Come coltivare il daikon

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il daikon è un particolare ravanello di origine orientale molto utilizzato in cucina grazie al suo gusto gradevole e delicato. È un ottimo ingrediente per preparare piatti speziati dal sapore etnico come, ad esempio, zuppe calde, stufati o fresche insalate. Ha numerose ed importanti proprietà benefiche per la salute del corpo umano. Contiene, infatti, elevate quantità di vitamina C, ottima per preservare la forza del sistema immunitario. Inoltre, apporta buone dosi di ferro, fibre e calcio. La forma del daikon è simile a quella di una grossa carota e misura circa 20-25 cm di lunghezza. Dedicarsi alla sua produzione nel proprio orto, giardino o terrazzo, non è per nulla complicato. A tale proposito, in questa guida, vi forniremo degli utili consigli su come coltivare questo ortaggio nel modo adeguato. Scopriamo insieme, passo dopo passo, come procedere nel dettaglio.

27

Occorrente

  • semi di daikon
  • Terreno agricolo
  • vaso o scatola di legno di grandi dimensioni
  • attrezzi per lavorare la terra
37

Coltivare il daikon in un piccolo terreno domestico, può essere sorprendentemente semplice. La lunghezza del daikon misura, di solito, circa 20 cm, ma può aumentare o diminuire a seconda dell'ampiezza del terreno in cui viene posto. L'habitat migliore per questo ortaggio, è un terreno fertile. Il momento dell'anno ottimale per seminarlo, inizia alla fine della stagione invernale, ossia marzo/aprile e termina a settembre/ottobre. Dopo poco più di un mese dalla semina, sarà già possibile iniziare a raccogliere il daikon.

47

È possibile coltivare il daikon anche all'interno di vasi di terracotta molto profondi e dal diametro largo. In alternativa, si possono utilizzare grandi cassette di legno. Va da sé che in questi particolari supporti il daikon sarà inevitabilmente di dimensioni più piccole. Mediamente avrà una lunghezza di circa 10 cm, proprio perché non ha la possibilità di svilupparsi completamente. Dopo la raccolta, il daikon va necessariamente conservato in un luogo fresco ed asciutto per non più di una decina di giorni. Durante questo lasso di tempo, può essere consumato a tavola fresco o cotto.

Continua la lettura
57

Ecco, infine, alcuni importanti consigli pratici. Il terreno deve essere molto morbido, privo di zolle che impedirebbero la crescita e lo sviluppo delle radici. I semi di daikon vanno sparsi nel terreno ad almeno 40 cm di distanza l'uno dall'altro per consentire alle radici di espandersi liberamente sotto la superficie. La mancanza di precipitazione può danneggiarne il processo di crescita. È importante, in caso di clima molto secco, annaffiare regolarmente il terreno. Se alcune radici risultano esposte ai raggi diretti del sole, è necessario coprirle per non farle bruciare. In caso contrario, il Daikin sarà compromesso irrimediabilmente.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' importante, in caso di clima molto secco, annaffiare regolarmente il terreno
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.