Come coltivare agrumi sul terrazzo o in giardino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Originari dell'India e dell'Estremo Oriente, gli agrumi sono oggi ampiamente coltivati in tutta la fascia subtropicale del mondo. Attraverso piccole cure sarà possibile coltivare facilmente gli agrumi, sia sul terrazzo di casa che in giardino, dove, aranci, limoni e mandarini, oltre a regalarvi dei gustosi frutti, rivestiranno anche un importante ruolo ornamentale grazie alle foglie sempreverdi e ai profumatissimi fiori. Vediamo quindi come coltivare gli agrumi.

27

Occorrente

  • Terriccio per il rinvaso
  • Fertilizzante liquido
  • Forbice da giardino
37

Come prima cosa, se non siete molto esperti di giardinaggio, vi converrà iniziare con la coltivazione del limone, pianta molto resistente e produttiva. Recandovi presso un vivaio, potrete acquistare una pianta già avviata e cresciuta. Nella scelta, cercate di evitare piante piccole che si mostrano già colme di frutti perché generalmente, oltre a essere le più costose, sono anche quelle che presentano minore possibilità di sopravvivenza. La fioritura degli agrumi va da Febbraio-Marzo fino all'estate e altrettanto variabile, è l'epoca della maturazione e della raccolta dei frutti. Quando acquistate una pianta di agrume in un vivaio, molto probabilmente vi sarà consegnata già in un vaso dotato del terriccio adatto alla sua coltivazione.

47

Nel caso in cui l'acquisto avvenga senza vaso, sarà necessario procurarsi del terriccio misto, contenente al suo interno torba e foglie decomposte. La scelta della grandezza del vaso deve essere ben proporzionata alla pianta: un vaso troppo grande potrebbe essere dannoso, perché la pianta svilupperebbe maggiormente l'apparato radicale, a svantaggio del fogliame e dei frutti. L'irrigazione deve essere costante ma non eccessiva, cercando di evitare i ristagni d'acqua. Inoltre, gli agrumi vanno posti in luoghi abbastanza riparati, perché la presenza di vento persistente e forte può essere molto dannoso.

Continua la lettura
57

Il rinvaso va effettuato ogni 3-5 anni, con terriccio ricco di sostanze minerali e organiche, durante il periodo primaverile, quando il pericolo di gelate notturne è ormai scongiurato. Per fertilizzare il terreno, è possibile utilizzare un apposito concime liquido per agrumi, ricco di sostanze organiche, reperibile presso i negozi specializzati. La potatura, che va effettuata in primavera, non deve essere troppo abbondante e deve limitarsi all'alleggerimento della chioma, con la rimozione dei rami secchi, danneggiati o che tendono verso il basso. Il taglio va eseguito in maniera netta, obliqua e alla base del ramo, utilizzando forbici ben affilate e disinfettate.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come creare un giardino in terrazzo

Il sogno di un verde e rigoglioso giardino a volte non lo si può realizzare. Purtroppo si deve fare i conti la carenza di un giardino nella propria abitazione. In realtà questo ostacolo, seppur apparentemente invalicabile, lo si può aggirare facilmente....
Giardinaggio

Come coltivare le azalee in terrazzo

Le azalee sono delle piante che presentano un portamento eretto e sono facili da coltivare in terrazzo. Le piante se trattate nella maniera adeguata, offrono una fioritura abbondante e rigogliosa. Ovviamente, questo può dipendere anche dalla varietà...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare l'aloe in terrazzo

L'aloe è un tipo di pianta estremamente noto per i suoi svariati effetti benefici, riscontrabili attraverso l'utilizzo di creme e gel appositi. L'aloe è fonte di vitamina B, fornisce rimedi contro la stitichezza, è un ottimo antiossidante ed è molto...
Giardinaggio

Come coltivare l'erba cipollina in terrazzo

Se la vostra passione per il giardinaggio è irrefrenabile ma non avete un giardino, potete benissimo trasformare il vostro terrazzo in un piccolo orticello e coltivare ad esempio l'erba cipollina. Si tratta in questo caso di un prodotto aromatico che...
Giardinaggio

Come coltivare il rosmarino in giardino

Il rosmarino è un arbusto perenne e sempreverde che viene coltivato facilmente sia in vaso che nel giardino di casa. Fa parte delle erbe aromatiche più utilizzate e le sue foglie strette e lunghe hanno un profumo particolare ed invitante, se si pensa...
Giardinaggio

Come coltivare il bambù nel proprio giardino

Il bambù è una pianta originaria delle zone tropicali e sub-tropicali, soprattutto dell'estremo oriente. Se ne conoscono molteplici specie; è proprio per questo che la sua altezza può variare da pochi centimetri, fino ad arrivare ad altezze imponenti....
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
Giardinaggio

Come coltivare il limone sul terrazzo

Il limone è una pianta con foglie sempreverdi, fiori bianchi e profumatissimi e frutti colorati. Oltre all'aspetto estetico, è molto utile in quanto i suoi frutti vengono utilizzati in cucina. I limoni fanno bene alla salute per il loro alto contenuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.