Come coltivare i sempervivum

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se amiamo le piante ed intendiamo coltivarne alcune davvero particolari, possiamo optare per i sempervivum; infatti, si tratta di una specie grassa, la cui cura non richiede molte attenzioni ed è adatta anche a chi non ha troppo tempo per dedicarsi alla loro coltivazione. A tale proposito, ecco una guida su come coltivare i sempervivum.

26

Occorrente

  • Vaso di trracotta
  • Terriccio universale
  • Sabbia di fiume
  • Argilla espansa
  • Concimi con fosforo e potassio
36

Le specie

Il genere dei sempervivum, comprende circa una quarantina di specie di piante appartenenti alla famiglia delle crassulaceae. Se dunque intendiamo acquistarne una semplice da coltivare ed anche molto bella dal punto di vista estetico, il sempervivum è l'ideale. Questa specie si contraddistingue tra l'altro per la forma a rosette, e le foglie sono appuntite e spesso di un colore rosso tendente al violaceo ed inoltre, sono ricoperte di una una peluria abbastanza lunga che le protegge.

46

Il travaso

La prima cosa da fare per coltivare correttamente i sempervivum, consiste nel travasarla dal contenitore di plastica in cui ci viene venduta, poiché un nuovo terriccio e dello spazio più ampio favoriscono la corretta crescita dell'apparato radicale. Un vaso di terracotta è senza alcun dubbio un'ottima soluzione in quanto consente di far traspirare il terreno, evitando anche pericolosi ristagni di umidità che potrebbero far marcire le suddette radici. Per quanto riguarda invece nello specifico il il terreno, quello universale è ideale purché venga mescolato con sabbia e argilla espansa; infatti questo binomio ci garantisce un eccellente drenaggio dell'acqua e contemporaneamente favorisce l'aerazione del terriccio. Una volta travasato il nostro sempervivum, dobbiamo esporlo alla luce solare per almeno 5 ore al giorno, mentre per quanto riguarda le innaffiature devono essere piuttosto moderate nel periodo di inizio e fine primavera, aspettando però che il terreno sia abbastanza asciutto tra un'annaffiatura e un''altra.

Continua la lettura
56

Il concime

Molto importante è somministrare alla pianta periodicamente del concime a base di fosforo e potassio, evitando tuttavia l'eccesso di azoto, poiché tende ad ammorbidire troppo le foglie. Per quanto riguarda invece le malattie, i sempervivum non sono soggetti ad alcuna patologia grave, ma dopo la fioritura che va da giugno a settembre, è opportuno eliminare le foglie secche, per cui ad inizio autunno va fatta una specifica potatura. Infine è importante sottolineare che i sempervivum riescono a crescere bene anche se la temperatura in inverno è prossima allo zero, e quindi non è necessario ripararle con teloni o portarli in casa, se li abbiamo coltivati su balconi e terrazzi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.