Come coltivare i finocchi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Proprio come i cetrioli, anche i finocchi sono tra gli alimenti che contengono il più basso contenuto calorico: meno di 10 calorie per 100 grammi, e questo rende il finocchio un alimento adatto alle diete ipocaloriche. Inoltre, il finocchio è ricco di sali minerali e vitamine. A tal proposito, in questa guida, vi illustrerò come coltivare i finocchi, un'operazione abbastanza facile, che necessita solo un po' di attenzione e dedizione, ma alla fine ne sarete pienamente soddisfatto. Vediamo quindi come procedere.

27

Occorrente

  • Pot o terriccio ben drenante
  • Semi o piantine di finocchio
37

Come prima cosa, iniziate a coltivare partendo sia dal seme, sia dalla piantina. Le prime possono essere facilmente acquistate nei vivai e persino su internet, ma hanno bisogno di tempi più lunghi, quindi attenetevi a ciò che troverete scritto sul retro della bustina in cui sono contenute. Le piccole piante, basterà acquistarle nei loro contenitori e trapiantarle in terreno appositamente preparato. Inoltre, decidete in che modo preferite coltivare, quindi mettete in conto le spese da sostenere. Se iniziate dai semi, scavate dei solchi profondi, lasciando dello spazio tra le varie file, dopodiché aggiungete del terriccio ben drenato e possibilmente concimato.

47

Successivamente, nell'ipotesi che tutti i semi dovessero germogliare, vi consiglio di eliminare le piantine che vi sembrano più esili: in questo modo, darete la possibilità alle piantine più forti di allargarsi e crescere più resistenti. Se iniziate la coltivazione dalla piantina, rimuovetela dal polistirolo, facendo attenzione a non far staccare il cilindro di terreno dall'apparato radicale. Per evitare questo inconveniente, bagnate il polistirolo con un po' d'acqua, in modo da estrarre le piantine con più facilità. In seguito, con molta delicatezza, depositatela nel vostro orticello, in un foro appositamente praticato.

Continua la lettura
57

Se i finocchi sono posti in dei pots organici, potete immettere nel terreno la piantina senza separarla dal contenitore. L'irrigazione è un altro punto di fondamentale importanza, perché da questa dipenderanno le dimensioni del finocchio che andrete a raccogliere. Fate in modo che il terreno sia spesso umido, ma evitate la creazione di ristagni d'acqua: il finocchio è un pianta molto sensibile e potrebbe marcire molto rapidamente. Infine, raccogliete il finocchio quando noterete che avrà raggiunto una certa dimensione: vedrete fuoriuscire dal terreno, oltre che la vegetazione verde, anche una parte bianca compatta. Dopo di ciò, non vi resta che gustare i frutti del vostro lavoro.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Due settimane prima della raccolta, rincalzate il terriccio lasciando solo l'apice al di fuori del terreno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare le piante selvatiche

Quando si ha una casa con un appezzamento di terreno, si fa di tutto per renderlo il più carino possibile, coltivando delle piante oppure sistemando degli spazi con degli arredi da esterno. A volte, facendo delle passeggiate in natura si possono osservare...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.