Come coltivare i funghi esotici

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questo articolo vogliamo dar una mano a tutti coloro che amano andare alla ricerca di funghi, nei boschi di cui la nostra bella Italia è piena, per imparare loro come poter coltivare i funghi esotici,. Nella maniera più semplice e veloce possibile! Iniziamo subito con il dire che i funghi da coltivare sono veramente tantissimi, ed in genere vengono contraddistinti in diverse specie e provenienti da ogni angolo del mondo. Molto diffusa negli ultimi anni è la coltivazione dei funghi esotici, che hanno un loro sapore particolare e tecniche di lavorazione diverse dal solito. In questa guida, analizziamo i metodi adatti per coltivare i funghi esotici.

27

Occorrente

  • funghi esotici
  • terra
  • acqua
37

Uno dei funghi esotici maggiormente coltivati, è il shiitake originario dell'Asia e in particolare della Cina, paese in cui la sua coltivazione è molto diffusa. Si tratta di un esemplare gustoso e ricco di proprietà terapeutiche, ed il suo consumo avviene quando sono freschi. Strutturalmente si presenta con un gambo spesso ed un cappello carnoso di colore marrone, il cui diametro oscilla tra i 5 ed i 10 centimetri.

47

Fino a pochi decenni fa la coltivazione dei funghi esotici nel nostro paese era poco praticata, oggi invece con le direttive comunitarie, molti paesi dell'unione si sono cimentati in questa tecnica e produzione, realizzando un prodotto alternativo e di facile espansione commerciale. Per coltivare i funghi esotici è importante munirsi di contenitori: ideali sono le cassette di legno della frutta, che vanno tuttavia accuratamente pulite e poi rivestite con teli di plastica. All'interno occorre del terriccio composto da letame, paglia e residui di tipo vegetale, tutti ben mescolati e compattati. Una volta preparato a dovere, bisogna batterlo, inumidirlo e lasciarlo in posa per almeno 15 giorni, per ottenere la fermentazione che è necessaria per coltivare tutti i tipi di funghi, ed in particolar modo quelli esotici.

Continua la lettura
57

Per coltivare i funghi esotici, una volta procurati il micelio (semi filamentosi), bisogna praticare dei buchi nel terreno di almeno un paio di centimetri, e se ne versa un cucchiaio. A questo punto, il terrario va coperto e lasciato in incubazione per almeno 12 giorni, ad una temperatura di circa 30 gradi, che in climi mediterranei, può avvenire in serre umide e con un sistema di luci crepuscolari. Durante l'incubazione bisogna bagnare il terriccio evitando ristagni d'acqua, e per questo motivo conviene aggiungere delle tavolette di torba per ottenere un buon drenaggio, mentre in superficie è sufficiente uno strato di terreno di origine calcarea o semplicemente della sabbia. Trascorso tale tempo, dopo circa 20 giorni, cominciano a spuntare i primi funghi esotici che sono pronti da raccogliere e consumare freschi, preparando dei gustosi contorni o primi piatti. Ed ecco che in pochi passi anche noi avremo coltivato, magari nel nostro giardino e nella nostra casa, i funghi esotici, per poterli poi degustare con amici e parenti, intorno al nostro tavolo e davanti ad un bel bicchiere di vino!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Saper coltivare i funghi esotici è veramente divertente!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare i funghi con le bacche di segale

Possedere un orto, in terrazza o in giardino, è sicuramente un piacere: chi di voi non ha mai sognato di coltivare un qualcosa, da poter sfruttare in cucina e non solo? Molto probabilmente ci avrete anche provato, con piante da frutto magari, oppure...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi in casa

Quanti di voi hanno la passione per i funghi e si dilettano nell'andare alla ricerca di questi per i boschi!; tuttavia bisogna essere degli esperti per distinguere i funghi velenosi da quelli commestibili. Per non incorrere a tale rischio è bene lasciarsi...
Giardinaggio

Come coltivare funghi champignon

Se tra i tanti hobby avete quello del giardinaggio, potete coltivare tra le varie piante anche i funghi; infatti, il procedimento è piuttosto semplice, e c'è bisogno soltanto di un po' di tempo a disposizione per raggiungere un ottimo risultato. In...
Giardinaggio

Come coltivare funghi nell'orto

I funghi, sono scientificamente delle piante, che quasi tutti amano mangiare: ci sono tantissime varietà, cambia il loro nome, la dimensione, la forma, il colore, il sapore e così via. Tuttavia, esistono anche delle specie velenose che è possibile...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi su ceppi di legno

Nella guida di seguito ci sono preziosi suggerimenti per coltivare dei funghi su ceppi. Il legno che meglio si presta all'attecchimento è sicuramente il pioppo, ma sono idonei anche la quercia, il faggio, il frassino, che danno risultati altrettanto...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi porcini

I funghi hanno una grande varietà di forme, ma tutti hanno la caratteristica di non avere la clorofilla per cui devono nutrirsi di sostanze già elaborate da altri organismi. Essi possono essere utili oppure nocivi, dipende dalla specie a cui appartengono....
Giardinaggio

Come coltivare il fungo prataiolo

Per coltivare i funghi necessariamente ci sono dei processi ben precisi da seguire: la preparazione dei substrati di coltura e la produzione dei funghi. Generalmente le aziende che attuano entrambi i suddetti momenti evolutivi vengono definite "fungaie...
Giardinaggio

Come costruire una serra per funghi

Se amiamo i funghi ed intendiamo coltivarli, possiamo farlo in un modo abbastanza semplice costruendo una serra. L'uso di questa copertura serve infatti ad ottimizzare il risultato, ed ottenere degli esemplari di alta qualità. In riferimento a ciò,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.