Come coltivare il caladium

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Il caladium sono piante originarie per lo più delle foreste tropicali brasiliane e sono state importate da qualche tempo in Europa, sono piante erbacee perenni con rizoma tuberoso simile a una radice provvista di gemme nella parte superiore, e radici in quella inferiore. Infatti, le foglie si originano dal rizoma e sono sorrette da lunghi piccioli. Essa appartiene alla famiglia delle Araceae ed è una pianta molto diffusa nei nostri appartamenti per la straordinaria bellezza delle sue foglie. In questa guida v'insegnerò coltivare il caladium.

26

Occorrente

  • Una piantina di caladium
36

Il caladium è una pianta dalle grandi foglie, in commercio ormai ci sono molti ibridi che vanno molto di moda per la coltivazione in casa. Il tubero, talvolta voluminoso, dà origine a un ciuffo di foglie sciancrate alla base, una forma quasi triangolare. Possono raggiungere anche sessanta o settanta centimetri di lunghezza, secondo la varietà: molto sottili, quasi trasparenti, possono prendere il colore più vario, dal bianco al rosa, dal rosso al verde.

46

Dai a questa pianta una buona luminosità, ma non la vista del sole che brucerebbe velocemente le sue foglie. Durante il periodo della crescita è bene garantire una temperatura costante di circa 20-22°C. Durante il periodo di riposo invernale è sufficiente una temperatura di 15-18°C, che darà la possibilità alla tua pianta di affrontare al meglio il suo riposo vegetativo. È buona consuetudine porre il vaso in un sottovaso con della ghiaia dove sarà presente sempre un filo d'acqua, per garantire alla pianta un buon tenore di umidità.

Continua la lettura
56

Dalla fine dell'inverno fino all'inizio dell'autunno, bagna moderatamente la pianta in modo da mantenere il terreno leggermente umido. Fino alla fine di agosto, ogni quindici giorni, fai dei regolari apporti di fertilizzante. Riduci quindi progressivamente le annaffiature per poi sospenderle quando le foglie sono appassite. Man mano che le foglie appassiscono esse vanno eliminate tagliandole con delle forbici pulite e ben disinfettate per evitare l'insorgenza di malattie fungine. Il tubero allora osserva un periodo di riposo vegetativo. Se i tuberi sono conservati a 18-20°C, inumidisci un poco di terreno una volta il mese.

66

Rinvasa il tubero in un terreno fresco in febbraio e portalo quindi in un ambiente caldo, umido e luminoso, dove eseguirai delle annaffiature parsimoniose per indurre lo sviluppo. Se l'ambiente è troppo asciutto, le foglie seccano, mentre se fa troppo freddo, si afflosciano. Gli acari possono invadere il fogliame durante la crescita, soprattutto se l'ambiente è troppo asciutto. Durante il periodo autunno invernale quando le foglie cadono e della pianta è rimasto solo il rizoma si sospendono tutte le irrigazioni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.