Come coltivare i crisantemi

Tramite: O2O 27/05/2016
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La coltivazione dei fiori non è affatto semplice come sembra. Se infatti vi è stato insegnato che è sufficiente piantare i semi e innaffiare, dovete sapere che non è affatto sufficiente. Per la coltivazione dei fiori occorre cura e amore, oltre che la terra giusta, l'irrigazione nei giusti orari e, se necessario, il concime. Tra le tantissime tipologie di fiori, troviamo i crisantemi. Questi non sono molto graditi, in quanto nella cultura popolare simboleggiano i funerali. Ma i fiori restano comunque bellissimi e molto colorati, per cui non bisogna farsi trasportare dalla cultura di basso livello. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come coltivare i crisantemi.

27

Occorrente

  • una pianta di crisantemo
  • vaso di dimensioni diverse
  • terriccio universale
  • concime liquido
37

La prima cosa da sapere è che è possibile cominciare la coltivazione in due modi: è possibile acquistare una piantina già adulta e poi, in primavera, taglierai i getti grossi per metterli in vasetti di circa quindici centimetri di diametro. Quando i getti si saranno allungati tagliali all'altezza di dodici centimetri. Dai nuovi getti ne lascerai attivi solo tre: gli altri eliminali. Lascia trascorrere una quindicina di giorni e quindi rinvasala. Il secondo metodo è invece quello di acquistare i semi e piantarli in un vaso, ricordandovi di annaffiarlo periodicamente.

47

I crisantemi amano i posti soleggiati e riparati dal vento e preferiscono terreni ben drenati, ricchi di sostanze organiche e concimati a dovere con il concime per piante (con N, K, e P). Normalmente si devono fare le concimazioni da marzo a ottobre, due volte al mese. Ricorda di non usare vasi troppo grandi ma aumentare gradualmente la misura del diametro. A questo punto rompi ancora i tre ramoscelli ottenuti dalla prima spuntatura e tienili dritti con una piccola canna. Alla fine di settembre si vedranno i boccioli piuttosto numerosi.

Continua la lettura
57

Un modo più semplice per far crescere i crisantemi nel vostro giardino è quello di acquistare le piantine e poi trapiantarle con le dovute cure. Si possono trovare in quasi tutti i vivai in qualsiasi periodo dell'anno, ma il momento migliore per piantare i crisantemi è in primavera, in modo che la piantina riesca a sviluppare un buon apparato radicante e fiorire in autunno.

67

Bisogna ricordarsi che, per ottenere un solo bel fiore robusto, si devono eliminare tutti i boccioli laterali e lasciare solo quello centrale. Innaffia spesso e sostieni sempre la pianta con un tutore perché il peso del fiore è notevole rispetto alla dimensione del fusto. Se il tuo crisantemo dovesse ammalarsi di pidocchio nero, combattilo ecologicamente con infuso di tabacco.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.