Come coltivare il cavolo cappuccio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La coltivazione di verdure ed ortaggi richiede un minimo di esperienza, ed un piccolo apprezzamento di terreno o qualche vaso rettangolare molto capiente, che consenta di realizzare un piccolo orto anche quando non si possiede un giardino. Alcune coltivazioni sono semplici da attuare mentre altre, richiedono maggiori cure e un minimo di esperienza. Con l'utilizzo di questa guida, potrai facilmente iniziare a coltivare una varietà di cavolo presente spesso in cucina e sulle nostre tavole: il cavolo cappuccio (Brassica oleracea capitata). Vediamo insieme come coltivare il cavolo cappuccio ottenendo buoni risultati e piante ben sviluppate e fragranti.

25

Occorrente

  • Semi di cavolo cappuccio
35

Il cavolo cappuccio non gradisce i climi siccitosi, ama l'umidità quindi, il luogo ideale per farlo crescere, è quello caratterizzato da clima umido e freddo. Il terreno per la semina non richiede particolari esigenze, ma sebbene questa specie ami l'umidità, bisogna far attenzione che non si verifichino ristagni d'acqua. Il pH idoneo alla semina e alla crescita del cavolo cappuccio, è quello tendente alla neutralità. Di solito la coltura di questo cavolo, precede una coltura da rinnovo sullo steso terreno ma, parliamo di vere coltivazioni e non di piccoli orti o cavoli in vaso.

45

Per quanto riguarda la semina, essa varia a seconda del tipo (primaverile, invernale, o estivo - autunnale), i cavoli primaverili vanno seminati in agosto - settembre, mentre gli estivi-autunnali da gennaio a maggio, infine, gli invernali in maggio-giugno. La semina va effettuata preferibilmente in un semenzaio, di solito a letto caldo, ma la si potrà attuare anche direttamente nel terreno del proprio orto, o nei vasi.

Continua la lettura
55

Il terriccio andrà mantenuto umido fino a quando si verificherà la germinazione. Quando le piantine hanno emesso la terza foglia, andranno ripicchettate un aiuola apposita (se si è optato per l'impianto in orto o in vaso diretto, andranno mantenute in sede), quando avranno sviluppato altre tre foglie andranno trapiantate definitivamente nell'orto. La profondità di semina si aggira intorno ad 1-2 cm. Oltre alle irrigazioni frequenti (almeno due andranno effettuate subito dopo il trapianto) si eseguiranno le normali scerbature e zappettature. Le piante morte andranno sostituite, mentre si rincalzeranno quelle vive. La raccolta del cavolo cappuccio andrà effettuate recidendo la pianta alla base, prima che si apra, appena la testa del cappuccio è ben sviluppata e soda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare il cavolo nero

Come vedremo nel corso di questo breve tutorial dedicato al verde, la coltivazione di alcuni ortaggi gustosi e salutari, come ad esempio il cavolo nero, è semplice e veloce (oltre a non richiedere particolari accortezze). Nonostante possa sembrare difficile...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo verza

Il cavolo verza è un ortaggio facile da coltivare e delizioso da mangiare. Fa parte della famiglia delle brassica oleracea. Non ha radici molto profonde. È caratterizzato da un fusto dritto e non supera i 30 centimetri di altezza. Ha la forma di una...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo di Bruxelles

I cavoletti di Bruxelles sono i germogli ascellari dalla forma globulare di una varietà di Brassicacea che appartengono alla famiglia dei cavoli, ovvero alla parte edule della pianta: essi crescono alla base delle foglie principali e sono composte da...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo: tecniche e consigli

Il cavolo è uno degli ortaggi più consumati, soprattutto nel periodo subito successivo all'estate, e diventa un perfetto accompagnamento per le tipiche ricette mediterranee. Il cavolo appartiene a una famiglia molto estesa, ovvero la famiglia delle...
Giardinaggio

Come curare le ferite con impacchi di cavolo

Fra tutte le verdure conosciute, il cavolo è sicuramente quella meno amata. Forse la motivazione deve essere ricercata nel fatto che durante la cottura, il cavolo rilascia nell'aria un odore tutt'altro che gradevole e molto persistente. Se dal punto...
Giardinaggio

Come coltivare le verze

Chi possiede un piccolo orto e ha la possibilità di coltivare verdure autonomamente avrà provato sicuramente l'enorme soddisfazione di raccogliere ortaggi coltivati in modo naturale senza l'aggiunta di prodotti chimici. Nei passi a seguire vi saranno...
Giardinaggio

Come coltivare i broccoli

Con il nome di "broccoli", si identifica una particolare varietà di cavolfiore riconducibile alla grande famiglia delle Brassicaceae. Dotate di infiorescenze commestibili e di foglie edule, le piante di questa specie sono state spesso le silenziose protagoniste...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare all'ombra

Gli ortaggi, come la parola stessa suggerisce, sono dei tipici prodotti della natura che è possibile ricavare dalla coltivazione degli orti. Una delle caratteristiche essenziali di questi prodotti è che devono crescere su un terreno adatto e fertile,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.