Come coltivare il mapo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mapo è un frutto ottenuto dalla combinazione di due specie di agrumi. Grazie all'ibridazione del mandarino e del pompelmo, è stato possibile creare questo nuovo agrume. La pianta è alta e robusta. Le foglie sono di un bel verde brillante e i fiori, profumatissimi, si presentano in un color bianco candido. Il mapo è piuttosto aspro ma ha un sapore gradevole. Si può consumare come dessert o realizzare con esso gustosi dolci e sorbetti. Il mapo è ottimo per stati di carenza vitaminica, in quanto contiene altissime percentuali di vitamina C. In questo tutorial vedremo come coltivare il mapo. Bastano alcuni semplici accorgimenti per avere piante e frutti di qualità.

26

Capire come coltivare il mapo non è difficile. Una volta acquistata la pianta, serviranno solo basilari accorgimenti per una crescita ottimale. Iniziamo dalla tipologia di terra. La piantina va sistemata in piena terra. Se non avete un giardino, optate per un vaso piuttosto ampio in terracotta. Il mapo ha assoluto bisogno di spazio perché le radici possano svilupparsi al meglio. Preparate poi il terreno. Acquistate dell'humus standard, che mescolerete con un po' di sabbia. Le radici e il tronco dovranno essere sempre asciutte. Per evitare ristagni, aggiungete alla terra anche un misto di ghiaia molto fine.

36

Importante è la posizione in cui coltivare il mapo. Come ben sapete, gli agrumi hanno vitale bisogno di sole. Posizionate quindi il mapo il piena luce. L'ideale sarebbe un'aiuola in giardino o un terrazzo molto soleggiato. Riparate la pianta dal vento. Se abitate in zone fredde e ventilate, nella stagione fredda avvolgete il mapo in teli di plastica spessi. Fermateli con un nastro, senza stringere troppo. Tenete presente che, per crescere bene e produrre buoni frutti, serviranno almeno 28 gradi. Il riposo invernale del mapo comincia invece intorno ai 7 gradi. Contrariamente a quanto si possa pensare, il mapo resiste bene anche alle basse temperature.

Continua la lettura
46

Il mapo va innaffiato costantemente nei mesi caldi. Erogate l'acqua con una canna da giardino, senza bagnare eccessivamente le foglie. Nei mesi invernali, basteranno due o tre innaffiature a settimana. Aggiungete però all'acqua del fosforo in polvere. Eviterete che si formi il calcare nella terra. Non ci sono particolari problemi per quanto riguarda i parassiti. Il mapo è infatti una pianta resistente. Attenzione però al cosiddetto virus della tristezza e al mal secco. Per combatterli, bastano dei prodotti appositi che vi consiglierà il giardiniere. Come vedete, coltivare il mapo non richiede troppi sforzi.

56

Guarda il video

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete propagare il mapo, procedete per innesto, per avere i risultati migliori.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare i germogli sul balcone

Sentite di avere il pollice verde ma vi manca lo spazio per coltivare i vostri germogli? Non abbiate timore: non dovrete mai più rinunciare alla vostra passione. Anche in spazi ristretti è possibile coltivare le sementi ed i germogli che più vi aggradano,...
Giardinaggio

Come coltivare l'orto

Se vogliamo mangiare sano, senza spendere molto per costosissimi prodotti coltivati biologicamente, la soluzione ottimale è quella di coltivarci da soli un bell'orto pieno di verdure. Anche se non possediamo il classico pollice verde, non preoccupiamoci,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.