Come coltivare il farro

Tramite: O2O 03/01/2017
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il farro è uno dei cereali più diffusi, e per coltivarlo si adottano tecniche molto semplici e senza l'uso di particolari macchinari. A livello industriale è necessario un aratro, ma per la coltivazione in un fazzoletto di terra dell'orto di casa, basta un semplice rastrello. In questa guida a tale proposito, ci sono alcune nozioni di base che ci illustrano come coltivare il farro.

25

I romani, erano solo alcuni fra i numerosi popoli che lo conoscevano, lo sfruttavano (poiché il farro cresce praticamente dappertutto), utilizzandolo in diverse maniere. Per introdurre la coltivazione del farro, partiamo dunque dalla semina che avviene nel periodo autunnale, o comunque a stagione calda conclusa, per consentire in questo modo alla pianta uno sviluppo corretto.

35

Una buona notizia è inoltre che il farro non ha alcuna necessità di terreni particolarmente ricchi o nutrienti, e neppure di fertilizzanti artificiali, anzi sostanzialmente è proprio sconsigliato l'utilizzo, se non in minime dosi. Tra questi l'unico è l'azoto, specie se il terreno del nostro orto è decisamente molto povero. La preparazione del terreno è dunque la base fondamentale per ottimizzare il risultato dal punto di vista del raccolto, per cui è importante l?aratura utilizzando in questo caso un rastrello, dopodichè il letto per la semina viene cosparso di un abbondante strato superficiale di terreno grossolano, che funge da protezione a quello sottostante. In questo modo, si favorisce il drenaggio dell'acqua che viene rilasciata lentamente nel sottosuolo, per evitare di far marcire l'apparato radicale.

Continua la lettura
45

Il farro dopo la semina, cresce almeno in fase iniziale molto rapidamente. Questo rappresenta una particolare caratteristica dello stato di salute del cerale che non necessita di alcun trattamento chimico, per evitare la formazione di erbacce infestanti. Per quanto riguarda invece la raccolta, il farro impiega un po' più tempo rispetto agli altri cereali per lo sviluppo, e la trebbiatura è l'operazione fondamentale che va effettuata nel periodo estivo inoltrato, ovvero nei mesi di luglio o agosto. Un ettaro coltivato con un centinaio di chilogrammi di semi di farro, può arrivare a produrre in media fra i quindici e i venticinque quintali, quindi decisamente tanti, tenendo conto che in pochi metri quadrati, riusciamo ad ottenerli. Dopo la trebbiatura, per utilizzarlo ed essiccarlo, bisogna setacciarlo, e in tal caso basta rivolgersi ad un'azienda agricola che con circa 50 centesimi di euro a quintale, lo ripulisce e lo rende ideale per la conservazione nel periodo invernale.

55

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare il tamarillo

Possedere un giardino pieno di piante, colorato e variegato è cosa piuttosto comune. Molte sono le varietà di piante e fiori che si possono trovare, ma negli ultimi periodi le piante esotiche sono le più amate. Il Tamarillo o Cyphomandra betacea, è...
Giardinaggio

Come coltivare la calathea crocata

La calathea crocata è una bellissima pianta dai fiori colorati e dalla forma particolare, quando riesce a fiorire.Essa è una pianta d'appartamento che necessita di climi umidi ma non troppo caldi. Per la sopravvivenza, date le sue origini, ed è comunque...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come coltivare la Bella di Notte

La Bella di Notte è una pianta davvero molto particolare; infatti, i petali di questo fiore hanno la caratteristica di aprirsi di notte, mentre di giorno si chiudono per difendersi dal caldo. Tale peculiarità la rende anche più affascinante, soprattutto...
Giardinaggio

Come coltivare rose in vaso o in giardino

Coltivare le piante è una una passione che richiede anche un pizzico di conoscenza di tale ambito. Quella del pollice verde quindi è un attitudine che va coadiuvata da un sapere. In questa particolare guida avremo l'opportunità di vedere come coltivare...