Come Coltivare Il Lisianthus

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Lisianthus è una pianta erbacea semi-rustica chiamata anche Eustoma, dall'aspetto elegante e delicato, originaria del Messico e del Sud dell'America. Cresce lentamente, possiede lunghi e flessibili steli ed è adatta per gli appartamenti, difatti è una pianta che teme il gelo eccessivo e la pioggia, prediligendo invece un clima temperato.
Vediamo dunque, con questa guida, come coltivare il Lisianthus.

26

Occorrente

  • Fioriera o vaso grande
  • Terra nera
  • Sterco
  • Sabbia di fiume
  • Semi di Lisianthus
36

Creare un terreno adatto al Lisianthus

Per coltivare il Lisianthus è importante che creiate un buon terriccio leggero, fertile (quindi ricco di sostanze organiche) e bene drenato. Verso la fine di febbraio e l'inizio di marzo procedete riempiendo il terriccio con un miscuglio di tre parti di terra nera ed una parte di sabbia di fiume. Aggiungete poi al substrato dello sterco bovino o equino, così da arricchire e migliorare la struttura. Seminate dunque a spaglio, cercando di spargere i semi sulla superficie del terreno in modo omogeneo, evitando la creazione di zone troppo fitte o zone spoglie. Successivamente, ricoprite i semini con uno strato sottile di terra nera ed innaffiate con un delicato getto a pioggia.

46

Posizionare il Lisianthus in un luogo adatto

Posizionate a questo punto il vaso per il Lisianthus in un luogo dove la temperatura si aggiri fra i 25°C ed i 30°C. Non è necessario esporre il Lisianthus alla luce, la sua fioritura infatti non viene influenzata dal fotoperiodo. Il terreno andrà mantenuto umido fino a completa germinazione dei semi e, dopo un periodo che può variare fra i 90 ed i 120 giorni, la pianta inizierà a fiorire. Otterrete così una meravigliosa pianta germogliata. Ricordate che il Lisianthus non richiede potatura: per la cura e la manutenzione basterà eliminare i fiori appassiti e le parti che si sono danneggiate. Non posizionatela in zone soggette a correnti d'aria poiché, essendo un fiore delicato, non ama bruschi sbalzi di temperatura.

Continua la lettura
56

Annaffiare opportunamente il Lisianthus

Innaffiate il Lisianthus senza eccedere, soprattutto nel periodo della primavera-estate. È necessario bagnarla quando il terriccio diventa troppo secco e, durante l'inverno, annaffiarla molto raramente. In primavera, bisogna poi concimare la pianta ogni 20 giorni circa. Insomma, coltivare il Lisianthus non è molto difficile ma richiede particolare cura ed attenzione. Per quel che riguarda l'utilizzo, questa tipologia di fiori viene spesso utilizzata nelle decorazioni. Potete posizionarli in un vaso per abbellire la vostra casa, utilizzarli per allestire un matrimonio oppure per le celebrazioni di ogni genere.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è a solo scopo informativo.
  • Per una perfetta riuscita seguire attentamente tutti i passi della guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come cominciare a coltivare i bonsai

"Bonsai", noi occidentali lo interpretiamo in due modi. Il bonsai, o meglio, quel bell'alberello che vediamo nei negozi. Quello piccolino, di cui vendono anche tanti manuali perché difficile da potare. Ma anche l'arte orientale di coltivare miniature...
Giardinaggio

Come coltivare i Gigli Africani

Appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, presentano robuste foglie nastriformi e ricadenti. I fiori dei Gigli Africani sbocciano da luglio a settembre. Hanno una particolare forma a campanula. La loro colorazione varia da blu chiaro al blu scuro. Spesso...
Giardinaggio

Come creare un'aiuola di gladioli

I gladioli sono delle piante pervenute a noi dall’Africa e conosciuta già da tempi molto antichi. Il particolare nome gli è stato dato perché questo fiore è molto simile al gladius, l’antica spada dei legionari romani. E’ una pianta che si sviluppa...
Giardinaggio

Come moltiplicare l'erba cipollina

L’erba cipollina (Allium schoenoprasum) è una pianta piena di qualità, molto interessanti e molto utili all’organismo. Fa parte della famiglia delle gigliacee, è una pianta sempreverde, che sviluppa dei cespugli con fiori di vario colore, rosa,...
Giardinaggio

Come Coltivare I Fiori Di Tumbergia

Coltivare piante e fiori, è sicuramente un qualcosa di molto piacevole ed appassionante. Il giardinaggio, infatti, è un hobby per certi versi molto creativo e rilassante, che permette di scaricare lo stress e le tensioni accumulate durante il corso...
Giardinaggio

Come trapiantare e seminare le viole

Quando l'inverno è appena trascorso e si appresta a far posto ai colori della primavera, c'è un fiore che sboccia, timido e gentile: è il tempo delle prime viole. Sono quelle seminate in autunno nei vivai, trapiantate a dicembre e ora disponibili con...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Guida ai fiori di Aprile

Come tutti sappiamo la primavera inizia il 21 di marzo, ma è nel mese di aprile che esplode la meravigliosa fioritura di piante e boccioli di ogni forma e colore. Se desideriamo avere un giardino a regola d'arte, bisogna però procurarsi i bulbi adatti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.