Come coltivare il glicine

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La Wisteria, o più conosciuta come glicine, è una pianta rampicante che, grazie alla sua vistosa e profumata fioritura primaverile, si rende perfetta come ornamento grazie anche alla sua capacita di arrampicasi su praticamente qualsiasi supporto che le mettiate affianco. Originaria dell'estremo oriente, più precisamente Cina e Giappone, questa pianta si presta benissimo alla coltivazione mediterranea grazie alla sua forza e grazie all'aiuto di questo tutorial potremo far letteralmente sbocciare qualsiasi angolo del nostro giardino.
Vediamo dunque, con questa guida, come coltivare il glicine.

26

Occorrente

  • Terreno
  • Glicine
36

Prima di capire come coltivare il glicine, è bene sapere che i glicini riprodotti da seme hanno un periodo giovanile, dove non avviene la fioritura, molto lungo che può durare anche 10 o 15 anni. Per fare un esempio la varietà Wisteria floribunda (Glicine del Giappone) anche se riprodotta per innesto ha un periodo di "maturazione" che va dai 2 ai 4 anni ma questa varietà e una di quelle più appariscenti nel periodo di fioritura, bisogna avere pazienza. I terreno consigliato per coltivare il glicine è di tipo argilloso, anche se il glicine si adatta qualsiasi tipo di terreno basta che sia ben drenato e ricco di sostanza organica.

46

Predilige posizione soleggiate e, con questo tipo di pianta, dobbiamo prestare molta attenzione alla fase di potatura. Infatti una potatura costante servirà non solo a far crescere correttamente e più in fretta la nostra pianta, ma riusciremo a tenere sotto controllo l'eccessiva crescita e gli conferiremo anche una forma molto più ordinata. Come concimatura per i primi due anni somministrare concimi con buona percentuale di fosforo e potassio aiutando cosi la maturazione delle gemme e successivamente avere una fioritura più sostanziosa. Per la messa a dimora, che può essere fatta in qualsiasi periodo dell'anno a meno che non abitiate in zone particolarmente fredde, prediligiamo un posto soleggiato.

Continua la lettura
56

Disponiamoci per inserire la pianta dentro una buca, di almeno mezzo metro, per poi riempirla con terra mista a letame maturo e annaffiamo abbondantemente. Successivamente l'irrigazione dovrà essere meno frequente tipo ogni 2-3 settimane e sempre lasciando che il terreno diventi asciutto per un paio di giorni prima di procedere all'innaffiatura.
Il glicine non è immune da attacchi esterni dovuti ad insetti o malattie propria delle piante. I più comuni attacchi potrebbero venire da afidi e acari, dunque non si deve perdere tempo e sottoporre la pianta e gli insetti a sostanze poste per debellarli.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come fare crescere il glicine sul balcone

Sono sicuro che c'è una parte di voi che farebbe di tutto per fare crescere il glicine sul balcone. Il glicine è una pianta straordinaria. E il vostro sogno sarà sicuramente quello di una vecchia casa in campagna con glicine che cresce sul balcone....
Giardinaggio

Come avere una pianta di glicine con diversi colori

Per abbellire la vostra abitazione, il vostro balcone o più semplicemente il vostro giardino il glicine è una pianta davvero sensazionale e perfetta. Profumatissimo e coloratissimo il fiore del glicine è in grado di conquistare le persone grazie al...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di glicine secchi

Il glicine, altrimenti conosciuto sotto il nome di "Wisteria", è una pianta dal bel colorito violaceo, che risulta perfetta per pergolati robusti a cui farla aggrappare, è adornare così il vostro balcone, terrazzo o il giardino. Ovviamente, è possibile...
Giardinaggio

Come eseguire l'innesto a cuneo apicale del Glicine

Generalmente si ricorre all'innesto per poter dar vita ad una nuova e più forte pianta dalla pianta che già esiste. Per rendere più solido e dunque efficace ogni innesto generalmente dci si avvale dell'uso della rafia che consente di legare le due...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.