Come colorare l'ecopelle

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ecopelle, scoperta attorno agli anni sessanta, è stata introdotta sul mercato, quasi forzatamente,. Questo avvenne, semplicemente per il fatto, che esistendo una vastissima gamma di oggetti, che vanno dagli arredamenti normali, come i nostri divani, agli indumenti come giacche a vento e così via, per diminuire l'impatto ambientale. Difatti, da quando l'ecopelle, è stata introdotta sul mercato, le morti degli animali da concia, e l'inquinamento delle fabbriche, è diminuito di una percentuale inimmaginabile. Nella seguente guida dunque, ci incentreremo attorno all'ambito dell'ecopelle. Infatti vi spiegheremo più nel dettaglio, quali sono i metodi, che si utilizzano per colorare l'ecopelle. Andiamo a vedere insieme come.

26

Occorrente

  • elemento in ecopelle, uno colore acrilco ( o più di uno), pennello
36

Questo particolare tessuto ecologico somigliante alla pelle naturale, presenta il vantaggio di essere molto più economico e meno delicato di quest'ultima, ed inoltre può essere pulito con maggior facilità. Viene frequentemente utilizzato nel campo della moda, per l'abbigliamento dei motociclisti e per rivestire poltrone, sedie e divani, proprio perché è altamente resistente e solitamente impermeabile. Quindi se la vostra scelta, ricade sul cambio di colore su una borsa in ecopelle ad esempio, è fortemente consigliabile, utilizzare dei colori acrilici.

46

Si tratta di un tipo di tinta che asciuga velocemente e quando è essiccata, non forma screpolature, anzi, mantiene solitamente una certa elasticità sopra le basi su cui viene stesa. Prima provvedete a lavare il tessuto sintetico che intendete dipingere, passandovi una spugna bagnata e strizzata in acqua saponata, sgrassando bene le parti da trattare. Asciugate tutto quanto, ed utilizzando un pennello morbido, spalmate il colore. Se invece preferite dipingere solo una decorazione, potete servirvi di un pennellino. Scegliendo di sovrapporre due o più colori, è possibile svolgere quest'operazione senza problemi. Per un risultato maggiormente uniforme, applicate due o più mani di tinta.

Continua la lettura
56

Una volta che avremo finito il lavoro, avremo ottenuto un lavoro perfetto. Per la pulizia dell'ecopelle che avete colorato, non dovrete fare nulla di complicato: potrete infatti utilizzare semplicemente una panno inumidito in acqua tiepida ed un normale sapone, effettuando un risciacquo con una spugna bagnata. Non abbiate timore che la pioggia possa eventualmente danneggiare la borsa le scarpe che avete colorato: i pigmenti acrilici sono perfettamente impermeabili.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I colori acrilici asciugano in fretta: siate quindi piuttosto veloci quando li stendete.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rivestire un divano in ecopelle

Se avete un vecchio divano in pelle o ecopelle che però ha perso ormai la sua bellezza, non disperate: con un po' di sano fai da te e i consigli giusti potrete farlo tornare come nuovo. Pelle ed ecopelle sono tessuti molto affascinanti per un divano:...
Casa

Come pulire efficacemente l'ecopelle

L'ecopelle è uno dei materiali più in voga del momento, costa poco ed è ecologico. In questa guida vedremo come pulire efficacemente ogni superficie ricoperta da questo tipo di cuoio o pelle a basso impatto ambientale. Tra i benefici di questo particolare...
Altri Hobby

Come trasformare vecchie ciabatte in lussuose pantofole da Spa

La creatività consente di realizzare numerosi oggetti da altri che ormai non vengono più usati per il loro scopo originario. Tutti noi utilizziamo le ciabatte, sono un oggetto fondamentale che indossiamo ogni giorno e quindi sono anche molto utili....
Cucito

Come realizzare un vestito da amazzone

Le amazzoni erano delle donne guerriere la cui esistenza si mescola indefinitamente tra mito e realtà. In primavera esse si offrivano segretamente agli uomini di una popolazione adiacente così da poter generare prole. Se la prole era di sesso maschile...
Cucito

Come fare per riparare uno strappo nella finta pelle

La finta pelle, comunemente detta ecopelle, è un materiale piuttosto delicato, utilizzato per realizzare diversi capi, tra i quali i giubbotti e anche divani. Malgrado la sua somiglianza con la vera pelle, si tratta di un tessuto di qualità decisamente...
Cucito

Come realizzare un parka

Fra gli elementi distintivi di una nazione e d'unione fra continenti diversi, vi è la moda. Ogni paese nel creare la sua, prende spunto dallo stile di altre creando così una sorta di legame con esse. Noi italiani siamo i primi ad appassionarci a capi...
Casa

Come realizzare un pouf a sacco

Il pouf è un elemento che viene utilizzato da anni nelle camere da letto di tutto il mondo. Si tratta di un oggetto che ha una duplice funzione: quella di permettere alle persone di sedersi su di esso, evitando di poterlo fare sul letto, e inoltre permette...
Bricolage

Come realizzare un album portafotografie decorativo a fisarmonica

La realizzazione di un album portafotografie può essere un'idea fantastica; esso ci permetterà di scatenare la nostra creatività e ci permetterà di raccogliere le foto dei ricordi più belli. Inoltre, può essere anche un regalo adatto per qualsiasi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.