Come colorare il pizzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Il pizzo senza dubbio è il tessuto più elegante e raffinato che una donna possa scegliere per il proprio abito da sposa, per le lenzuola e per la lingerie. Diciamo pure che il pizzo lo abbiamo sempre ricordato di un colore bianco candido, ma i tempi cambiano e, nella società attuale, dato che questo materiale va prendendo sempre più piede anche per quanto riguarda i capi di abbigliamento, si tende ad indossare abiti, giacche, top in pizzo sempre più colorati. Colorare il pizzo non è un'impresa difficile; le nostre nonne per esempio usavano le foglie di tè per dare colore a pizzi e centri. Comunque lasciamoci consigliare da questa guida su come colorare il pizzo.

28

Come appena detto, il pizzo può essere utilizzato per creare moltissime cose: dai bijoux a decori per vestiti. Ogni tipologia di oggetti deve avere un suo procedimento: ad esempio per creare degli orecchini è fondamentale prima indurire il pizzo affinché la colorazione del materiale riesca bene. Quindi dopo aver fato il procedimento che ci interessa possiamo proseguire con il colorare il pizzo.

38

Per quanto riguarda la colorazione si possono usare diversi tipi di colori: quelli acrilici oppure quelli in polvere. L'importante è assicurarsi che la tipologia di colore che andrete a scegliere non sia composta da sostanze che potrebbero irritare la pelle. Ora vediamo qual è il procedimento per colorare un pizzo con il quale vogliamo realizzare un qualsiasi orecchino o bijoux.

Continua la lettura
48

Quando si va ad indurire il materiale bisogna inserire dentro la colla anche il colorante affinché esso possa incorporarsi bene sin dal primo passaggio della lavorazione. Quando si uniscono colorante e colla bisogna mescolare bene stando attenti a che non vengano fuori grume che andrebbero a creare delle bolle vuote: infine verrebbero fuori degli spazi senza colore sulla parte di pizzo che volevamo colorare.

58

Dopo ciò, mettere acqua a vostra discrezione fino a diventare un po' liquida. Metterla poi in una superficie piana che abbia dei bordi per non far andare fuori il liquido; è preferibile un piatto di plastica che alla fine dell'operazione può essere buttato per non creare inutili macchie di colore con i colori ce vorremmo utilizzare successivamente. Immergere la parte di pizzo nel composto.

68

Lasciarlo immerso nel liquido per almeno due minuti. Alla fine si devono prendere e strizzare ed adagiarli su una parte assorbente. Prendere in seguito un pezzo di panno per poter togliere il colore in eccesso e con causare spiacevoli macchie sulla nostra pelle. Non bisogna lasciarli a terra perché rimarrebbero attaccati al cartone in quanto una componente è la colla. Per cui è opportuno mettere i pezzi di pizzo colorati in una piccola struttura che permetta di fare asciugare entrambi le parti di interesse.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come inamidare il pizzo

Uno dei rimedi più antichi per il trattamento dei capi è quello di inamidarli. L'amido, posto sui tessuti, contribuisce a svolgere un'azione protettiva delle fibre. Inoltre esso tende a rendere quella parte di tessuto più rigida e più lucente, conferendogli...
Altri Hobby

Come Fare Il Pizzo A Forcella

Il pizzo a forcella è utilizzato per realizzare oggetti di vario tipo come sacchettini per confetti, copri-spalle ed addirittura collane. Per lavorarlo occorrono una forcella, che si trova in merceria, ed un uncinetto. Il risultato è molto soddisfacente...
Altri Hobby

Come decorare dei piatti con finto pizzo

I mobili del salotti di molte famiglie italiane sono sempre pieni di tantissimi piatti da tempo inutilizzati, spesso tramandati di generazione in generazione. Alcuni saranno piatti di poco valore, semplici, senza alcun disegno mentre altri probabilmente...
Altri Hobby

Come colorare i collant

Stiamo per presentarvi un nuovo articolo, che vuole essere una guida, per capire come poter colorare i collant, nel modo migliore possibile ed in maniera tale che siano originali e diversi dal normale.Cercheremo di realizzare il tutto mediante la nostra...
Altri Hobby

Come colorare creazioni in resina

Se abbiamo l'hobby per la scultura, e quindi amiamo realizzare piccoli oggetti decorativi per la casa oppure fare dei simpatici gadget ad amici e parenti, tra i tanti materiali possiamo usare anche la resina. Quest'ultima una volta indurita all'aria può...
Altri Hobby

Come colorare le uova con metodi naturali

Quando vogliamo decorare le uova, anziché utilizzare prodotti chimici, possiamo crearne alcuni naturali, in modo semplice ed economico. In cucina come in natura, ci sono tantissimi prodotti che opportunamente mescolati, ci consentono di ottenere delle...
Altri Hobby

Come decorare un t-shirt bianca

Quanti di noi hanno almeno una t-shirt bianca nel proprio armadio che però non indossiamo più perché la riteniamo troppo 'noiosa' e monotona? Se avete una vena artistica di seguito troverete qualche idea per sbizzarrire la vostra fantasia e mettervi...
Altri Hobby

Come realizzare cuscini con lo spago

I cuscini oltre ad arredare allo stesso tempo sono molto utili per salvaguardare le nostre sedie. In commercio si trovano cuscini di ogni genere e per ogni gusto. In questa guida invece andremo a spiegare come poter realizzare dei cuscini con lo spago...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.