Come coltivare i mandarini

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Di origine asiatica, l'albero del mandarino viene apprezzato ormai ovunque per il profumo dei suoi fiori, la bellezza della pianta e la soddisfazione di cogliere con le proprie mani il frutto. Adatto ad un clima mite e temperato, anche in Italia cresce rigoglioso, specialmente in Sicilia, ma non di rado è possibile tuttavia vederli nei giardini di ville e case per abbellimento. Vediamo quindi insieme come coltivare i mandarini.

26

Occorrente

  • cesoie, concime, spazzola ruvida, trucioli, segatura
36

Proteggere l'albero di mandarino dal freddo e dal caldo

Se non sono coltivate nel loro habitat naturale, le piante di mandarino richiedono più cure ed attenzioni del dovuto, specialmente per evitare che le basse temperature invernali possano danneggiarle. Innanzitutto è bene ricordare che l'albero del mandarino deve essere protetto soprattutto dalle temperature troppo basse o troppo alte, che superino i 38 gradi, oltre che dal gelo delle stagioni fredde. Fogli bucherellati di plastica possono essere un valido aiuto durante ogni gelata notturna.

46

Accorgersi se la pianta è ammalata

Se una pianta di mandarino sta soffrendo oppure è ammalata, per le cattive condizioni climatiche in cui si trova, in genere, non manifesta immediatamente il sintomo, ma chi è esperto nella sua coltivazione, togliendo una piccola porzione di corteccia dai rami o dal tronco, con un taglierino affilato e disinfettato, si accorgerà che la pianta non è sana. Comparirà infatti alla vista un tessuto legnoso, che tende giallognolo, il che significa che la temperatura non appropriata potrebbe avere colpito e danneggiato la pianta. La pianta di mandarino con le temperature sbagliate, infatti, si disidrata e si secca, morendo in seguito.

Continua la lettura
56

Rimuovete i frutti quando saranno maturi

Nelle stagioni invernali è necessario proteggerla mettendo miscugli formati da segature, truciolo, triti di pigne essiccate, alla base del tronco. In questo modo, proteggerete certamente le radici della pianta di mandarino, evitandone malattie anche mortali ed in ogni caso molto dannose. Togliete inoltre quando sono maturi i frutti, che in altro caso appesantirebbero la pianta, lasciando solamente quelli acerbi. Sostanze fungicide vanno inoltre spruzzate periodicamente sulle foglie, disinfettando con molta attenzione ogni ramo spoglio o secco. È possibile innaffiare ogni 4 o 5 giorni e periodicamente, facendo particolare attenzione che la piantina non abbia ricevuto troppa acqua piovana. Il concime addizionato con quantità giustamente proporzionate di zinco, rame e boro è molto utile per la crescita della pianta di mandarino. Buon lalvoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come praticare un innesto su un albero di mandarini

Eccoci qui, pronti per proporvi un articolo, veramente utile e veloce, per imparare come poter praticare, con le nostre mani e grazie alla nostra voglia di fare, un semplice innesto su un albero di mandarini, in modo da poterlo praticare nel modo corretto....
Giardinaggio

Come coltivare agrumi sul terrazzo o in giardino

Originari dell'India e dell'Estremo Oriente, gli agrumi sono oggi ampiamente coltivati in tutta la fascia subtropicale del mondo. Attraverso piccole cure sarà possibile coltivare facilmente gli agrumi, sia sul terrazzo di casa che in giardino, dove,...
Giardinaggio

Come coltivare il mandarino cinese

Il Mandarino Cinese è un albero da frutto di piccole dimensioni che regala frutti gustosi e perfetti per ricette particolari e deliziose conserve, dal sapore deciso ed il profumo intenso. Essendo alquanto complicato riuscire a trovare i Mandarini Cinesi...
Giardinaggio

Come coltivare l'albero d'arance

Arance, limoni e mandarini sono tra le piante di agrumi maggiormente coltivate nella nostra penisola e, con i loro innumerevoli ibridi, concorrono a definire il paesaggio mediterraneo delle nostre coste. Coltivare uno di questi esemplari può apparire...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.