Come Coltivare Il Cereus

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Cereus è una pianta grassa di tipo erbacea e perenne appartenente alla famiglia delle cactacee, ed è originaria dell'Africa tropicale. Questa pianta ha una forma simile ad un albero invernale, che può raggiungere anche i 20 metri di altezza e si presenta con poche ramificazioni e senza foglie. Volendolo coltivare è necessario attenersi a delle linee guida specifiche, per cui nei passi successivi ci sono alcuni consigli utili su come coltivare il Cereus.

25

Occorrente

  • Vaso piccolo e profondo
  • Terriccio per piante grasse
  • Torba sminuzzata
35

Iniziamo subito dicendo, che il cereus assomiglia molto ad un candelabro, che ha dei bracci irregolari. Nelle nostre zone marittime, questa pianta può raggiungere di certo l'altezza di circa 3 metri, mentre nelle altre località, il cereus non supera al massimo i 50 cm. Anche se molto spinosa, il cereus è una pianta di grande impatto visivo. In Italia si coltiva spesso in vaso, per poter donare un po' d'ornamento dei terrazzi, dei balconi ed anche le nostre finestre di casa e d'ufficio.

45

In genere questa pianta, in estate fa fiori che sono davvero molto profumati ed hanno anche dei bellissimi colori e che si aprono di notte. Questa pianta vuole che essere esposta in dei vasi piccoli, ma che allo stesso tempo siano anche molto ben fognati. Predilige delle rare innaffiature, serra calda o almeno tiepida, a temperatura non inferiore ai 10 gradi durante l'inverno, piccole innaffiature ogni 20 giorni, terriccio delle piante grasse. Una volta al mese è bene ricordare che occorre cercare di concimare il cereus, con delle concimazioni che possono essere sia liquide, e cioè diluite con doppia dose di acqua. In questo modo, così facendo i fiori che il nostro cereu produrrà saranno ancor più numerosi rispetto al normale e rispetto anche alle altre piante, che ci sono in commercio. Nel caso dovessimo desiderare moltissime piante di cereus, dobbiamo ricordare che è possibile moltiplicare questa pianta tramite la semina. Ordinariamente il cereus si moltiplica anche tramite l'utilizzo delle talee erbacee di ramo, ed in particolar modo nel periodo che va dal mese di maggio o anche di giugno.

Continua la lettura
55

In riferimento a ciò vediamo come procedere per ottenerla. Nello specifico si tratta di tagliare un ramo con almeno due gemme fruttifere, e piantarle in un vaso tenendolo in un ambiente abbastanza umido. Quando la ramificazione si propaga, allora si può inserire direttamente a dimora innaffiandolo quotidianamente e garantendogli un suolo ben drenato, e aggiungendo nel caso fosse eccessivamente secco, delle tavolette di torba sminuzzata. In tal modo l'acqua delle innaffiature viene rilasciata lentamente, e consente alle radici di attingerla giornalmente, senza correre il rischio di essiccarsi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.