connessione con un cappuccio di protezione o con del nastro isolante. Quindi, collegare il cavo di alimentazione verde al filo verde della lampada.

Continua la lettura
55

Identificare la fonte di alimentazione per far accendere la lampada. Se la fonte di tensione è di 240 volt, bisogna collegare il filo nero con lo stesso metodo precedentemente descritto. Se la sorgente di alimentazione ha una tensione diversa dai 240 volt, è necessario isolare l'estremità esposta del filo "240 VAC" per proteggere la lampada dal cortocircuito. Trovare il cavo giusto del trasformatore per fornire alla lampada la giusta tensione. Quindi, rimuovere la guaina di gomma dal filo ed unirlo insieme a quello nero. Isolare la legatura e montare il coperchio della scatola del trasformatore.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire una lampada UV

Se avete intenzione di realizzare con il fai da te una funzionale lampada UV che può ritornare utile per molte cose, come ad esempio per ricostruire le unghie o semplicemente incollare dei vetri su metallo, potete seguire delle specifiche linee guida...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una lampada con un libro

In questo articolo vogliamo aiutare tutti coloro i quali desiderano realizzare qualcosa di unico e speciale con le propria mani e grazie al metodo del fai da te.Nello specifico vogliamo aiutarli a capire come e cosa fare, per poter costruire una lampada...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una lampada da tavolo giapponese

Lo stile giapponese spicca soprattutto per il suo senso minimal e per la semplicità delle forme. Riuscire a dare alla propria abitazione un tocco di questo stile non è affatto complicato. Se fate parte di una schiera di appassionati per questo genere,...
Materiali e Attrezzi

Come preparare i materiali per costruire una lampada saracena

Se siamo degli amanti del bricolage sappiamo quanto sia importante gestire beni i materiali di lavorazione e saper adottare le tecniche opportune. Se desideriamo costruire una bella lampada, ecco quest'ottima idea per creare qualcosa di glamour e particolare:...
Materiali e Attrezzi

Come collegare un accumulatore a un generatore di corrente

Che sia per diletto o per necessità, potreste trovarvi nella situazione di dover collegare un accumulatore di energia elettrica a un generatore di corrente. In questa breve guida vi forniremo qualche utile consiglio su come collegare un accumulatore...
Materiali e Attrezzi

Come collegare i conduttori elettrici

Non è raro che la nostra casa abbia bisogno, prima o poi, di qualche piccolo intervento all'impianto elettrico. Collegare i conduttori elettrici è un lavoro che potrebbe capitare di dover svolgere: si tratta di un compito tutt'altro che complesso però...
Materiali e Attrezzi

Come collegare due tubi flessibili

Il tubo flessibile, per intenderci quello che viene utilizzato nelle condutture d’acqua, sotto il lavello, nella doccia, nei sanitari, è posto in pressione dal passaggio del fluido ed è perciò soggetto a usura. Si deve preventivare una sostituzione...
Materiali e Attrezzi

Come collegare un tubo dell'acqua a una grondaia

Collegare il tubo dell'acqua alla grondaia può essere utile per molteplici scopi. Ad esempio può essere importante per drenare l'acqua e farla scorrere verso una zona adibita per tale scopo; un altro fine può essere quello di utilizzare l'acqua che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.