Come coltivare il caprifoglio in giardino

Tramite: O2O 13/11/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il caprifoglio (Lonicera caprifolium) è una pianta bella, fragrante, vigorosa e facile da coltivare, originaria dell'America e dell'Estremo Oriente; inoltre, è ad alta tolleranza nel giardino in cui viene piantata e coltivata. Essa produce dei fiori incantevoli, abbondanti e profumati in delle tonalità che vanno dal bianco al giallo e dal rosa al rosso, i quali attirano farfalle e colibrì, soprattutto durante i mesi estivi. In autunno, invece, i fiori diventano dei frutti di cui beneficiano soprattutto gli uccelli. Si tratta di una vite semi-sempreverde che può crescere fino a 30-40 centimetri con un buon supporto e fiorisce dalla tarda primavera fino a metà estate. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, come coltivare il caprifoglio in giardino.

25

Occorrente

  • Traliccio o recinzione
  • Contenitori
35

Luce e terreno

Anche se il caprifoglio preferisce la piena luce solare, tollera abbastanza bene qualche periodo di ombra. La pianta, inoltre, è anche ben tollerante a diversi tipi di terreno; tuttavia, è consigliabile coltivarla in un terreno ben drenante modificato con della materia organica. Il caprifoglio può essere coltivato anche come copertura a terra in aree idonee, anche se la maggior parte prospera meglio quando vengono utilizzati diversi tipi di supporto: sia lungo, come ad esempio una recinzione, sia su un traliccio. In alternativa, la pianta può essere coltivata anche in dei contenitori.

45

Supporto e potatura

Come già accennato, per la coltivazione del caprifoglio è possibile utilizzare una recinzione o un traliccio. Se la pianta è giovane, è sufficiente anche una robusta pala, la quale verrà ricoperta dalla pianta in un breve lasso di tempo; se invece la pianta è matura, avrà la tendenza ad ombreggiare la porzione inferiore della vite, cosicché sarà necessario utilizzare anche una base di legno come supporto aggiuntivo. Per quanto riguarda la potatura, la pianta deve essere tagliata per la sua metà superiore, limitandosi a potare soltanto i suoi ramoscelli mal disposti verso la fine dell'inverno per mantenerla in buona salute.

Continua la lettura
55

Contenitori

Se si preferisce coltivare il caprifoglio nei contenitori, è bene sapere che tutte le varietà di questa pianta si adattano abbastanza bene a condizione che ricevano regolarmente l'acqua e tutti gli alimenti vegetali di cui hanno bisogno, soprattutto all'inizio della stagione estiva. Anche in questo caso è opportuno fornire la pianta di un traliccio per mantenerla eretta e favorirne la crescita; inoltre, prospera bene anche in cesti appesi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il bambù nel proprio giardino

Il bambù è una pianta originaria delle zone tropicali e sub-tropicali, soprattutto dell'estremo oriente. Se ne conoscono molteplici specie; è proprio per questo che la sua altezza può variare da pochi centimetri, fino ad arrivare ad altezze imponenti....
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare more da giardino

Le more da giardino sono molto diffuse proprio perché non hanno bisogno di particolari cure e sono caratterizzate dall'assenza di spine. Una volta piantate regaleranno i loro ottimi frutti. Le more contengono sostanze antiossidanti e sono usati anche...
Giardinaggio

Come coltivare i funghi porcini in giardino

Tra tutti i funghi, il porcino è senza dubbio uno dei più apprezzati. In virtù del suo pregio e dell'inconfondibile odore che emana, questo fungo, negli anni, si è meritato l'appellativo di "re dei funghi". Data la sua specifica peculiarità, non...
Giardinaggio

Come coltivare gli asparagi in giardino

Crearvi un piccolo orto è un'esperienza che dovreste provare almeno una volta nella vita. Il piacere di curare e successivamente mangiare un ortaggio nato grazie alle vostre attenzioni dedicate alla terra, è un qualcosa che vi porterà indietro nel...
Giardinaggio

Come coltivare rose in vaso o in giardino

Coltivare le piante è una una passione che richiede anche un pizzico di conoscenza di tale ambito. Quella del pollice verde quindi è un attitudine che va coadiuvata da un sapere. In questa particolare guida avremo l'opportunità di vedere come coltivare...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare i legumi in giardino

Se avete un giardino ed intendete sfruttarlo come orto per coltivare i legumi, è importante conoscere a fondo le caratteristiche morfologiche di questi ultimi, in modo da regolarvi in base ad ogni singola specie. A tale proposito, ecco una lista con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.