Come coltivare e prendersi cura di una pianta di Dracula

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pianta di Dracula, nota anche come "Dionea Dracula", è una bellissima pianta carnivora ma, come tutte le piante di questa categoria richiede particolari attenzioni ed accorgimenti per crescere sana e fiorire. Segui le indicazioni di questo articolo in cui abbiamo raccolto preziosi consigli per capire come coltivare e prendersi cura di una pianta di Dracula.

26

Occorrente

  • Acqua in abbondanza
  • Vassoio
  • Luce solare
36

Innanzitutto, devi sapere che questo tipo di pianta necessita di parecchia acqua. Il terreno deve essere sempre umido ed il metodo migliore per ottenere questo scopo è quello di utilizzare un vassoio o un contenitore fondo ed anziché annaffiare la pianta come faresti con le altre, riempi il vassoio. Vale la pena sottolineare che non devi assolutamente usare acqua acquistata in bottiglia, né quella del rubinetto poiché la danneggerebbero; l'acqua deve essere piovana o distillata. Il suolo povero di minerali a cui le piante di Dracula sono abituate è spesso ricco di torba e sabbia, assicurati che questi due elementi siano presenti nel terreno che utilizzi, altri tipi non saranno adatti. Non utilizzare mai sabbia proveniente da spiaggia, il sale la danneggerebbe. Poni la pianta di Dracula in una posizione esposta al sole, in alternativa vanno bene anche delle illuminazioni fluorescenti progettate appositamente per lo scopo.

46

Vicino al periodo invernale, la pianta entra in “riposo”. Questo meccanismo è del tutto naturale e le serve per sopravvivere alla rigidità dell'inverno; se non le consenti di riposare la tua pianta di Dracula morirà! Presta quindi molta attenzione a questa condizione: quando mostra i primi segni di “sonnolenza” limita anche l'esposizione alla luce e bagna un po' meno il terreno, per non causarle un sovraccarico e consentirle il corretto riposo. Una buona idea è quella di utilizzare un umidificatore automatico ed impostare il timer, in questo modo puoi avere la certezza di mantenere la pianta in condizioni ideali, sempre. La temperatura va benissimo se non è troppo calda o troppo fredda; per quanto concerne l'alimentazione, evita in maniera assoluta ogni tipo di fertilizzante per il terreno. La pianta di Dracula è perfettamente in grado di catturare e divorare gli insetti che circolano nelle vicinanze e, sembrerà anche assurdo, ma un paio di insetti al mese sono in grado di garantirle i giusti nutrienti per prosperare.

Continua la lettura
56

Non nutrire la tua pianta con pezzi di carne o formaggi, se credi che nel tuo ambiente non siano presenti insetti puoi acquistarne un po' da un negozio apposito, anche in forma liofilizzata. In alternativa, i moscerini che si posano sulla frutta sono ottimi per nutrire la tua pianta! Le piante carnivore coltivate senza l'alimentazione corretta non vivranno ma non esagerare, la soluzione migliore è sempre quella di mettere la tua pianta nelle condizioni di potersi procurare da sola il nutrimento di cui necessita.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non utilizzare alcun fertilizzante

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come prendersi cura di una pianta di aucuba

L'aucuba, originariamente denominata aucuba japonica, è un arbusto sempreverde originario del Giappone. Le sue foglie a macchie color oro la rendono perfetta come ornamento da giardino o come pianta da davanzale. Durante il periodo estivo, sopraggiungono...
Giardinaggio

Come coltivare e prendersi cura di una glossinia

La glossinia (Sinningia speciosa) è una pianta tuberosa di piccole dimensioni originaria del Sud America. La sua principale caratteristica è che fiorisce per poi morire, ma, dopo un periodo di dormienza, ricresce nuovamente deliziando il suo proprietario...
Giardinaggio

Come coltivare e prendersi cura di una Pilea Cardierei

La voglia di creare un angolo verde in casa o sul terrazzo, interessa la maggior parte di noi, in quanto, piante e fiori, oltre ad essere ottimi complementi d'arredo, trasmettono tranquillità e pace nelle nostre giornate all'insegna dello stress. Nel...
Giardinaggio

Come prendersi cura del potos

Oggi parleremo di una delle piante più diffuse nei nostri appartamenti: il Potos. Questa pianta pur essendo tanto diffusa, molti non ne conoscono le tecniche corrette per prendersene cura. Tra le varie specie, quello più diffuso è sicuramente il Potos...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei fiori di alisso

L'Alisso è una pianta appartenente alla famiglia delle Crucifere; viene spesso piantata nelle aiuole o ai margini dei vialetti per dare un tocco di colore; inoltre cresce anche in prossimità delle zone rocciose ed è ideale per dare qualche sfumatura...
Giardinaggio

Come coltivare e utilizzare la pianta delle giuggiole

Se avete il desiderio di acquistare una pianta per il vostro appartamento, dovrete innanzitutto verificare le vostre abilità di coltivatori. La coltivazione, infatti, risulterà fondamentale per far sì che la pianta in questione cresca sana e forte;...
Giardinaggio

Come prendersi cura dei gerani

Il Geranio è una delle piante più comuni nei giardini o sui balconi e con i suoi colori dona vita in qualsiasi angolo della tua casa. È una pianta molto resistente al freddo ed è essenzialmente facile prendersene cura. In questa guida vedremo come...
Giardinaggio

5 errori da evitare nella cura di una pianta grassa

Se abbiamo intenzione di coltivare e curare una pianta grassa, è importante conoscerla a fondo per evitare di commettere degli errori, che potrebbero vanificare il lavoro. Si tratta infatti, di una tipologia di pianta che richiede una cura appropriata...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.