Come coltivare il glicine in giardino

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il glicine è una bellissima pianta rampicante, la quale proviene generalmente dal Giappone e della Cina. Lungo gli steli del glicine, si formano dei bellissimi e profumati fiori. Questa particolare pianta viene generalmente utilizzata per abbellire maggiormente il proprio giardino, ma può essere anche coltivata all'interno di semplici vasi per arricchire i balconi e le terrazze dell'appartamento. Di certo, assumere un giardiniere professionista è l'opzione più semplice e veloce, ma naturalmente risulta essere anche quella più costosa. Dunque, se preferite risparmiare i vostri soldi, potrete dilettarvi voi stessi a coltivare questa splendida pianta, inoltre se avete dei bambini potrete coinvolgerli durante l'operazione, vedrete che si divertiranno in maniera smisurata. Quindi, continuate a leggere con impegno ed attenzione i semplici passi riportati in questa utile guida, per imparare come coltivare il glicine in giardino.

25

Occorrente

  • Glicine
  • Acqua
  • Terreno
  • Letame
  • Concime
35

Terreno e temperatura:

Il glicine risulta essere una pianta che resiste con estrema semplicità anche a temperature piuttosto fredde, in alcuni casi anche al di sotto lo zero. L'unica cosa che invece dovrete cercare di fare, risulta essere quella di posizionare la vostra pianta in una parte del giardino abbastanza luminosa. Il terreno dovrebbe essere piuttosto fertile, ma essendo una pianta molto resistente, riesce a tollerare anche sostanze organiche, quali ad esempio lo smog.

45

Quando piantare il glicine:

In genere, questa bellissima pianta viene piantata nel periodo che intercorre tra ottobre e marzo, ma se vi trovate in una città eccessivamente fredda, conviene piantarla poco prima dell'arrivo della primavera. Molto spesso accade che non riesce a crescere durante i primi mesi, ma non appena la pianta inizia a fiorire non avrà più bisogno di continue e costanti attenzioni.

Continua la lettura
55

Come concimare ed innaffiare:

Dunque, per piantare il glicine iniziate scavando una buca nel terreno, dopodiché versate al suo interno il letame per favorire la crescita della pianta, ricoprendolo accuratamente con il terreno. Successivamente, inserite all'interno della buca anche la pianta ed innaffiate il terreno con una generosa quantità d'acqua. Per ottenere una perfetta ed abbondante fioritura, per i primi anni dovrete concimare il vostro splendido glicine con del concime ricco di fosforo, ma soprattutto ricco di potassio. Non è necessario innaffiare la pianta ogni giorno, infatti vi basterà eseguire questa operazione ogni 15 o 20 giorni, capirete voi stessi quando è il momento di eseguirla dal momento che il terreno si seccherà particolarmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come fare crescere il glicine sul balcone

Sono sicuro che c'è una parte di voi che farebbe di tutto per fare crescere il glicine sul balcone. Il glicine è una pianta straordinaria. E il vostro sogno sarà sicuramente quello di una vecchia casa in campagna con glicine che cresce sul balcone....
Giardinaggio

Come avere una pianta di glicine con diversi colori

Per abbellire la vostra abitazione, il vostro balcone o più semplicemente il vostro giardino il glicine è una pianta davvero sensazionale e perfetta. Profumatissimo e coloratissimo il fiore del glicine è in grado di conquistare le persone grazie al...
Giardinaggio

La potatura del glicine: perchè e come eseguirla

Dopo i lunghi mesi invernali, i primi tepori risvegliano dolcemente le piante dormienti. I rami tornano a imperlarsi di teneri boccioli, mentre i primi timidi fiori fanno capolino dal terreno. In questo delicato rifiorire, la suggestiva bellezza del glicine...
Giardinaggio

Come coltivare il bambù nel proprio giardino

Il bambù è una pianta originaria delle zone tropicali e sub-tropicali, soprattutto dell'estremo oriente. Se ne conoscono molteplici specie; è proprio per questo che la sua altezza può variare da pochi centimetri, fino ad arrivare ad altezze imponenti....
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di glicine secchi

Il glicine, altrimenti conosciuto sotto il nome di "Wisteria", è una pianta dal bel colorito violaceo, che risulta perfetta per pergolati robusti a cui farla aggrappare, è adornare così il vostro balcone, terrazzo o il giardino. Ovviamente, è possibile...
Giardinaggio

Come coltivare un melo in giardino

La mela è uno dei frutti più apprezzati e che può essere consumato per tutto l'anno. Decidere di coltivare un melo nel proprio giardino significa poter mangiare frutti sani e deliziosi, nonché mettere alla prova il proprio pollice verde. Nella seguente...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.