Come coltivare il mirto

Di: A. A.
Tramite: O2O 03/08/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il mirto, pianta tipicamente mediterranea, presenta nella sua composizione dei fiori solitari e molto profumati le cui colorazioni vanno generalmente dal bianco al roseo. È possibile ammirare la splendida fioritura del mirto nelle giornate primaverili e all'inizio di quelle estive, anche se per la piena maturazione è necessario aspettare il periodo che va da novembre al nuovo anno. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi forniremo dei consigli su come coltivare il mirto.

26

Porre il mirto in un luogo soleggiato

Per iniziare si potrebbe dire che Il mirto dovrebbe essere sempre coltivato in presenza di molto sole. Infatti, affinché si possa formare una buona produzione, il terreno, oltre a necessitare del calore emanato dai raggi del sole, dovrebbe trovarsi anche in ottimo stato. Il mirto inoltre è una pianta che resiste bene al caldo, ma, se coperto adeguatamente, può ha anche sopportare le basse temperature. Può infatti essere disposto verso un muro che lo salvaguardi da venti gelidi.

36

Effettuare la potatura

Se volete ottenere un risultato ottimale, ovvero quello di un' abbondante produzione nel periodo estivo, prima di sistemarlo e riporlo a dimora, dovreste rendere fertile il terreno con del concime a lenta conservazione e bagnarlo saltuariamente prestando molta attenzione che fra un'innaffiatura e l'altra la terra si prosciughi per bene. Per quanto riguarda la potatura, è consigliabile tagliare solo i rami che si dovessero andare a creare nel fondo della pianta. Inoltre bisognerebbe sfoltire le foglie eliminando qualche ramo rovinato dal maltempo. Ricordate inoltre che bisogna effettuare potature non violente, in quanto queste piante aromatiche si sviluppano sui rami di un anno e ciò potrebbe danneggiare l'intera fioritura.

Continua la lettura
46

Seminare le bacche

Una volta che le bacche abbiano raggiunto la piena maturazione, è possibile seminarle utilizzando dei contenitori da semina dove andranno piantate le bacche semi fiorite. Ricordate che ai fini di una buona produzione di mirto, è importante piantare solo le bacche ben sviluppate e non quelle inaridite in quanto possono arrivare a consumare il loro potere riproduttivo. Quindi in conclusione è importante decidere se si intende coltivare il mirto e attendere quattro anni per arrivare a poter osservare le sue bacche, o viceversa si può scegliere di comperare una piccola pianta di mirto già abbastanza matura. Optando per la seconda scelta sicuramente il costo sarà più alto, però in questo modo andrete a ridurre il periodo necessario alla maturazione delle vostre piantine di mirto.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare il tamarillo

Possedere un giardino pieno di piante, colorato e variegato è cosa piuttosto comune. Molte sono le varietà di piante e fiori che si possono trovare, ma negli ultimi periodi le piante esotiche sono le più amate. Il Tamarillo o Cyphomandra betacea, è...
Giardinaggio

Come coltivare la calathea crocata

La calathea crocata è una bellissima pianta dai fiori colorati e dalla forma particolare, quando riesce a fiorire.Essa è una pianta d'appartamento che necessita di climi umidi ma non troppo caldi. Per la sopravvivenza, date le sue origini, ed è comunque...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come coltivare la Bella di Notte

La Bella di Notte è una pianta davvero molto particolare; infatti, i petali di questo fiore hanno la caratteristica di aprirsi di notte, mentre di giorno si chiudono per difendersi dal caldo. Tale peculiarità la rende anche più affascinante, soprattutto...
Giardinaggio

Come coltivare rose in vaso o in giardino

Coltivare le piante è una una passione che richiede anche un pizzico di conoscenza di tale ambito. Quella del pollice verde quindi è un attitudine che va coadiuvata da un sapere. In questa particolare guida avremo l'opportunità di vedere come coltivare...