Come coltivare e utilizzare la pianta delle giuggiole

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se avete il desiderio di acquistare una pianta per il vostro appartamento, dovrete innanzitutto verificare le vostre abilità di coltivatori. La coltivazione, infatti, risulterà fondamentale per far sì che la pianta in questione cresca sana e forte; sarà necessario effettuare questo processo in modo corretto, così da utilizzare la pianta stessa, sfruttando ciò che creerà. Se avete dei dubbi riguardanti la coltivazione di una pianta, farete sicuramente bene ad informarvi. A tal riguardo, nei successivi passi di questa guida, vi verrà spiegato nel modo più semplice e chiaro possibile come coltivare ed utilizzare la pianta delle giuggiole.

27

Occorrente

  • giuggiole
  • acqua
  • terreno arido
37

Tenere conto dell'altezza della pianta

Anzitutto, è bene precisare che la pianta delle giuggiole può raggiungere i sei o sette metri di altezza. Inoltre, possiede una conformazione abbastanza contorta, con rami nodosi e spinosi. Tenete conto di questo particolare quando decidete di piantarla, poiché potreste ritrovarvi un albero molto ingombrante nel posto sbagliato. Nonostante ciò, la crescita risulta essere molto lenta. La pianta predilige un clima mite ed arido ed è davvero molto resistente a qualsiasi tipologia di terreno.

47

Preparare delle deliziose marmellate

Per quanto riguarda il frutto delle giuggiole, esso è molto simile ad un dattero o ad un'oliva dalla polpa molto carnosa. Oltre a ciò, possiede un bel colore marrone lucente, mentre le sue bellissime foglie sono rappresentate da un colore verde vivace. Al giorno d'oggi, è molto difficile trovare il frutto in commercio, mentre qualche anno fa era un'impresa davvero semplice trovarlo sulle tavole dei contadini. A questo punto, se deciderete di coltivare una giuggiola nel vostro giardino, avrete sicuramente mille modi per utilizzare i suoi frutti, partendo dalla preparazione di marmellate.

Continua la lettura
57

Utilizzare le giuggiole come rimedio per la tosse

Successivamente, potrete ottenere delle gustose giuggiole sotto spirito, proprio nello stesso modo in cui si preparano l'uva e le ciliegie. In seguito, potrete offrire il tutto agli ospiti durante le fredde serate invernali. Inoltre, essendo un frutto ricco di vitamina C e flavonoidi, viene utilizzata come: antinfiammatorio delle vie respiratorie, rimedio contro l'asma e calmante contro la tosse. Coltivare la pianta della giuggiola non è molto difficile ma richiede attenzione e dedizione, un po' come tutte le altre piante. La pazienza e la costanza giornaliera nel prendersi cura di questa pianta, vi farà ottenere ottimi frutti, che potrete utilizzare a vostro piacimento. Buon lavoro!

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare una pianta carnivora

La Dionaea muscipola è sicuramente la "pianta carnivora" per eccellenza, ovvero quella più conosciuta e apprezzata da tutti gli amanti di questa specie. Per la sua semplicità di coltivazione, è sicuramente quella più indicata per tutti i neofiti...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta di ciclamino

Il ciclamino è una pianta a fiori, di piccole dimensioni, adeguata infatti non solo per ambienti come il giardino ma anche per interni. Come lo stesso nome richiama, si tratta di una pianta a fiori dai colori che variano come il bianco, il rosa ed i...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Cordilina

Se siete degli appassionati delle piante di ogni genere e siete anche in cerca di qualche nuova specie da coltivare nel vostro giardino, potete provare ad acquistare una pianta davvero particolare: la Cordilina. Si tratta di una pianta di origine australiana...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ananas

L'Ananas è tra i frutti tropicali più mangiati ed apprezzati di sempre, è possibile trovarlo negli scaffali e nei banchi frutta di moltissimi supermercati, anche se molto spesso è meglio scegliere qualcosa di più fresco e genuino. L'Ananas è un...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di rosmarino

Il rosmarino può essere considerato un antidepressivo naturale, infatti alcuni studi hanno dimostrato la presenza, nella pianta, di un'essenza che stimola la sintesi della serotonina (il neurotrasmettitore del benessere) e che risulta un ottimo rimedio,...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di ligustro

Il ligustro è una piccola pianta, che è stata coltivata principalmente nelle isole britanniche per secoli, dove si è adattata bene alla crescita in quasi tutti i tipi di terreno, sia all'ombra che al sole. Questa pianta, è una pianta densa e sempreverde....
Giardinaggio

Come coltivare una pianta antibatterica come l'Areca

Al mondo esistono una quantità infinita di piante, ed ognuna di esse possiede delle caratteristiche particolari. Alcune sono curative, altre solo decorative, studiarle per comprenderne le potenzialità potrebbe rivelarsi particolarmente utile. L'Areca...
Giardinaggio

Come coltivare la pianta della lenticchia

Le lenticchie sono una buona fonte di proteine e di carboidrati e, poiché prive di glutine, sono adatte a chi ha problemi di celiachia. Poterle coltivare nel proprio orto, rappresenta una grande soddisfazione poiché si accontenta di terreni non troppo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.