Come coltivare e curare gli aceri

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Probabilmente pur non conoscendone il nome e l'origine, tutti ci siamo fermati ad ammirare rapiti le splendide chiome infuocate degli aceri. Esistono moltissime varietà di questo suggestivo albero, capace di arrivare anche a raggiungere i 30 metri di altezza svettando impavido verso il cielo. Le specie più conosciute sono sicuramente quelle provenienti dal Nord America e quelle che arrivano dal lontano Oriente. L'acero è un albero meraviglioso, ricco di fascino e capace di spettacolari colorazioni nel periodo autunnale. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come coltivare e curare gli aceri.

25

Scegliere il terreno adatto per la coltivazione

La prima regola per coltivare e curare gli aceri correttamente è quella di conoscere la specie che stiamo piantando. Questo perché essendoci moltissime varietà di aceri è opportuno sapere come intervenire con esattezza. L'acero è fondamentalmente un albero facilmente coltivabile e che tende ad adattarsi a qualsiasi tipo di terreno. Ovviamente per aiutarli a crescere vigorosi e sani possiamo intervenire con qualche piccola cura mirata. Assicuriamoci quindi che il terreno dove intendiamo coltivare il nostro acero non sia troppo acido, alcalino o calcareo.

35

Provvedere all'innaffiatura

Per aiutare il nostro acero ad adattarsi al suo nuovo ambiente assicuriamoci che il substrato di coltivazione risulti sempre ben drenato. Questo accorgimento è molto importante anche per permettere all'acqua piovana, soprattutto durante abbondanti precipitazioni, di scorrere via senza ristagnare. L'acero, soprattutto quando è un esemplare ancora molto giovane, necessita di regolari innaffiature. Durante il periodo che va da aprile a settembre quando notiamo che il terreno tende ad asciugarsi troppo, provvediamo con le innaffiature. Per gli alberi di acero ormai adulti, l'acqua piovana si rivela un'adeguata e sufficiente fonte di liquidi. Ovviamente in casi di forte siccità provvediamo ad innaffiare l'albero.

Continua la lettura
45

Posizionare gli aceri in zone ombreggiate

Gli alberi di acero di origine asiatica temono il caldo sole estivo, che può anche provocargli danni. Per questo motivo è bene posizionarli in un punto del nostro giardino che risulti piuttosto ombreggiato. Per le altre varietà, decisamente più resistenti, possiamo anche scegliere zone molto più esposte. La potatura è poi praticamente inesistente in quanto l'acero è un albero che tende a mantenere una chioma ordinata e ben compatta. Assicuriamoci solo di eliminare i rami spezzati o secchi durante il periodo di fine inverno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare e curare un eschinanto

Le Eschinanto sono piante provenienti dalle zone tropicali delle Filippine e del sud-est asiatico, appartenenti alla famiglia delle Gesneriaceae. Le Eschinanto sono particolarmente apprezzate come piante d'appartamento, sia per i loro vivacissimi fiori,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare le fucsie da giardino

Se si è amanti del giardinaggio e si cerca una variante ai fiori profumati da piantare nel giardino oppure sui balconi e terrazzini questo tutorial è l'ideale. Infatti, leggendo la guida si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni...
Giardinaggio

Come coltivare e curare i pomodori

Il pomodoro è una pianta annuale i cui frutti sono alla base di molti piatti della cucina italiana, può essere coltivato in tutta Italia a partire dalle zone costiere meridionali fino ad arrivare sopra le Alpi. Resiste ad una temperatura compresa tra...
Giardinaggio

Come curare e coltivare l'Anturio

Per chi non la conoscesse, L'Anturio è una pianta molto decorativa sia isolata che con altre piante a fogliame verde. La caratteristica è rappresentata dai fiori, o meglio da un'infiorescenza che si compone di due parti: una parte detta "spata" molto...
Giardinaggio

Come coltivare e curare una zamioculcas

Sono davvero tante le persone che decidono di dedicarsi al giardinaggio: in questo modo, infatti, è possibile poter tenere nel proprio giardino o sul proprio balcone delle piante particolari, magari anche da poter utilizzare in cucina per la preparazione...
Giardinaggio

Come curare e coltivare le camelie

Per mantenere sempre i nostri giardini, terrazzi e balconi pieni di verde e di fiori colorati è molto importante saper curare tutte le nostre piante, ma generalmente, sopratutto se non siamo degli esperti di giardinaggio, preferiamo rivolgerci a giardinieri...
Giardinaggio

Come coltivare e curare una pervinca del madagascar (catharanthus)

La Pervinca del Madagascar, detta anche Catharanthus Roseus, è una pianta da fiore originaria della fascia tropicale. Utilizzata spesso per abbellire le siepi e come ornamento, essa si presenta in forma di cespuglio. Le caratteristiche foglie di questa...
Giardinaggio

Come coltivare e curare il lithops

In questa guida verranno dati utili consigli su come coltivare e curare il lithops. Per chi non lo sapesse questa famiglia comprende una serie di piante che crescono in alcune zone dell'Africa meridionale. L'etimologia della parola fa capire meglio il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.