Come coltivare e moltiplicare gli echium

Tramite: O2O 04/12/2016
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Con il termine Echium si intende un genere composto da circa 40 specie di piante, annuali e biennali che possono avere sia carattere rustico che delicato ma sono accumunate fra loro dal periodo di semina: ad inizio primavera.
Nella guida che segue parleremo distitamente degli Echium Rubrum e degli Echium vulgare (comunemente detto erba viperina). Il primo produce fiori a forma di spighe di colore rosso vivo e il secondo violacei, entrambi sono particolarmente adatti per le bordure.
Seguitemi passo passo e vedremo come coltivare e moltiplicare gli Echium.

27

Occorrente

  • Piantine di Echium
  • Concime a lenta cessione
  • Compost
  • Pacciamatura di foglie
  • Tessuto non tessuto
37

Gli Echium sono piante rustiche e per la loro ottimale coltivazione hanno necessità di un terreno leggero, asciutto e collocato in posizione molto soleggiata. Possono essere propagati per via gamica (per seme) ed usualmente vengono seminati ad inizio primavera, preferibilmente nel mese di marzo, direttamente a dimora per poi provvedere al graduale diradamento delle piantine ad aprile.
Qualora vogliate tentare una semina nel mese di febbraio sappiate che dovrete farlo sotto vetro, ad una temperatura compresa fra 13 e 16 gradi centigradi.

47

Successivamente dovrete ripicchiettare le piantine in vassoi (meglio se alveolari) e farle irrobustire in letto freddo per poi metterle a dimora quando le giornate saranno più tiepide, all'incirca da fine aprile agli inizi del mese di maggio, mantenendo una distanza fra l'una e l'altra di almeno 40 centimetri per consentire un sufficiente sviluppo dell'apparato fogliare.
Dopo il trapianto ricoprite le piantine con tessuto non tessuto per almeno due settimane.

Continua la lettura
57

Per favorire una crescita più veloce ed avere una produzione di fiori già a partire dal primo anno dovrete assicurare un buon apporto idrico e nutrizionale. Concimatele utilizzando un concime a lenta cessione oppure, in alternativa, del compost (anche non completamente decomposto) che spargete sulla superficie del terreno in modo che possa nutrire e riparare le piantine.

67

Durante la crescita fate molta attenzione che il terreno non si asciughi troppo e somministrate, fino a settembre, un buon concime (anche liquido) una volta al mese in modo che la fioritura si prolunghi quanto più possibile nel tempo. Le specie biennali degli Echium, una volta terminata la fioritura, vanno tagliate alla base e coperte durante l'inverno con pacciamatura di foglie; così facendo si manterranno sane e forti fino alla primavera successiva. Siamo arrivati al termine della guida.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Documentatevi bene sulla specie da coltivare prima di procedere operativamente!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare l'oleandro

Originaria del Mediterraneo e dell'Asia sud-occidentale, la pianta dell'oleandro è un arbusto amante del tepore che fiorisce tutto l'anno. I suoi fiori extra-large, della grandezza che varia dagli otto ai venti centimetri di diametro, e dal colore rosso,...
Giardinaggio

Come moltiplicare le calle

Uno degli hobby più gratificanti in assoluto è senza alcun dubbio il giardinaggio. Occuparsi di piante e fiori è piuttosto rilassante e ci permette di creare un ambiente ricco di profumi e colori nel nostro giardino o sul balcone di casa. Soffermiamoci...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante rampicanti

Coltivare le piante è un compito molto gratificante e lo è ancor di più quando si riesce a riprodurre con successo le proprie piante. Moltiplicare le piante, oltre a regalare numerose soddisfazioni, permette di ottenere un' ampia collezione di specie...
Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Ninfee

Le ninfee, il cui nome botanico è Nynphaea, sono delle piante acquatiche che hanno una durata perenne e sono generalmente utilizzate negli stagni, nei laghetti e nelle vasche: inoltre, esse fioriscono solitamente dal mese di Maggio fino a quello di Settembre....
Giardinaggio

Come moltiplicare i garofani per talea e per propaggine

Ci sarà sicuramente capitato, se siamo degli amanti del verde, di voler provare a coltivare sul nostro balcone o nel nostro giardino tutte le piante che più ci piacciono. Tuttavia se non abbiamo mai coltivato nessuna pianta e non conosciamo tutte le...
Giardinaggio

Come Moltiplicare Le Piante Di Oleandro E Fucsia

Siete degli appassionati di piante e fiori e vorreste averne sempre un numero maggiore sulla vostra terrazza? L'idea di spendere tanti soldi non vi aggrada molto e vorreste ricreare queste bellissime piante da voi? Se la risposta a queste domande è si,...
Giardinaggio

Come moltiplicare i gigli

Le piante per loro stessa natura amano moltiplicarsi, diventare sempre più grandi, creare semi e diffondersi. I gigli sono, tra i fiori, quelli che si prestano maggiormente alla moltiplicazione tramite bulbo o da seme. Se leggerai questa guida ti spiegherò...
Giardinaggio

Come Moltiplicare La Pianta Di Rosmarino

Il rosmarino, noto anche come Rosmarinus officinalis, sorge nell'area mediterranea, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma attualmente anche nella Pianura Padana e nei luoghi sassosi. La pianta di rosmarino è una delle più profumate della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.