Come coltivare il pioppo

Tramite: O2O 22/06/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se ci piace coltivare da soli le nostre piante e abbiamo un bellissimo giardino dove poterle piantare, ma non abbiamo molta esperienza in questo settore, non dovremo assolutamente preoccuparci. Su internet potremo facilmente trovare delle guide che ci mostrino tutte le tecniche necessarie per poter coltivare i vari tipi di piante di nostro interesse. Ognuna di esse, infatti avrà bisogno di cure particolari e differenti dalle altre, per questo motivo è importante trovare tutte le informazioni che riguardano le varie tipologie di piante che abbiamo intenzione di coltivare come ad esempio la quantità di acqua necessaria, la corretta esposizione al sole, la temperatura ideale e molto altro. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a coltivare correttamente il pioppo.

26

Occorrente

  • semi di pioppo
36

Come piantare il pioppo

Il pioppo ha un ciclo molto lento e quindi i risultati non li vedremo in breve tempo, ma se lo piantiamo con attenzione e aspetteremo con pazienza, otterremo un buon risultato. Per prima cosa dobbiamo procurarci i semi, meglio se acquistiamo quelli già sbocciati, che troviamo nei vivai. Di seguito decidiamo dove posizionare il nostro albero e prepariamo il terreno concimandolo. A questo punto possiamo iniziare la coltivazione. Tagliamo diagonalmente l'estremità di ogni seme e infiliamola nel terreno. Se decidiamo di piantare più pioppi, posizioniamoli ad una distanza di circa 30 cm l'uno dall'altro, per non farli crescere in uno spazio limitato.

46

Come curare il pioppo

Durante il primo anno di vita del pioppo, è necessario estirpare tutte le erbacce che potrebbero danneggiare le piantine e ostacolarne la crescita. Superato questo periodo, durante l'inverno invece, bisogna spostarli, aumentando la distanza tra loro. Passato un altro anno, le sposteremo per l'ultima volta, collocandole definitivamente nel terreno. Il pioppo raggiunge la sua giusta misura dopo circa venti anni. E nei primi 10 di questi anni, è indispensabile potarli ed innaffiarli tutte le volte che è necessario.

Continua la lettura
56

Curiosità sul pioppo

La coltura del pioppo bianco si era particolarmente intensificata perché, molte aziende erano disposte a pagare grosse somme di denaro, per avere pioppi già cresciuti per la fabbricazione della carta. Ultimamente si è cominciato ad utilizzare un nuovo tipo di conifera e di conseguenza, il prezzo del pioppo è sceso drasticamente. Il pioppo nero è più raro e rischia l'estinzione per via della distruzione del suo habitat naturale. È conosciuto per le sue proprietà anti-infiammatorie, diuretiche e calmanti. Il pioppo tremulo è impiegato per la produzione del legno e sopratutto per la fabbricazione di compensati e cassette per imballaggi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare i funghi su ceppi di legno

Se amate i funghi ed intendete coltivare quelli commestibili è importante sapere che è possibile farlo anche in casa, in poco spazio e con poca manutenzione. Nello specifico si tratta di usare dei ceppi di legno come ad esempio del pioppo che è il...
Giardinaggio

Come coltivare i tartufi

Esiste un hobby più produttivo e piacevole di quello del giardinaggio? Avere il pollice verde è una vera e propria arte e lo è ancor di più se essa, oltre ad avere solo una valenza estetica, si trasforma anche nella produzione di verdure, ortaggi...
Giardinaggio

Cosa coltivare con poco spazio a disposizione

Non tutti hanno a disposizione una casa con giardino. L'assenza di uno spazio esterno ampio però non preclude la possibilità di coltivare ortaggi, verdure, erbe aromatiche e piante. Anche con poco spazio a disposizione si può creare un piccolo angolo...
Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.