Come coltivare il crisantemo

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il crisantemo è un fiore originario della Cina ed è il fiore nazionale del Giappone, a cui viene infatti dedicato un giorno di festa. Nel nostro Paese il crisantemo fiorisce in autunno e viene per questo motivo associato alla commemorazione dei defunti, motivo per cui non è raro trovare questi fiori nei cimiteri. Il crisantemo tuttavia è una pianta ornamentale perenne che non richiede particolari attenzioni ed esiste in numerose varietà, che si distinguono per la forma, la dimensione e il colore dei fiori. Vediamo quindi come coltivare il crisantemo.

27

Occorrente

  • Semi
  • Terreno concimato
  • Esposizione al sole
37

Scegliere il terriccio

Utilizzate un terriccio, oppure mescolate 4 parti di torba, 2 parti di perlite e 2 parti di vermiculite (la cosa più importante che non bisogna mai dimenticare, è che la miscela del suolo deve essere ben drenata). Riempite un vassoio con dei semi di crisantemo e ricopriteli in maniera superficiale con due terzi di terreno. Inumidite il suolo fino a quando si bagna completamente (non inzuppato); l'utilizzo di uno spruzzino è l'ideale.

47

Interrare i semi

Spargete i semi sulla parte superiore del terreno, in modo che siano distribuiti uniformemente. Non coprite con molta terra, in quanto i crisantemi per germinare hanno bisogno di molta luce. Per ottenere degli ottimi risultati, utilizzate dell'acqua a temperatura ambiente e ricoprite il vassoio con della plastica trasparente; questo creerà un effetto serra e aiuterà a mantenere i semi sia al caldo, che in umido. Mettete il vassoio contenente i semi in una zona ben illuminata, ma lontano dalla luce diretta del sole. Mantenete i semi umidi e togliete la plastica quando saranno germogliati (solitamente occorrono dai 7 ai 28 giorni).

Continua la lettura
57

Curare i crisantemi

Trapiantate i crisantemi quando il pericolo delle gelate è passato. Utilizzando una vanga, controllate accuratamente il terreno nel giardino, in modo tale da eliminare la presenza di eventuali grumi, o detriti. Fate un buco abbastanza profondo per coprire completamente le radici. Operate con alcuni compost, oppure concimi; i crisantemi hanno bisogno di un terreno ricco di nutrienti. Riempite il buco con dell'acqua e lasciate che si assorba nel terreno. Infine aggiungete dell'altro terriccio.

67

Irrigare la pianta

Bagnate nuovamente la terra e mantenete i crisantemi ben irrigati per tutta la stagione. Durante i periodi invernali, coprite la pianta con della paglia, per mantenerla asciutta e per evitare che il gelo possa creare uno sradicamento. È consigliato innaffiare i crisantemi al mattino presto, oppure nel tardo pomeriggio, in modo tale da lasciare il tempo sufficiente alle foglie di asciugarsi prima della sera.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • È preferibile coltivare il crisantemo all'aperto e non tenerlo in casa in un vaso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come combattere la ruggine del crisantemo

Il crisantemo è una pianta rustica che viene coltivata sia come pianta da giardino, sia industrialmente per ottenere fiori recisi, dal momento che la richiesta di mercato è molto alta nel corso di tutto l'anno. Alcuni floricoltori, sono riusciti ad...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare i crisantemi

La coltivazione dei fiori non è affatto semplice come sembra. Se infatti vi è stato insegnato che è sufficiente piantare i semi e innaffiare, dovete sapere che non è affatto sufficiente. Per la coltivazione dei fiori occorre cura e amore, oltre che...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.