Come coltivare il pisello asparago

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pisello asparago, o fagiolo di Goa, è un legume particolare, originario della Nuova Guinea e ampiamente diffuso in Indonesia e Thailandia, può raggiungere anche i 4 m di altezza grazie al clima equatoriale. Il fagiolo di Goa è caratterizzato da baccelli dalla forma particolare, con sezione a stella a quattro punte, che lo hanno reso noto anche come "fagiolo alato". I baccelli possono raggiungere anche i 15 cm di lunghezza, ma per il consumo è bene raccoglierli non maturi, dai 3 ai 5 cm. Ogni parte della pianta è commestibile: le foglie si consumano come gli spinaci, lesse o saltate, i graziosi fiori rossi sono usati come colorante, le radici si consumano previa cottura e i semi una volta essiccati sono usati per preparare una bevanda simile al caffè. Ma ora vediamo come coltivare il pisello asparago.

26

Occorrente

  • fertilizzante
  • disinfestante a base di Fenitrothion
36

Scegliere un terreno leggero e ben drenato, in una posizione soleggiata. Distribuire quindi un fertilizzante generico a formula equilibrata un paio di settimane prima di seminare o trapiantare a dimora il pisello asparago. Ricordarsi che questa varietà soffre molto il gelo, e perciò bisogna tener conto di questo fattore quando si sceglie la data della semina. Il mese più adatto è maggio, quando i pericoli delle gelate sono ormai passati.

46

Mettere i semi ad un intervalli di 10-15 cm in solchi profondi circa 3 cm e distanti fra loro 30 cm. Annaffiare il fondo del solco prima della semina per facilitare la germinazione. Se si abita in una regione piuttosto fredda, seminare la pianta in un vaso di serra piuttosto che nel terreno, all'inizio di aprile. Successivamente, trapiantare i semenziali a dimora alla fine del mese di maggio nel modo descritto precedentemente.

Continua la lettura
56

È importante eseguire la raccolta al momento giusto, cogliendo i baccelli quando sono ancora giovani e lunghi 2 o 3 cm, perché se si aspetti troppo tempo possono diventare rapidamente duri e fibrosi. Per quanto riguarda i parassiti e le malattie, il pisello asparago viene colpito dagli stessi insetti del pisello comune, cioè il Tortice. Contro questi parassiti, è necessario provvedere a nebulizzare la pianta con del disinfestante a base di Fenitrothion.

66

In estate inoltrata la pianta inizierà a produrre i fiori rossi, che la rendono adatta alla coltivazione anche a scopo ornamentale. Se le temperature sono favorevoli e ci sono abbastanza ore di luce al giorno, i fiori matureranno presto nei baccelli adatti al consumo, i quali vanno raccolti in modo scalare per favorirne la produzione di nuovi. Dai baccelli maturi si ottengono i semi per la semina dell'anno successivo: il fagiolo di Goa infatti ha comportamento perenne in clima equatoriale, ma viene coltivato come annuale alle temperature miti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l'asparago

L'asparago (Asparagus officinalis) fa parte della famiglia botanica delle Liliacee che annoverano tra le loro fila anche l'aglio, la cipolla e il porro e così altre numerose varietà.Si tratta di una pianta che dimostra di avere una buona adattabilità,...
Giardinaggio

Come coltivare il pisello odoroso

Il pisello odoroso (nome scientifico Lathyrus odoratus) è una pianta erbacea rampicante, appartenente alla famiglia delle Fabaceae, con fiori a grappolo dai toni brillanti e dal profumo intenso ed inebriante. La sua coltivazione non necessita di particolari...
Giardinaggio

Come coltivare l'asparago ornamentale

L'Asparagus densifloras, nome scientifico dell'asparagina o asparago ornamentale, appartiene alla famiglia delle Liliacee. La pianta di asparagus non è solo il delizioso germoglio che tutti noi gustiamo ma è anche un'apprezzata pianta che conosciamo...
Giardinaggio

Come seminare il pisello

All'interno di questa guida, vi illustrerò alcuni semplici accorgimenti per riuscire, con estrema facilità, ad intraprendere la coltivazione di uno dei legumi più utilizzato nella dieta italiana: il pisello. Le differenti varietà si distinguono, oltre...
Giardinaggio

Come coltivare la salicornia

La salicornia o asparago di mare è una pianta poco conosciuta che cresce spontaneamente in prossimità del mare, sulla spiaggia e nelle zone paludose. Appartiene alla famiglia delle Chenopodiacee e si presenta come una pianta grassa. In Italia cresce...
Giardinaggio

Come realizzare un'asparagiaia

L'asparago (conosciuto anche con il nome scientifico Asparagus Officinalis), ortaggio saporito e versatile in cucina, è una pianta erbacea con rizoma costituito da molte radici (dette zampe) da cui nascono i carnosi germogli commestibili (turioni). La...
Giardinaggio

Come coltivare i piselli

I piselli, oltre ad essere energetici, contengono ferro, fosforo, potassio, calcio e molte vitamine. Essi sono annoverati tra i rimedi più efficaci contro la stitichezza. Esistono molti tipi di piante di piselli: la varietà nana, la rampicante, la mezzarama...
Giardinaggio

10 consigli per coltivare i legumi in giardino

Se avete un giardino ed intendete sfruttarlo come orto per coltivare i legumi, è importante conoscere a fondo le caratteristiche morfologiche di questi ultimi, in modo da regolarvi in base ad ogni singola specie. A tale proposito, ecco una lista con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.