Come coltivare il pepino

Tramite: O2O 23/04/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

In questa guida, vogliamo aiutare tutti i nostri lettori e lettrici che amano coltivare piante ed alberi da frutto, nel proprio giardino, ad imparare come coltivare il pepino, in modo tale da poterlo consumare quando ne abbiamo bisogno ed anche desiderio.
Il pepino è un tipo di frutto assai poco conosciuto in Europa e che viene consumato invece con grande frequenza nelle zone sub tropicali e nel continente asiatico. Il suo sapore è molto dolce ed è l'ideale per un leggero e nutriente pasto estivo. Il pepino è ricco di potassio ed è indicato nella cura della pressione alta. Essendo ricco anche di vitamine A e C, protegge il cuore ed è un autentico toccasana contro i virus influenzali. Ecco perché può essere davvero utile coltivare il pepino anche alle nostre latitudini, in modo da beneficiare con immediatezza delle sue molteplici proprietà. In questa guida vogliamo quindi illustrarvi come coltivare il pepino. Non resta che mettersi subito all'opera e darsi da fare nella coltivazione del pepino. Buon divertimento e buon lavoro a tutti coloro che decideranno di seguire i nostri pratici consigli.

27

Occorrente

  • Una pianta di pepino
  • una serra
  • un concime complesso e ricco di potassio
37

Coltivazione del pepino

Iniziamo subito questa guida, con il parlare in modo approfondito del pepino, cercando di capire meglio dove cresce e di cosa ha bisogno per diventare un ottimo frutto. Occorre sapere e ricordare che il pepino cresce spontaneamente soprattutto nei climi subtropicali ma può essere coltivato anche nelle nostre regioni meridionali, perché predilige le alte temperature e un clima piuttosto soleggiato. Esso si coltiva seguendo un ciclo che dura un anno ed è opportuno piantarlo verso la fine del mese di maggio. Andiamo ora a vedere tutte le modalità in cui è possibile piantare il pepino per farlo crescere in modo sano ed armonico, e quindi essere in grado di ottenere dei frutti che siano non solo buoni, ma anche amici della nostra salute e del benessere del nostro organismo.

47

Creazione della talea

Per prima cosa sarà necessario ottenere una talea da una pianta di pepino. Ricordiamo che una talea è un piccolo frammento tagliato da una pianta che deve essere innestato nel terreno per consentire ad una nuova pianta, uguale all'originaria, di crescere e riprodursi. Quindi, nel caso del pepino, sarà necessario sistemare le talee entro una serra. Il clima caldo e umido della serra, come detto, sarà l'habitat ideale per una corretta crescita del pepino. Far crescere una pianta di pepino al di fuori dell'ambiente serra può infatti rappresentare un rischio. C'è infatti la possibilità che una pianta di pepino non collocata in serra, possa generare frutti acerbi e incapaci di riprodursi. È molto importante eseguire alla lettera e con estrema attenzione, tutti i singoli passaggi e consigli, che sono presenti in questa guida, perché solo così facendo potremo essere in grado di ottenere una pianta di pepino, che sia in ottima salute e che produca veramente tantissimi buoni frutti, da degustare in compagnia di amici e parenti.

Continua la lettura
57

Sistemazione delle piantine

Dopo aver collocato le piantine in serra, occorrerà tenerle distanziate tra di loro, sistemandole a circa 60 cm l'una dall'altra. E allo stesso modo occorrerà organizzare tutte le altre file di piantine. Dopo qualche giorno, se l'impianto di coltivazione sarà stato organizzato in modo efficace, si noterà la formazione di piccole foglie sul terreno che lasceranno successivamente spazio ad un frutto vero e proprio. Sarà quindi necessario effettuare un secondo importantissimo intervento verso la fine del mese di ottobre. Tale intervento consisterà nel concimare le zone attorno alla pianta e ai frutti. Vi consigliamo a tal proposito un concime di tipo complesso e che sia ricco di potassio. Quindi prestate particolare cura nel leggere le componenti del concime. Terminato il ciclo di coltivazione, otterrete frutti abbastanza dolci, pronti per essere colti. Vi consigliamo tuttavia di consumarli dopo circa quindici giorni, conservandoli in un luogo fresco ed asciutto. Il sapore del pepino è di solito molto simile a quello di un melone o di un cetriolo. Davvero un buon modo per avere sulla vostra tavola un frutto esotico, succoso e dal sapore davvero originale.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
Giardinaggio

5 ortaggi da poter coltivare senza fatica in giardino

Ci sono diversi ortaggi da poter coltivare in una parte del giardino, tutti gustosi e quindi ottimi per preparare deliziose pietanze, non tutti però sono semplici da coltivare, in quanto diversi di essi richiedono tempo e fatica, nonché il mantenere...