Come coltivare il pistacchio

Tramite: O2O 03/10/2017
Difficoltà: facile
16

Introduzione

L''albero del pistacchio (pistacia vera) trova origine in Asia occidentale ed in Asia Minore, ad oggi esso è presente in gran parte dell'Europa mediterranea e nel nord America in particolare dove prosperano climi asciutti. Sono proprio le tecniche di coltivazione avanzate a rendere gli Stati Uniti d'America i numeri uno nella produzione commerciale a livello globale.
Come già annunciato, la coltivazione del pistacchio prevede temperature molto calde che toccano i 30º C non a caso la maggiore produzione di frutti è sita in zone con livelli bassi di umidità e climi aridi, al contrario, temperature molto fredde favoriscono la nascita di funghi. Il pistacchio è un frutto comunemente utilizzato in cucina per qualsiasi pietanza che va dagli antipasti, i primi ed i secondi piatti. In Italia esso trova largo consumo specie nella pasticceria, inoltre il punto più famoso ed apprezzato come grande esportatore è quello di Bronte a Catania. Qualora si volesse coltivare il pistacchio, chiaramente attenendosi alle caratteristiche climatiche sopra descritte, è necessario seguire una particolare guida la quale ne favorirà con successo la sua ottimale coltivazione. Dunque vediamo come fare.

26

Occorrente

  • Attrezzi di coltivazione
  • Pianta di pistacchio con circa due anni di vita
36

Condizioni del terreno

Per prima cosa è fondamentale valutare le condizioni del terreno, il quale per una buona coltivazione deve anzitutto essere permeabile e traspirante, è dunque possibile utilizzare particolari tipi di terreno quale: ciottoloso, calcare e vulcanico, al contrario quello di tipo argilloso è assolutamente da evitare poiché generalmente induce ristagni di acqua.

46

Fase di travaso dell'albero da pistacchio

Poiché le radici dell'albero da pistacchio risultano essere molto sensibili, è necessario prestare particolare attenzione in maniera del tutto maniacale durante il travaso.
Successivamente allo scavo, occorre eliminare l'involucro di juta o la busta (qualora quest'ultima non dovesse essere biodegradabile), fatto ciò bisogna assicurarsi dell'integrità che sia della zolla che delle radici, e cosa importante è che queste ultime trovino immediato riparo nel terreno.

Continua la lettura
56

Coltivazione e mantenimento

In forma generale l'albero da pistacchio, necessita di una buona quantità nutritiva di fosfato potassio ed azoto, elementi che si trovano dunque nel letame, il quale dovrà essere utilizzato nella fase di coltivazione dello stesso, in particolare durante il periodo primaverile che vede per l'appunto il rinvigorimento per la preparazione del frutto.
Cosa assolutamente importante è assicurarsi che il terreno non resti asciutto, in tal caso esso va innaffiato con notevole frequenza sopratutto durante il periodo di produzione.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prestare attenzione alla siccità del terreno nelle varie stagioni, specie durante la produzione del frutto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare patate in casa o in giardino

Se avete la passione per il giardinaggio e avete intenzione di cominciare a coltivare qualcosa, potete scegliere uno degli alimenti più amati sia dai grandi che dai bambini: la patata. Questo gustoso tubero può essere mangiato in tantissimi modi e le...
Giardinaggio

Come coltivare le lenticchie in casa

Quando si possiede del tempo libero a disposizione sarebbe il caso di sfruttarlo al meglio. Ad esempio si potrebbe prendere in considerazione l'idea di coltivare qualcosa in casa che si possa poi gustare. Quindi potremmo mangiare qualcosa di sano e genuino,...
Giardinaggio

Come coltivare le patate sul proprio balcone

Se avete in mente di iniziare a coltivare qualcosa sul vostro balcone dovreste prendere in esame questa guida, dove spiegheremo come coltivare le patate sul proprio balcone. Fate conto che la patata è una pianta resistente che può essere coltivata facilmente,...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare la gardenia in vaso

La gardenia è un arbusto particolarmente profumato, caratterizzato da candidi fiori bianchi e da fogliame verde lucido. Si tratta di una pianta abbastanza difficile da coltivare con successo, specie nelle zone più fredde e in vaso. Tuttavia, è sufficiente...
Giardinaggio

Come coltivare una palma

La palma è una pianta ornamentale e ha un valore estetico inestimabile. Questo esemplare appartiene alla famiglia delle Arecaceae e si distingue per il suo particolare portamento. Coltivare una palma è davvero molto semplice e bastano pochi accorgimenti...
Giardinaggio

Come coltivare un albero di anacardi

L'albero di anacardi è una pianta originaria dei Caraibi e del Brasile nord-orientale, anche se oggi viene coltivato in molte altre zone tropicali del mondo, soprattutto in Africa, in India e nel Sud-Est asiatico. Fa parte della famiglia delle Anacardiaceae,...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per il desiderio di riavvicinarsi alla natura, perché la coltivazione di un orto può essere un oggetto d’amore,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare la gardenia

La Gardenia è una pianta delicata e profumata. La si può coltivare sia in giardino sia come pianta da vaso. Per coltivare e curare la gardenia, una varietà di pianta molto delicata e piacevolmente profumata, vi consiglio di seguire con attenzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.